phone
 1   2   3   4   5   6 
 
Benvenuto!
Wed 22 November [22/9/10 nw EB ]

logo
 
ore: 19:00:11
Questo sito usa funzioni JavaScript. Si consiglia di attivare questa funzionalità nel proprio browser.

qr code

Condividi nei social-network:
Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

Condividi in siti e blog


Elenco Tag dell'opera
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)





Autore di quest'opera:

nw Ilaria Tomasini

Altre opere dell'autore

Titoli simili
nessuno




Mimetismo

(horror, breve)
883 visite dal 20/09/2010, l'ultima volta: 2 settimane fa.
Clicca qui se vuoi vedere tutte le opere del sito, altrimenti vai a Horror .
Per scrivere un commento, vedi sotto. Se vuoi pubblicare una tua opera, clicca qui.
Descrizione: Testo di Ilaria Tomasini
Incipit: Os­servate bene le sue ali, vedete quelle macchie tonde? -
- Sì, sembrano occhi.
- Esatto, servono a confondere e intimorire i predatori. Alcune farfalle hanno disegni che ricordano gli occhi del gufo e così riescono a tenere lontano gli uccelli insettivori. Questa difesa si chiama mi­metismo.
Mimetismo
mimetismo.doc
(38,50 KB)
Tempo di lettura: 5 / 7 minuti.
voce
« (se il testo si legge male,
    clicca sull'icona del documento)

nw entità in quest'opera: nessuna.
up torna su - recensioni - opere correlate -

Recensioni: 6 di visitatori, 6 totali.

NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci nw un'opera a caso .

recensore:

Arcangelo Galante
Recensione # 6, data 20/08/2017
Un anacronistico episodio, nel quale, i due fidanzati, promessi sposi, comunicano fra di loro mediante le regole d'un tempo passato, in cui ci si rivolgeva l'un l'altro, usando la seconda persona del pronome personale (i dialoghi si basano sul voi anziché il tu). Con pacatezza, nello scenario iniziale, la storia diviene, via via, curiosa e avvincente, atta a coinvolgere le attenzioni del lettore. Scritta con stile elegante, la dinamica si sviluppa nella direzione della tensione e del suspense, in modo sottile, fino alla scena finale del "finto" pavone, il quale, divora le sue vittime, mimetizzandosi nell'innocuo volatile. Di piacevole lettura, si evince la creatività dell'autrice, come pure l'originalità nell'aver saputo bene impostare l'avvenimento, senza eccedere nella descrizione di scene cruenti e disgustose. Infine, la scrittura fluida e lineare, adoperata nella narrazione, lascia un intenso stupore in chi legge, proprio per l'imprevedibile finale.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
sostenitore 2009
Recensione # 5, data 20/08/2017
Bel racconto che s’insinua soave in un’atmosfera ottocentesca tutta merletti e galanterie. Il lettore si trova a passeggiare con tranquillità, ammirando farfalle e pavoni, distolto e depistato dalla serenità della situazione, turbata appena da una ragazzina briosa. Forse per questo arriva verso il finale con stupore, sconcerto e infine paura. Tracce che appaiono all’improvviso, dettagli inquietanti, mostri che si rivelano e personaggi che rimangono inconsapevoli, in attesa che noi immaginiamo tutto il loro orrore.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
sostenitore 2009
Recensione # 4, data 17/11/2011
Molto intrigante. Manca un po' di horror vero, ma la tensione cresce piano, sapientemente, fino ad arrivare all'apice nel finale della storia. Ben costruita e buona la pensata sul mimetismo come arma sia di difesa, che come un modo per procacciarsi il cibo. Idea originale e ben sviluppata, magari da arricchire un po'.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
sostenitore 2009
Recensione # 3, data 04/05/2011
Benestanti in ruolo ottocentesco inglese di fronte alla bestia partorita da una natura imprevedibile. Una giovane coppia prossima al matrimonio, trascorre il proprio tempo in amene passeggiate primaverili nel parco di una lussuosa dimora di campagna. Nei loro discorsi si alternano riflessioni sul mimetismo animale e turbamenti di maniera tipici del periodo Vittoriano. L'idea cardine della narrazione è nitida e potenzialmente fertile. Probabilmente lo sviluppo narrativo può essere migliorato soprattutto nella seconda parte del racconto che dà  l'idea di una redazione parzialmente monca. Per esempio, indugiando un po' sull'aspetto emotivo dell'incontro fra James e il "naso-pavone" della bestia. Anche così è chiaro che cosa succede ma il lievitare dell'emozione terrifica nella mente dell'uomo sarebbe molto interessante per il lettore. D'altra parte che horror è? La fine potrebbe essere scritta in modo un po' meno esplicito, lasciando a chi legge il piacere di cogliere questo diverso aspetto del mimetismo, quello del predatore. Fra l'altro, il tipo di mimetismo più usato dall'uomo.
Refusi: p.2 "… spesso salivano sui rami altri degli al-beri..." .
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
sostenitore 2009
Recensione # 2, data 26/10/2010
Una vicenda collocata in tempi non moderni, a giudicare dal "voi" invece del "tu", con cui i due fidanzati promessi sposi comunicano fra di loro. Il racconto inizia in modo pacato ed elegante, ma poi via via, la tensione cresce in modo sottile fino alla scena finale del "finto" pavone che divora le sue vittime mimetizzandosi nell'innocuo volatile.
Un racconto gradevole e originale che non eccede nella descrizione di scene creuente e raccapriccianti, mostra una prosa fluida e lineare e lascia nel lettore un moto di sorpresa per l'imprevedibile e dissonante finale.
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

recensore:

Pia
Recensione # 1, data 21/09/2010
l'idea è molto simpatica, intriga l'idea degli occhi, ed è anche scritto bene. L'unica pecca, se così si può chiamare, a mio avviso è il fatto che l'horror si limita all'ultimissima parte del racconto, e non è molto descritta al contrario di tutto il resto. Mi è piaciuto ma alla fine sono rimasta com insoddisfatta
condividi l'opera usando questa recensione: Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot



(Licenza di default del sito)
Licenza Creative Commons
Mimetismo di Ilaria Tomasini è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.

(nw Clicca qui per info sulla protezione delle opere.)

up torna su - recensioni - opere correlate -
Nessuna opera correlata

Utenti iscritti che hanno visitato questa opera

up torna su - recensioni - opere correlate -
L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista una delle nostre Pubblicazioni. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .
Grazie, e buon lavoro!

php
Contatore sito
MySQL
Aruba.it
Creative Commons
PhpBB3

Sito ottimizzato per risoluzioni da 1024x768 a 1280x1024.
Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)

ti suggeriamo caldamente di usare il browser Firefox!

Pagina caricata in 0,93 secondi.


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 17.0921

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

Paolo Dolci, for his help in characters encoding
and
all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

Contatti e informazioni

© 2006-2017
All rights reserved

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB




FaceBookTwitterForumLuluAmazonBlogger
Feed RSS