mapdove sei homeOpereItalianoRaccontoNarrativaBrevissimoper TuttiSete
phone
Opzioni grafiche:
 1 
 2 
 3 
 4 
 5 
 6 
Fri 20 July, ore 6:45:18
logo
Benvenuto!




qr code
*
è tra i primi 10!
dal 2010 (opere commentate)


Condividi in siti e blog


Elenco Tag dell'opera
#alcol (7)   #ansia (5)   #bere (2)   #bottiglia (4)   #incubo (5)   #sete (2)   #sogno (64)   #alter ego (1)





Autore di quest'opera:



Altre opere dell'autore

Titoli simili




Sete


2,152 visite dal 07/08/2010, l'ultima volta: 1 settimane fa.
Per scrivere un commento, vedi sotto. Se vuoi pubblicare una tua opera, clicca qui.
Descrizione: Uno strano sogno colmo di strani significati...
Incipit: A volte si ha sete di cose che non si dovrebbero nemmeno prendere in considerazione...
Sete
sete-di-marco-marengo.txt
size: 1,91 KB
(se il testo si legge male,
clicca e scarica il documento originale)

up
(torna su)
- recensioni - opere correlate -

Recensioni: 13 di visitatori, 16 totali.

NO JAVASCRIPT
NO BUTTON

Recensisci nw un'opera a caso .

recensore:

Arcangelo Galante
Recensione # 13, data 18/08/2017
Strana cosa i sogni, perché ingestibili, giungono quando vogliono, si fanno dimenticare e ci costringono a riflettere sopra l'accaduto e, qualche volta, si inseguono, perfino, inutilmente, senza saperlo. Assai diversi da quelli fatti a occhi aperti, si sogna di essere svegli e il cervello pare per davvero convincerci della realtà, sino ai dettagli di una mentale sceneggiatura. Ma poi, si aprono gli occhi e all'istante, quel sogno sparisce. E soffermandoci sul sogno narrato dall'autore, avrebbe dovuto forse essere una valvola di scarico, ma invece, esso, comportato si è da padrone, in funzione dell'impossibilità di modificare il dipanarsi della vicenda tutta. D'altro canto, la dinamica descrittiva di alcune sensazioni, percepite dai personaggi nel dialogo, malgrado non aggradi, immutate restano. Sono in sogno o son desto, mi verrebbe da riflettere?! Ci si "sveglia" sempre disorientati, con un dubbio fievole, sussurrante all'orecchio, nel continuare a pensare di passare gran parte della vita da un sogno all'altro. Così ho voluto interpretare la pubblicazione. Un cordiale saluto, Marco!


recensore:
Recensione # 12, data 04/10/2015
Curioso, intrigante. Sete...e poi...sete...e ancora sete! Cadenza l'aspettativa, crea quell'ansia lettrice che fa intrigare. Alcuni passaggi mancano di virgole. Ho provato a leggerli come se ciò facesse parte dello studio del racconto. Mi mancava l'aria, e forse questo era il tuo scopo. Ma quelle frasi, se scritte intenzionalmente senza virgole, proverei a rivederle perché l'effetto da te voluto e l'estetica possano combaciare. L'idea è ottima!



recensore:

Flavio Capelli
Recensione # 11, data 23/06/2015
Bello, mi piace, forse un po' allucinatorio ma godibilissimo.



recensore:
avatar di Isabella Galeotti
nw Isabella Galeotti
sostenitore 2017 (+1)
Recensione # 10, data 19/05/2012
Sete la mia sete nelle mie bottiglie sparse per tutta la casa, allora c'è una me per ogniuna di loro! No non lo sopporterei, me moltiplicato per bottiglie sarebbe la pazzia, mi basto gia da sola.
Geniale. Trovare questo germe iniziale, chissà  da dove ti è scaturito.
Il racconto va da se che si legge in un minuto, anzi in una bracciata.
Ora vado a vedere quanti siamo in casa, non vorrei preparare cena per tutti.



recensore:
Recensione # 9, data 16/03/2011
In situazioni simili-il condominio ha staccato l'acqua per lavori, non ho fatto scorte d'acqua, sono troppo pigra per recarmi al bar-anche a me è capitato di bere acqua ristagnata con qualcosa di sospetto dentro. Come al protagonista di questa storia ho preferito bere senza indagare. Semplicemente e disperatamente per sete…
Certo se ci penso… brr brr


recensore:

Visitatore
Recensione # 8, data 13/03/2011
Già , come si suol dire -Il nemico è in noi!-
ciao da Marco


recensore:
avatar di Angela Di Salvo
nw Angela Di Salvo
sostenitore 2015 (+2)
Recensione # 7, data 28/09/2010
La sete nasce dal bisogno di ingerire qualcosa di liquido che idrati il corpo, cosa ben diversa è la fame che esige cibi corposi e succulenti. La sete è il rinfrescante appagamento di un bisogno, la fame è la consistenza del bisogno. In questo raccontino surreale il personaggio maggiore ingoia il piccolo se stesso perchè ha necessità  di bere e non importa se dovrà  ingurgitare quel mostriciattolo in miniatura simile a un insetto. Dietro il significato simbolico ovviamente c'è un significato recondito non difficile da intuire. Ognuno di noi viene infettato dal germe patogeno che non è un corpo estraneo o alieno, la vera patologia nasce da noi stessi e si annida nei meandri dell'essere per nuocere, ammalare e distruggere. Una lettura molto interessante, anche perchè la brevità  concentra il messaggio rendendolo incisivo e pregnante.


recensore:

Giuseppe Novellino
Recensione # 6, data 09/08/2010
Bello il racconto. Con un linguaggio poetico, l'autore è riuscito a concentrare la narrazione di un delirio che avrebbe richiesto un ben più nutrito numero di parole e di pagine. Interessante la scelta di non specificare di che sete si tratti, cioè di che liquido sia piena la bottiglia.


recensore:
avatar di Alessandro Napolitano
nw Alessandro Napolitano
sostenitore 2015 (+2)
Recensione # 5, data 08/08/2010
Bella prova, molto particolare.
Ho sottolineato:
"Chissà  cosa pensa, galleggiando a faccia in su, nel guardare il tappo da sotto." Una immagine che mi ha fatto riflettere.

Ciao e benvenuto.


recensore:
risposta dell'autore, data 08/08/2010
A me riesce meglio con poche parole di solito.
Sto scrivendo storie di maggior respiro, ma mi costa fatica e non so quale sarà  il risultato.

Forse non dovrei rispondere qui, prima o poi capirò come funziona.


recensore:
risposta dell'autore, data 08/08/2010
Grazie per il paragone con uno dei miei scrittori preferiti.

Un saluto da Genova, città  dal centro storico vasto, fantastico e magico.

Marco


recensore:

Pia
Recensione # 4, data 07/08/2010
surreale, sì, e visivo. Ho visto l'esserino muoversi nella bottiglia, un semplice movimento una burrasca per lui, non solo è un'ottima idea, ma hai saputo renderla benissimo anche con poche parole, la qual cosa non è assolutamente facile. Bravo davvero e benvenuto


recensore:

Dino
Recensione # 3, data 07/08/2010
A me è piaciuto lo "scontro" tra la luce proveniente dalla lampada con quella proveniente dal sole. E' un'immagine poetica e fantstica che contrasta col resto del racconto di tipo kafkiano(Metamorfosi), surreale ed astratto come la descrizione di un sogno vivido o il desiderio di sdoppiarsi per fugare le paure della vita.


recensore:
Recensione # 2, data 07/08/2010
Molto molto originale sia il contenuto che la forma. Mi è assai piaciuto! Very Happy


recensore:
risposta dell'autore, data 07/08/2010
Grazie! Per fortuna è un incubo frutto della fantasia diurna.

Marco


recensore:
avatar di Massimo Baglione
nw Massimo Baglione
(amministratore)
Recensione # 1, data 07/08/2010
Terribili questi incubi alcolici. Tempo fa li ho assaggiati e li ho dimenticati con piacere.
Molto particolare la forma, mi piace.
PS: benvenuto!





(Licenza di default del sito)
Licenza Creative Commons
Sete di Marco Marengo è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.

(nw Clicca qui per info sulla protezione delle opere.)

up
(torna su)
- recensioni - opere correlate -
Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

odt
nw 2012: la fine di un incubo  (racconto splatter, breve) di Massimo Baglione
(tags: #2012 (2)   #cane (21)   #capodanno (5)   #casa (50)   #fiamme (8)   #fuoco (24)   #gatto (17)   #inquilini (1)   #medicine (5)   #pazzia (8)   #rabbia (16)   #vendetta (18)   #vicina (4)   #alcol (7) )


txt
nw L'ultimo bicchiere  (canzone altro, brevissimo) di Mory
(tags: #alcol (7)   #bicchiere (4)   #canzone (15)   #depressione (7)   #liquido (2)   #negatività (1)   #paura (56)   #riabilitazione (1)   #sconfitta (2)   #vendetta (18)   #verde (18)   #vetro (3)   #angoscia (9) )


txt
nw Come un filo d'erba  (racconto narrativa, breve) di Angela Mori Angelika
(tags: #alcol (7)   #droga (5)   #edera (2)   #foto (7)   #madre (22)   #morte (136)   #prostituzione (3)   #tristezza (25)   #vita (147) )


doc
nw Ex  (racconto noir, medio) di Stefano1
(tags: #alcol (7)   #pioggia (20)   #solo (5)   #milano (11) )


docx
nw La ciliegia  (poesia narrativa, brevissimo) di La Fenice
(tags: #alcol (7)   #alcolizzato (1)   #fumo (10)   #morte (136)   #sigaretta (7)   #umanità (21)   #vizio (2) )


pdf
nw Vigilia di vetro  (racconto narrativa, brevissimo) di Laura Usai
(tags: #alcol (7)   #Vigilia (1) )


rtf
nw Il fulcro del mio essere  (poesia narrativa, brevissimo) di Tizianaiaccarino
(tags: #amore (438)   #ansia (5)   #dolore (59)   #esistenza (17)   #essere umano (3)   #passione (48)   #speranza (84)   #vita (147)   #angoscia (9) )


txt
nw Attendo  (poesia narrativa, brevissimo) di Xavier Wheel
(tags: #angoscia (9)   #ansia (5)   #attesa (17)   #cuore (39)   #malinconia (22)   #perseveranza (1)   #ragione (1)   #sofferenza (13)   #amore (438) )

Elencate 10 relazioni su 83 -
 ... 
 

Utenti iscritti che hanno visitato questa opera


nw Alessandro Napolitano , nw Giacomo Scotti , nw Federica Gazzani , nw Vittorio Scatizza , nw Biancaspina , nw Marco Marengo , nw AlfonsoMormile , nw Salvatore V , nw Stefano di Stasio , nw Randagia , nw Nina Moon , nw Angela Di Salvo , nw Pietro 62pm , nw Mariadele , nw Umberto Pasqui , nw Isabella Galeotti , nw Celeste Borrelli , nw Aradia , nw Patrizia Benetti , nw Ada Cassano , nw Flavio Capelli , nw Andre Spoto , nw Marcello Rizza , nw Massimo Baglione , nw Daniela kiss , nw Arturo Bandini , e altri 2126 visitatori non iscritti.

2,152 visite in totale tra iscritti e visitatori.

up
(torna su)
- recensioni - opere correlate -


Tag a caso:
#nostalgia(17)   #reasonable life rules(3)   #pietre(10)   #tranquillo(3)   #ade(2)   #own ideas(2)   #fotogrammi(2)   #montagne(23)   #bue(2)   #beatles(7)   #difesa(2)   #prete(4)   #verses(3)   #comportamento(3)   #arco(6)   #super poteri(2)   #donne(27)   #commozione(3)   #buchi neri(2)   #arte moderna(2)   #caricatura(3)   #artigli(2)   #presepi(5)   #arrivo(2)   #rapporto(6)   #battaglie(9)   #sci(2)   #magia(26)   #genesi(3)   #padre e figlio(2)   #olio(38)   #ritratti(48)   #light verses(4)   #prato(7)   #fortuna(5)   #dire(2)   #arma(2)   #sexy(7)   #quisqueya(2)   #monica(20)   #tette(2)   #scura(2)   #perche(2)   #brina(2)   #originale(3)   #amsterdam(2)   #toto(2)   #brezza(4)   #cap d agde(3)   #aforismi(3)  
...
Clicca qui per altri.


PayPal
L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .
Grazie, e buon lavoro!

Aruba.it
Creative Commons
PhpBB3

Sito ottimizzato per risoluzioni da 1024x768 a 1280x1024.
Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)
Ti consigliamo caldamente di usare l'ultima versione del browser Mozilla Firefox!


Pagina caricata in 0,49 secondi.


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 18.0101

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Contatti e informazioni

© 2006-2018
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB