Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot
Condividi la vetrina di Alberto Tivoli nei social-network
Vuoi anche tu una tua vetrina?
Entra in BraviAutori.it e registrati. È gratuito!
https://www.braviautori.com/vetrine/albertotivoli/foto_personale.jpg
Non ci crederete ma alla mia
destra c'è Arwen!

Alberto Tivoli
**
Club dei Recensori (6 punti su 100)


Sono nato a L'Aquila durante un nevoso 11 marzo del 1973, per la precisione alle 20:00 di Domenica. E questo mi ha segnato, tuttora adoro intrattenermi in lunghi aperitivi. Dopo la laurea in ingegneria meccanica ho lasciato la mia città natale per lavoro. In realtà non sono andato lontano visto che alla fine mi sono stabilito a Rieti (mi piace pensare che sia accaduto per inconscia predeterminazione, più che per un mero caso della vita). Lavoro per una mutlinazionale farmaceutica e mi occupo di project management e la mia ansia aumenta lungo il ciclo di vita dei progetti: fino a quando si tratta di costruire pezzi di stabilimento e impianti, tutto ok, ma quando poi si passa alle licenze... fortuna che ho dei bravissimi e pazientissimi colleghi!

Ho letto il primo romanzo a otto anni, Viaggio al centro della Terra, che mi venne regalato da una cara zia che, oltre a farmi innamorare della lettura, mi insegnò anche a giocare a Scala 40 e ad apprezzare le Golia gommose alla liquirizia. Da quel momento è iniziato il mio viaggio nella letteratura di ogni genere e di ogni epoca, con una predilezione per il genere fantastico: in particolare amo la fantascienza. Il primo contatto con questo genere avvenne nella cantina della casa del paese dove, tra ciocchi di legna, attrezzi per la campagna, mobili tarlati e ricoperti di marmo, scoprìì una collezione di un centinaio di Urania appartenuti al mio nonno materno. Oltre agli Urania c'erano anche decine di gialli e storie di spionaggio editi con copertine popolate da bond girl. Insomma, un paradiso di letture fantastiche e avventurose da affiancare alle opere di Verne e Salgari. Quando poi mi ritrovai tra le braccia alcuni classici della letteratura appartenuti a mio nonno paterno, le cose cominciarono a farsi serie.

A inizio 2015, durante una pigra mattina che ancora mi vedeva nel letto, ricevetti una telefonata da mio fratello Massimo (anche lui membro di Bravi Autori) che, del tutto inaspettatamente, mi propose un gioco letterario: scrivere un racconto a quattro mani. Impostammo l'esperimento in maniera un pochino particolare, lo basammo sull'improvvisazione. Né io né lui avevamo mai provato a scrivere narrativa e il metodo che adottammo non aiutò: abortimmo il gioco. Ma uno spiritello dispettoso continuò a sussurrare alla mia mente, tentandomi per tutte le settimane successive. Alla fine cedetti e cominciai ad avventurarmi nel meraviglioso e insidioso mondo della scrittura creativa, seguito dopo qualche tempo anche da mio fratello. Ancora non scriviamo un quattro mani insieme ma lo faremo. Sì, lo faremo. Spero non suoni come una minaccia...

Pubblicazioni con Bravi Autori

Da quando ho scoperto questo fantastico portale partecipo alle iniziative letterarie che vengono lanciate. Miei racconti sono presenti nelle antologie di BA e negli ebook delle Gare. Nel mio profilo autore sono elencate le pubblicazioni alle quali ho partecipato (vedi altri link).

Ora come ora scrivo racconti classificabili in diversi generi. Forse un giorno mi specializzerò ma per il momento continuerò i miei esperimenti: dal rosa all'horror, dall'erotico al fantasy e alla fantascienza.

Pubblicazioni al di fuori di Bravi Autori

In ordine cronologico, dal più recente, ecco i miei piccoli grandi successi al di fuori delle iniziative di BA:

- finalista alla IV edizione del Premio Bukowski con il racconto mainstream "Per un giorno fui lupo" in cui interpreto un'attuale ordinaria follia;

- pubblicazione nell'antologia NASF12 (AssoNuoviAutori.org) con il racconto di fantascienza "Gotika", una storia di nanotecnologia che prende il via il giorno dopo un festival indù che ha animato un asteroide;

- pubblicazione del racconto breve "Miniera" nello speciale fantascienza della Writers Magazine Italia. Questo racconto e "Qualcosa di importante" sono stati pubblicati anche nell'antologia Il Magazzino dei mondi 3 di Delos Books, presentato in occasione del festival del libro fantastico Stranimondi 2016;

- "Il primo racconto" è stato il mio ultimo contributo alla collana Le Tre Lune che dopo il numero 15 ha interrotto le pubblicazioni, altri miei racconti sono presenti su LTL 13 e 14. LTL era un'iniziativa AssoNuoviAutori.org;

- pubblicazione nell'antologia NASF11 (AssoNuoviAutori.org) con il racconto di fantascienza "Strapieno di aringhe", una storia triste e felice allo stesso tempo che parla di un diverso che alla fine troverà il suo mondo;

- "Notturno nostalgico" è un racconto noir pubblicato nell'antologia Dentro la città di Fondazione Rosewater;

- sul numero 76 di Robot, nello speciale I Vagoni di Trainville, il mio "Pitture di sabbia" esprime, insieme ad altri 19 racconti, le suggestioni ispirate dalla saga di Trainvile di Alain Voudì (Delos Digital);

- Edizioni Il Quaderno pubblica l'antologia Fantasia al Potere con il mio "Le lacrime di San Lorenzo".

Foto album
stranimondi2016.jpg
In missione a Stranimondi 2016
stranimondi2016-gruppo.jpg
Ecco il gruppo de Il Magazzino dei Mondi
magazzino-dei-mondi-3.jpg
Il Magazzino dei Mondi 3: decine di brevi sogni fantascientifici
premio-unicita.jpg
Premio unicità de Il Quaderno Edizioni
nasf11.jpg
NASF11: contiene il mio primo racconto di fantascienza pubblicato