phone
 1   2   3   4   5   6 
 
Benvenuto!
Wed 13 December [13/10/10 nw EB ]

logo
 
ore: 0:52:46

qr code
*
è tra i primi 10!
10° dal 2011 (opere commentate)

Condividi nei social-network:
Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

Condividi in siti e blog


Elenco Tag dell'opera
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)





Autore di quest'opera:

avatar di Giovanni Minio
nw Giovanni Minio
sostenitore 2017 (+4)







Il dono

(narrativa, breve)
1,127 visite dal 26/07/2011, l'ultima volta: 2 mesi fa.
Clicca qui se vuoi vedere tutte le opere del sito, altrimenti vai a Narrativa .
Per scrivere un commento, vedi sotto. Se vuoi pubblicare una tua opera, clicca qui.
Descrizione: Un racconto scritto velocemente in un pomeriggio di una domenica solitaria
Incipit: nessuno...
Il dono
il-dono.doc
(30,50 KB)
Tempo di lettura: meno di 5 minuti.
voce
« (se il testo si legge male,
    clicca sull'icona del documento)

nw entità in quest'opera: nessuna.
up torna su - recensioni - opere correlate -

Recensioni: 7 di visitatori, 7 totali.

NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci nw un'opera a caso .

recensore:
avatar di Giovanni Minio
nw Giovanni Minio
sostenitore 2017 (+4)
Recensione # 7, data 07/08/2017
Un racconto ben scritto nel quale sono disegnati perfettamente i due personaggi e il loro rapporto. Basta questa sola giornata, peraltro neanche intera, a far capire tutto di loro. L’amore che vorrebbe lei, l’amore che non ha lui, la passione fisica di entrambi che si dissolve ogni volta lasciando del vuoto; non c’è un vero rapporto di coppia, uno di quelli che si costruiscono insieme, qui ci sono due visioni in disaccordo tra loro. La donna sbaglia nel voler cambiare il sentimento di lui ma lui sbaglia a disprezzarla: mai ferire una donna innamorata. Simona cresce improvvisamente, cambia idea sulle aspettative amorose; la sua vendetta non è nel gesto inconsulto ma in quell’attendere placida l’epilogo, nel suo andarsene indifferente, nel suo riciclare il dono, simbolo del suo atteggiamento spietato verso qualsiasi uomo.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:

Arcangelo Galante
Recensione # 6, data 19/06/2017
Un racconto noir davvero coinvolgente, che esprime appieno il significato che l'autrice ha voluto racchiudere nell'intero testo, già a partire dal titolo stesso: il dono! L'amore, con tutti i suoi misteri, fa parte della nostra esistenza ed è il motore della vita stessa. Molto apprezzato, per stesura e contenuto.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:
avatar di Giovanni Minio
nw Giovanni Minio
sostenitore 2017 (+4)
Recensione # 5, data 29/07/2011
Un dono per l'amante?! Meglio una coltellata. Fuori dal matrimonio è tutto più semplice. àˆ il piacere del rapporto sessuale a farla da padrone… Nulla di più. Sinceramente mi stupisce la ricerca d'amore da parte di lei. L'atteggiamento di lui non desta alcuna sorpresa,
è scontato. Mi è piaciuto lo stile narrativo.
Giuseppe-curiosità -Come si accenta la e maiuscola con la tastiera del pc?
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:
avatar di Giovanni Minio
nw Giovanni Minio
sostenitore 2017 (+4)
Recensione # 4, data 29/07/2011
Di questo noir ho apprezzato molto il tratteggio della personalità  di Riccardo. Viene fuori dai dialoghi secchi e sgarbati dell'uomo e dalla sua paradossale reazione di scherno al gesto disperato di Simona/Sabrina (occhio, perchè nelle prime righe cambia nome). Un altro punto forte del racconto è l'epilogo. Il cinismo allucinante della donna nel "riciclare" il dono. Veramente apprezzabile. Mai sottovalutare una donna "ferita" nel cuore. Ottima prova.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:
avatar di Giovanni Minio
nw Giovanni Minio
sostenitore 2017 (+4)
Recensione # 3, data 27/07/2011
"Si era illusa che forse sarebbe riuscita a farsi amare almeno un po'."
àˆ il sunto amaro di questo racconto, dove ai sogni di una donna si contrappone il grezzo pragmatismo di un uomo che la vive come un passatempo. E la differenza tra passione e passatempo è abissale: mentre a una passione si dedica ogni istante, al passatempo non si perdona niente. In un istante si "diventa una rompipalle".
Dialoghi taglienti, lucidi, realistici. Sembra proprio di essere in quella stanza, di vederlo, quello stupido uomo pieno di sè. L'autrice non lo dice, eppure ci fa capire la trepidazione con cui la sua amante ha scelto quel paio di scarpe, la delusione per la sorpresa che lei vede infrangersi come tutti i suoi sogni. Un racconto che disturba.
Piccola nota: verso la fine, word ti deve aver giocato lo scherzo di mettere uno sfottere al posto di fottere (scusa la volgarità ).Smile
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:
avatar di Giovanni Minio
nw Giovanni Minio
sostenitore 2017 (+4)
Recensione # 2, data 27/07/2011
Un racconto affilato come la lama di un lungo coltello. àˆ inaspettato il cambio di atmosfera, da blando litigio tra chi ama e chi no, a tragedia dove il rosso del sangue non può non colpire il lettore.
Eppure, se analizziamo i passaggi mentali della protagonista — il suo vivere come "guardando", come da fuori — tutto risulta chiaro. Un po' come in un American Psycho di casa nostra.
Perchè in un mondo dove i sentimenti non esistono. Un mondo dove il contatto umano è nulla, e una ricerca di calore si deve per forza "oggettivizzare" in qualcosa — come il bellissimo paio di scarpe — non può che portare a una deriva di gelida incapacità  di "sentire". E forse spingersi oltre proprio per riuscire, a sentire. I pensieri di lei mentre abbandona la casa fuori mano — pensieri di una donna in stato di choc, ma abbastanza fredda da coprire le tracce — dimostrano, con il loro semplice cinismo, come alla fine di tutto la cosa più importante resta sempre, e solo, il paio di scarpe.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:

Giuseppe Novellino
Recensione # 1, data 26/07/2011
Lui e lei hanno finito di fare l'amore, chiusi in un accogliente appartamentino destinato ai loro appuntamenti amorosi. Il loro rapporto è evidentemente logoro, perchè lui è sostanzialmente un donnaiolo arrapato e un tantino rozzo. Poi anche lei si rivela un'amante colpevole di infedeltà  verso il marito. La tragedia segue il battibecco: lei prende un coltello e glielo infila nell'addome. Bella l'idea delle scarpe a cui si riferisce il titolo: un dono che lei può fare anche al marito, visto che all'amante non servono più. E bella è la soluzione narrativa che l'autrice utilizza per raccontare come erano state comprate.
Si tratta di un racconto nero, dalle tinte forti, ma denso di significati esistenziali sull'incomunicabilità  e sul narcisismo. Una tragedia simile, secondo me, avrebbe richiesto una preparazione di più ampio respiro, ma comunque l'effetto c'è. La "è" maiuscola è meglio accentarla, che apostrofarla.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot



(Licenza di default del sito)
Licenza Creative Commons
Il dono di Angela Di Salvo è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.

(nw Clicca qui per info sulla protezione delle opere.)

up torna su - recensioni - opere correlate -
Nessuna opera correlata

Utenti iscritti che hanno visitato questa opera

up torna su - recensioni - opere correlate -
L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista una delle nostre Pubblicazioni. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .
Grazie, e buon lavoro!

php
Contatore sito
MySQL
Aruba.it
Creative Commons
PhpBB3

Sito ottimizzato per risoluzioni da 1024x768 a 1280x1024.
Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)

ti suggeriamo caldamente di usare il browser Firefox!

Pagina caricata in 0,3 secondi.


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 17.0921

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

Paolo Dolci, for his help in characters encoding
and
all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

Contatti e informazioni

© 2006-2017
All rights reserved

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB




FaceBookTwitterForumLuluAmazonBlogger
Feed RSS