Oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta

Qui si può discutere di qualsiasi altra cosa non prevista dalle nostre sezioni. (vedi regole del forum).
Avatar utente
carlocelenza
Sembro imbranato ma...
Messaggi: 419
Iscritto il: 05/03/2009, 9:37
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2008 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019 (+4)
diventa anche tu un sostenitore!

Oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta

Messaggio da leggere da carlocelenza » 11/07/2019, 9:19

Di incontri pericolosi il nostro pianeta ne ha fatti tanti nel corso della sua vita.
La Terra è un pianeta e altro non può fare che cercare di resistere facendo affidamento sulle sue spalle robuste, ma noi abbiamo altre possibilità.
Di oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta ne conosciamo parecchi, e proprio in questi mesi ce ne passerà vicino uno di una quarantina di metri di diametro.
Una misera quarantina di metri, già, un palazzo di dieci piani, se ci pensate bene, quindi piccolo per modo di dire considerando che nel 2029 arriverà Apophis che è dieci volte più grande.
Ora mi chiedo, visto che si fanno mille ipotesi su come difendersi da questi cattivi soggetti, ora che ce ne passa uno così vicino fare un tentativo per distruggerlo no?
Mi sa che quelle ipotesi siano proprio solo delle ipotesi e che non ci sia una vera e reale intenzione di fare qualcosa.
Generalmente prima di andare a caccia si controlla l'attrezzatura, si verifica l'allineamento del mirino o almeno si fa qualche tiro di prova, o no?
Purtroppo ogni tiro di fucile costa e nel nostro caso i costi sono elevatissimi e posso capire che si tiri a risparmiare per fare qualcosa di più grosso, ma se il vero motivo di questo immobilismo è sul serio solo economico allora io mi preoccupo e non dovrei essere il solo a farlo.
Il valore della nostra vita dovrebbe essere al di sopra di ogni cosa, gli sforzi fatti per proteggerci dagli scherzi del destino non dovrebbero avere costi, visto che sono per tutti noi ma, a quanto vedo la mentalità dei governi non cambia.
Possiamo fare qualcosa?
Penso che dovremmo proprio, tutto quello che minaccia la nostra specie deve essere reso pubblico e se non ci dicono tutto non ci stanno dicendo niente.
Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8900
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2007 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw

Re: Oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 11/07/2019, 13:45

Possiamo fare qualcosa?
Penso che dovremmo proprio, tutto quello che minaccia la nostra specie deve essere reso pubblico e se non ci dicono tutto non ci stanno dicendo niente.
Sto scrivendo un nuovo libro proprio su argomenti simili, e so che anche tu stai per uscire con una tua pubblicazione che avrà molto ache fare con tutto ciò :-)
Anch'io rispondo "sì, dovremmo proprio fare qualcosa", ma se la minaccia è troppo grossa, tu pensi di volerlo apere o preferiresti accorgertene da te quando ormai mancherebbero poche ore?
Questo è uno dei punti che sto tentando di analizzare a fondo nel mio testo.
In caso di minaccia impossibile da evitare, io non vorrei sapere nulla, tanto cosa mi cambia? Tanto vale vivere la quotidianità finché possibile invece che star lì a preoccuparsi per qualcosa a cui non si può porre rimedio.
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Teseo Tesei
Pubblicista
Messaggi: 96
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw

Re: Oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 11/07/2019, 19:54

Scusate ma non ho resistito nel commentare con la seguente citazione che parrebbe assira del 2800AC:
"La terra sta degenerando; la disonestà e la corruzione abbondano; i figli non rispettano i genitori; ogni uomo vuole scrivere un libro ed è perciò evidente che la fine del mondo si approssima a grandi passi". :-D

Detto questo, credo che la resilienza umana e la capacità di reazione della nostra specie sia tale da poter superare qualsiasi ostacolo.
Dal punto di vista dell'ordine pubblico certamente sarebbe auspicabile che il panico non si diffonda prendendo il sopravvento. Anche se questo è già di per sé sintomo di cattiva salute piuttosto che naturale essenza dell'essere umano, come viceversa, con dolo, questo vien spesso fatto passare.
Invece come essere umano sarei indubbiamente più propenso ad essere informato anche in caso di minaccia impossibile da evitare. Sebbene la vera minaccia per l'uomo consiste in ben altro.

Spiego le ragioni:
1) Finché siamo vivi la speranza vive con noi. Da morti anche la luce vive con noi, salvo preferiamo spegnerla.
2) Dobbiamo avere il coraggio dei forti, non quello dei disperati. Per poter vivere in queste condizioni abbiamo bisogno di tutte le nostre energie fisiche e morali. Affinché questo sia possibile è necessario che la nostra determinazione nasca dal profondo del nostro cuore. Per poterlo realizzare la nostra vita deve essere onesta , semplice e serena. Se necessario possiamo così camminare verso la morte con animo tranquillo e sereno, ma non tanto con rassegnazione, piuttosto con fervida speranza e certezza di continuare a vivere, poiché questa è la nostra natura.
3) L'Anima umana non muore quando resta nella la luce di Dio, cosa dovremmo temere dunque?
4) La fede aiuta.

Contributo al "libro che ogni uomo vuole scrivere" e che effettivamente scrive ogni giorno della sua vita:
Devi avere il coraggio dei forti, non quello dei disperati: per alcuni è legge. ;)

https://www.youtube.com/watch?v=EYA22qeFjXY
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine
Immagine

Avatar utente
Marco Daniele
Pubblicista
Messaggi: 80
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2018 (profili visti)
dal 2018 (recensiti)
dal 2017 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 11/07/2019, 20:21

carlocelenza ha scritto:
11/07/2019, 9:19
Di oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta ne conosciamo parecchi, e proprio in questi mesi ce ne passerà vicino uno di una quarantina di metri di diametro.
Una misera quarantina di metri, già, un palazzo di dieci piani, se ci pensate bene, quindi piccolo per modo di dire considerando che nel 2029 arriverà Apophis che è dieci volte più grande.
Ora mi chiedo, visto che si fanno mille ipotesi su come difendersi da questi cattivi soggetti, ora che ce ne passa uno così vicino fare un tentativo per distruggerlo no?
Mi sa che quelle ipotesi siano proprio solo delle ipotesi e che non ci sia una vera e reale intenzione di fare qualcosa.
Proprio qualche tempo fa leggevo di una ricerca della Johns Hopkins University in cui è stato dimostrato che distruggere un asteroide è molto più difficile di quanto si pensasse, perché bisogna colpirlo con energia tale da impedire che l'attrazione gravitazionale del nucleo lo ri-assembli. Senza contare che mandare in frantumi un oggetto di quelle dimensioni significa generare una pioggia di frammenti potenzialmente pericolosa, di cui diventa quasi impossibile determinare ogni singola traiettoria: della serie "risolvo il problema grosso ma ne creo centinaia di più piccoli". Quindi finché gli scienziati non avranno la certezza quasi assoluta meglio lasciarli ai calcoli e alle simulazioni, invece di imbarcarsi in tiri al bersaglio che potrebbero fare più danni che altro.
Immagine

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine


Immagine

Avatar utente
carlocelenza
Sembro imbranato ma...
Messaggi: 419
Iscritto il: 05/03/2009, 9:37
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2008 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019 (+4)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta

Messaggio da leggere da carlocelenza » 11/07/2019, 20:36

Non parlavo di distruggerli, il riferimento al fucile era limitato al fatto che è un attrezzo da usare e qualcosa dovremo usare se vogliamo deviarli. Fare un collaudo con un oggetto non enorme e abbastanza vicino faciliterebbe le cose e ci darebbe molti dati da elaborare. Per ora ci stiamo limitando a dire dove passeranno. Tra dieci anni a quel che dicono Apophis passerà molto più vicino a noi. Qualcuno dice che impatterà, qualcuno no, ma io comunque un comitato di benvenuto lo preparerei e farei parecchie prove prima di decidere cosa fare veramente. Dieci anni non sono molti.
Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Marco Daniele
Pubblicista
Messaggi: 80
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2018 (profili visti)
dal 2018 (recensiti)
dal 2017 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Oggetti in rotta di collisione col nostro pianeta

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 11/07/2019, 20:51

Ah ok, avendo tirando in ballo il fucile pensavo intendessi distruggerli, non deviarli. Quella sarebbe la soluzione migliore e "indolore". Non sono esperto in materia, ma al momento l'ESA dovrebbe essere al lavoro sulla missione Asteroid Impact & Deflection Assessment (AIDA), che in realtà è una doppia missione di cui una dovrebbe partire nel 2021 e l'altra nel 2023, per cui le "prove" per vedere se il fucile spara sono in programma, salvo cambiamenti dell'ultim'ora.
Quanto ad Apophis, le stime più recenti e attendibili dicono che non c'è alcun rischio di collisione per il 2029 e nemmeno per il 2036, il resto che circola su internet è paranoia dei complottisti e degli anti-scientisti. Semmai bisogna stare attenti all'avvicinamento al 2068, lì le possibilità saranno quasi 7 su un milione, ma mi piace pensare che per quella data l'umanità avrà accumulato una minima esperienza nella deviazione degli asteroidi.
Immagine

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine


Immagine

Rispondi

Torna a “Off-topic”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 67 - Cavalieri di ieri, di oggi e di domani

La Gara 67 - Cavalieri di ieri, di oggi e di domani

(novembre 2017, 30 pagine, 736,36 KB)

Autori partecipanti: Nunzio Campanelli, Alberto Tivoli, Daniele Missiroli, Lodovico, Massimo Tivoli, Conrad, Carlocelenza, Patrizia Chini.
a cura di Ida Dainese.
Scarica questo testo in formato PDF (736,36 KB) - scaricato 43 volte.
oppure in formato EPUB (907,03 KB) (vedi anteprima) - scaricato 37 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 60 - Metropolis

La Gara 60 - Metropolis

(agosto/ottobre 2016, 24 pagine, 745,43 KB)

Autori partecipanti: Giorgio Leone, Alberto Tivoli, Massimo Tivoli, Mirtalastrega, Gabriele Ludovici, Ilaria Rucco, Eliseo Palumbo.
a cura di Lodovico.
Scarica questo testo in formato PDF (745,43 KB) - scaricato 44 volte.
oppure in formato EPUB (490,62 KB) (vedi anteprima) - scaricato 57 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 22 - Un'estate al mare.

La Gara 22 - Un'estate al mare.

(luglio 2011, 40 pagine, 693,14 KB)

Autori partecipanti: Ser Stefano, Aleeee76, Mastronxo, Arditoeufemismo, Tania Maffei, Stefano di Stasio, Morgana Bart, Polissena, Skyla74, Licetti.
A cura di Licetti.
Scarica questo testo in formato PDF (693,14 KB) - scaricato 286 volte.
oppure in formato EPUB (561,30 KB) (vedi anteprima) - scaricato 201 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


BReVI AUTORI - volume 4

BReVI AUTORI - volume 4

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Ida Dainese, Angela Catalini, Mirta D, Umberto Pasqui, Verdiana Maggiorelli, Francesco Gallina, Francesca Santucci, Sandra Ludovici, Antonio Mattera, Francesca Paolucci, Enrico Teodorani, Laura Traverso, Romina Bramanti, Alberto Tivoli, Fausto Scatoli, Cinzia Iacono, Marilina Daniele, Francesca Rosaria Riso, Francesca Gabriel, Isabella Galeotti, Arcangelo Galante, Massimo Tivoli, Giuseppe Patti, SmilingRedSkeleton, Alessio Del Debbio, Marco Bertoli, Simone Volponi, Tiziano Legati, Francesco Foddis, Maurizio Donazzon, Giovanni Teresi, Sandro Pellerito, Ilaria Motta.
Vedi ANTEPRIMA (730,53 KB scaricato 56 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Vivere con 500 euro al mese nonostante Equitalia

Vivere con 500 euro al mese nonostante Equitalia

la normale vita quotidiana cos&iacute; come dovrebbe essere

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Vi voglio dimostrare come con un po' di umiltà, di fantasia e di buon senso si possa vivere in questa caotica società, senza possedere grandi stipendi e perfino con Equitalia alle calcagna. Credetemi: è possibile, ed è bellissimo!
Vedi ANTEPRIMA (108,61 KB scaricato 165 volte) -
Compralo su   luluamazon
Downgrade

Downgrade

Riduzione di complessità - il libro Downpunk

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
è probabilmente il primo libro del genere Downpunk, ma forse è meglio dire che il genere Downpunk è nato con questo libro. Sam L. Basie, autore ingiustamente sconosciuto, presenta una visione dell'immediato futuro che ci lascerà a bocca aperta. In un futuro dove l'individuo è perennemente connesso alla globalità tanto da renderlo succube grazie alla sua immediatezza, è l'Umanità intera a operare su se stessa una "riduzione di complessità", operazione resa necessaria per riportare l'Uomo a una condizione di vita più semplice, più naturale e più... umana. Nel libro, l'autore afferma che "anche solo una volta all'anno, l'Essere umano ha bisogno di arrangiarsi, per sentirsi vivo e per dare un senso alla propria vita", ma in un mondo dove tutto ciò gli è negato dall'estremo benessere e dall'estrema tecnologia, le menti si sviluppano in maniera assai precaria e desolante, e qualsiasi inconveniente possa capitare diventerà un dramma esistenziale.
Di Sam L. Basie
a cura di Massimo Baglione.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,50 MB scaricato 203 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.