phone
 1   2   3   4   5   6 
 
Benvenuto!
Wed 26 April [26/2/10 nw EB ]

logo
 
ore: 0:07:59

qr code
*
è tra i primi 10!
dal 2016 (opere commentate)

Condividi nei social-network:
Segnala su FacebookSegnala su TwitterSegnala su Blogspot

Condividi in siti e blog


Elenco Tag dell'opera





Autore di quest'opera:

avatar di Nembo13
nw Nembo13
pm contatta




Loro ridono

(narrativa, breve)
216 visite dal 30/10/2016, l'ultima volta: 5 giorni fa.
Clicca qui se vuoi vedere tutte le opere del sito, altrimenti vai a Narrativa .
Per scrivere un commento, vedi sotto. Se vuoi pubblicare una tua opera, clicca qui.
Descrizione: Una vittima dell'olocausto.
Incipit: La luce penetra tra le lamelle delle persiane, entrando timida, come se non sapesse che sono sveglio da un po’. Il sogno è stato peggiore delle altre volte. E io che pensavo che non ci sarebbe mai potuto essere di peggio. Deve essere stato il mio cervello stanco di sognare sempre le stesse cose. Così, a introdurre novità al sogno, ci hanno pensato i ricordi più oscuri. Quelli che avevo pensato bene di chiudere nelle gabbie più remote della mia mente, per poi buttare via la chiave.
Loro ridono
loro-ridono.docx
(21,26 KB)
Tempo di lettura: 2 / 4 minuti.
voce
(se il testo si vede male,
clicca sull'icona del documento)

nw entità in quest'opera: nessuna. Aggiungine una tu!
up torna su - recensioni - opere correlate -

Recensioni: 5 di visitatori, 10 totali.

Recensisci nw un'opera a caso .

recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
risposta dell'autore, data 28/02/2017
Grazie, Sabyr L. Sono contento che il racconto ti abbia colpito. Originale anche l'interpretazione che ne hai dato Very Happy
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
Recensione # 5, data 28/02/2017
Un racconto crudo, realistico, sospeso tra il sogno e la verità, meglio dire forse l'incubo e la verità. Mi piace l'impatto forte sul lettore, che è poi la prima cosa che una storia di soprusi e violenza deve procurare.Il finale resta in bilico tra reale e immaginario, se vogliamo, azzardando, alla "Inception"..Sarà successo davvero? È solo una fantasia malata del personaggio? É un ricordo?...E in sottofondo la figura innocente dei bambini che ridono, che diventa perfino inquietante...Racconto ben riuscito, efficace, mi ha colpito...
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
risposta dell'autore, data 13/01/2017
Grazie, Sartisa. Molto felice che anche tu abbia dedicato il tuo tempo a leggere questo racconto, e molto felice delle belle parole che hai speso nella tua recensione.
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
Recensione # 4, data 12/01/2017
Feroce terribilmente brutale. Questo racconto, sembra un episodio di una lunga storia. Sì la interpreto così. È un estratto quello più significativo, quello più espressivo dove l'attore deve subire tutte quelle angherie e cattiverie. Le emozioni non mancano. Hai attirato la mia attenzione fino in fondo all'episodio. già ripeto episodio perchè non si sa il perchè non si sa come mai lui si trova lì. Ma comunque l'effetto emozionante l'hai raggiunto. L'astuzia dei bambini che ridono, loro piccoli ingenui che vedono la vita sotto un altro punto di vista. Ottimo.
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
risposta dell'autore, data 12/01/2017
Grazie, Arcangelo. Come sempre, una recensione che denota una lettura profonda e accurata. Contentissimo che tu lo abbia recensito.
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
Recensione # 3, data 12/01/2017
Una descrizione accurata di miriadi di sensazioni provate e ricordi che mai smetteranno di cessare in un animo tormentato e distrutto da un passato, sempre “presente”. Il racconto si legge in un fiato e colpisce il lettore, soprattutto per la rabbia che scaturisce, riga dopo riga, quasi come un pugno allo stomaco, sferrato con inaudita violenza. Sopravvivere a tanto dolore, ma, soprattutto, poterlo ricordare a chi non ha vissuto in prima persona simili esperienze, deve essere la missione principale, al fine di far conoscere al mondo intero sino a che punto può arrivare la “bestialità” del genere umano. Molto toccante l’intero testo e davvero significativa quella punta di “ironia” finale… con bambini sorridenti, del tutto ignari, per loro fortuna, di quanto accaduto: “tutto sommato, sono servito a qualcosa di buono”, a non far dimenticare chi ha perso la vita in una tragedia mondiale ed ora …è come foglia al vento!
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
risposta dell'autore, data 01/12/2016
Grazie Fausto, le tue parole mi fanno molto piacere e sono contento che il racconto sia riuscito a trasmetterti emozioni.
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
Recensione # 2, data 01/12/2016
Atroce. atroce e tremendo nella sua veridicità.
hai scritto e descritto alla perfezione come si può sentire una persona che ha dovuto sottostare a tutti quelgi oltraggi, fisici, psichici e spirituali.
mi hai fatto vedere le scene, orribili ma reali
mi hai fatto provare rabbia e mi hai portato alla commozione
non posso aggiungere altro
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
risposta dell'autore, data 01/11/2016
Grazie, Ida, per aver letto attentamente anche questo testo.
recensore:
avatar di Nembo13
nw Nembo13
Recensione # 1, data 01/11/2016
Terribile. Non esiste una parola peggiore o più grande, purtroppo, per definire quello che evochi con questo racconto, la cattiveria umana senza confine, il peggio che l'umanità può tirare fuori da se stessa. Mi hai ricordato l'ultimo gesto di Primo Levi che aveva resistito, che era ritornato per raccontare, che aveva sofferto per l'incredulità e l'indifferenza. Credo che queste ultime siano la peggior cosa, se in qualche modo si sopravvive all'inferno concreto della sofferenza fisica, all'ingiusto strappo di quello che ci appartiene, alle ferite dell'anima e della dignità, non si può far fronte al muro di gomma di chi non vuol sentire. Gli orribili ricordi del tuo protagonista non sono riusciti a spezzarlo quanto quelle risatine finali che richiamano il ridere del titolo, facendo di questo testo una profonda tromba di scale dentro cui anche il lettore precipita con la gola serrata.


(Licenza di default del sito)
Creative Commons License
Loro ridono di Massimo Tivoli è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia. L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.

(nw Clicca qui per info sulla protezione delle opere.)

up torna su - recensioni - opere correlate -
Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera
pdf
nw Il sottomarino degli scellerati  (fantascienza, breve) di Vihio
(tags: fusione (3) , nucleare (4) , olocausto (2) , sbronza (1) , sottomarino (1) , cretineria (1) )



Elencate 2 relazioni su 2 -

Utenti iscritti che hanno visitato questa opera

up torna su - recensioni - opere correlate -
L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista una delle nostre Pubblicazioni. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .
Grazie, e buon lavoro!

Aruba.it
Creative Commons
PhpBB3

Sito ottimizzato per risoluzioni da 1024x768 a 1280x1024.
Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)

ti suggeriamo caldamente di usare il browser Firefox!

Pagina caricata in 0,44 secondi.


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 17.0410

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

Paolo Dolci, for his help in characters encoding
and
all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

Contatti e informazioni

© 2006-2017
All rights reserved

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB




FaceBookTwitterForumLuluAmazonBlogger
Feed RSS