Sei pronto per il cambiamento?

Spazio dedicato alla Gara stagionale di primavera 2019.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
0
Nessun voto
2 - mi piace pochino
0
Nessun voto
3 - si lascia leggere
3
25%
4 - è bello
8
67%
5 - mi piace tantissimo
1
8%
 
Voti totali: 12

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 22/03/2019, 21:48

Quando arrivo alla macchina noto che c’è qualcosa sotto il tergicristallo. Non è una multa, è un volantino pubblicitario. Lo prendo e sto per appallottolarlo e gettarlo nel cestino, ma una scritta azzurra attira la mia attenzione: “Sei pronto per il cambiamento?” Più sotto, un titoletto in nero: “Migliora la tua vita in pochi semplici passi”; c’è l’immagine di una mano aperta e del testo sovrapposto. Salgo in auto e lo appoggio sul sedile del passeggero, poi parto. Il primo semaforo che incontro è rosso, così raccolgo il volantino e lo leggo.
“Trova dentro di te le energie per cambiare la tua vita. Quante volte ti capita di sentirti insoddisfatto del tuo lavoro, delle tue relazioni sociali, del poco tempo che riesci a dedicare a te stesso? Spesso ritieni che tutto questo sia immutabile e ne dai la colpa a fattori esterni, ma è un atteggiamento sbagliato. La prima cosa da fare è accettare che solo tu sei l’artefice del tuo destino. Non c’è bisogno di mutare radicalmente stile e abitudini di vita, basta concentrarsi su azioni e gesti ripetitivi che presi nel loro complesso ti impediscono di realizzare completamente i tuoi desideri. Prova a cambiare la routine quotidiana e in breve tempo svilupperai la capacità di dedicarti alle cose veramente importanti. Il cambiamento non è un salto nel vuoto, il cambiamento è un lungo percorso fatto di piccoli passi.”
Il clacson dell’auto che mi segue mi distoglie dalla lettura, alzo gli occhi e vedo che il semaforo è verde. Faccio un cenno di scusa con la mano e parto.

Sono un tipo abitudinario, seguo rituali precisi. La sera, prima di dormire, di solito leggo sempre un po’, poi spengo la luce e mi giro sul fianco destro. Ma ultimamente il mio sonno è popolato di sogni bizzarri, talvolta di incubi. Forse è perché sbaglio posizione nel letto.
“Il cambiamento non è un salto nel vuoto, il cambiamento è un lungo percorso fatto di piccoli passi.”
Stasera faccio uno di quei piccoli passi. Spengo la luce e mi giro sul fianco sinistro.
Ma il sonno tarda a venire, mi ritrovo lentamente a scivolare dentro una dimensione a metà strada fra la veglia e l’incoscienza. È come quando si sogna e sappiamo di sognare, ma non riusciamo a esserne del tutto convinti, per cui ci rimane il dubbio che quella sia la realtà.
Sono al buio, nel mio letto, coricato sul fianco sinistro, con le ginocchia leggermente piegate, non nella classica posizione fetale, ma in una che le assomiglia, solo un poco più distesa. I lievi rumori tipici di ogni abitazione sono amplificati dall’oscurità, ma mi sembra che stasera abbiano un tono e un’intensità diversi dal solito. Quel fruscio è, probabilmente, l’acqua che scorre in un tubo, ma assomiglia anche a un rumore di trascinamento, di qualcosa che viene spostata. Chi può essere a spostare qualcosa in casa mia, di notte, mentre sono a letto e dormo, o almeno dovrei? Può darsi che ci sia un intruso, che sia entrato forzando una finestra? E per fare cosa, rubare? Ma forse non è un ladro, magari è venuto per fare altro…
E se il cambiamento avvenisse tramite agenti che operano nell’oscurità, all’insaputa di tutti? Inizio a fantasticare su un’organizzazione segreta che ha mandato i propri uomini a modificare la disposizione dei mobili e delle suppellettili di casa mia. In maniera del tutto arbitraria questi agenti del cambiamento, silenziosi e vestiti di nero come guerrieri ninja, spostano di pochi centimetri il tavolo della cucina, il mobiletto in bagno e la libreria del soggiorno, prendono un oggetto e lo scambiano di posto con un altro. Un’inquietudine crescente mi induce a immaginare i possibili scenari derivanti da queste azioni: il telecomando non più a portata di mano accanto al divano, la bottiglia di birra nascosta dietro un cesto di lattuga in frigo e addio all’automatismo di una serata davanti alla tv. E questo sarà solo l’inizio, chissà quante altre vecchie abitudini sostituirò con delle nuove, credendo di farlo per libero arbitrio, per normale usura delle consuetudini, senza sapere che invece dipende tutto dalla volontà di qualcun altro, di qualcuno che, per giunta, si fa beffe di me, invitandomi a prendere in mano la mia esistenza con un volantino dalla grafica scadente. Domani non mi accorgerò di queste lievi modifiche, marginali, certo, ma il cambiamento avrà messo il primo seme e il germoglio che spunterà scatenerà un processo inarrestabile, un effetto domino su tutti gli eventi futuri della mia vita.
In preda all’ansia accendo la luce dell’abat jour, mi alzo dal letto e faccio un giro del mio appartamento, esploro accuratamente ogni stanza. Non trovo nessun uomo col passamontagna, non ci sono segni evidenti di oggetti fuori posto. Forse ho dormito e sognato senza accorgermene, o forse stasera sono solo più paranoico del solito. Per sicurezza, prima di tornare a letto, prendo un rotolo di nastro adesivo di carta, strappo alcuni pezzetti e segno sul pavimento la posizione esatta delle zampe del tavolo della cucina. Scatto decine di fotografie con lo smartphone, immortalando ogni dettaglio della mia abitazione. Poi torno a distendermi e spengo la luce. Ma questa volta mi giro sul solito fianco destro.
Meglio essere prudenti, stanotte non mi sembra il momento giusto per dare inizio al cambiamento.
Ultima modifica di Roberto Bonfanti il 07/04/2019, 22:24, modificato 2 volte in totale.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Avatar utente
Isabella Galeotti
Apprendista
Messaggi: 186
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 24/03/2019, 11:02

Come sempre scritto divinamente. Il cambiamento, lo ritengo un fatto quotidiano. Ogni giorno bisogna fare qualche cosa di diverso. Il nostro cervello adora le abitudini e si assopisce. Quindi dobbiamo stimolarlo con nuove e impreviste azioni. Ad esempio strada nuova, se sei destro usare la sinistra, e via così. In questa maniera aiuti il cervello a rimanere attivo e a non sedersi sul divano con una bottiglia di birra. Il racconto parte da un volantino, e il protagonista poi fantastica sul cosa significa "cambiamento". Lo sviluppo è calzante e cattura l'attenzione del lettore fino al termine del brano. La parte che mi è piaciuta maggiormente sono due. Quando legge con il semaforo rosso...chi non lo fa???? e poi quando prende l'adesivo e lo pone a terra....bellissima immagine.
Immagine

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 142
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Draper » 24/03/2019, 17:08

Ciao, Roberto. Questo racconto nuovo è abbastanza ansiogeno, e pur non scendendo nel dettaglio, ma limitandosi a una brevissima ipotesi del protagonista, lascia con molte più domande che risposte, in un'infinita catena di "e se, e se, e se". L'ho apprezzato molto, soprattutto perché - a livello di sensazioni, non di trama - mi ha ricordato molto un racconto breve di Stephen King intitolato "Il dito". Alla prossima!

P.S.

Verso la fine del racconto c'è un refuso, "accento" invece di "accendo" la luce :-D
Ultima modifica di Draper il 25/03/2019, 14:59, modificato 1 volta in totale.
Immagine

Avatar utente
Marco Daniele
Foglio bianco
Messaggi: 40
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 24/03/2019, 19:14

Racconto davvero gustoso da leggere, comico-grottesco nella descrizione delle paranoie del protagonista ma non per questo incapace di riflessioni più serie.
In questo caso specifiso si riflette sull'illusorietà (o sull'illusione dell'illusorietà) del libero arbitrio. Ci crediamo fabri fortunae nostrae e invece potremmo essere semplici marionette manovrate da gente nell'ombra, come del resto succede continuamente coi mass media e la pubblicità... o viceversa, pensare di non essere padroni del nostro destino potrebbe essere una scelta di comodo per non dover prendere davvero decisioni, una facile scappatoia per la nostra coscienza.
Immagine

Immagine

Laura Traverso
Apprendista
Messaggi: 140
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 24/03/2019, 22:39

Il racconto è fluido, ben scritto e contiene un messaggio non da poco. Intanto invita a riflettere su quanto, in realtà, la maggior parte della gente vada avanti ricalcando le proprie abitudini e sia poco incline al cambiamento. Il protagonista della storia, poi, di abitudini vive, anche se, stimolato dal volantino, riflette e prova a cambiare. Mi è piaciuta particolarmente la descrizione del momento precedente al sonno: qui, l'abitudinario, ha la necessità di una posizione precisa per potersi abbandonare tra le braccia di Morfeo. Bravo Roberto, il racconto è originale e non banale.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 24/03/2019, 23:58

Grazie per il commento Isabella, troppo buona!
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 25/03/2019, 0:01

Ciao Draper, ti ringrazio per la segnalazione (i refusi, maledetti!) e per il tuo apprezzamento. Il racconto di King non lo conosco, lo vado a cercare.
Ultima modifica di Roberto Bonfanti il 25/03/2019, 0:13, modificato 1 volta in totale.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 25/03/2019, 0:04

Grazie Marco, mi piace molto la tua analisi centrata sull'illusione del libero arbitrio.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 25/03/2019, 0:11

Ciao Laura, ti sono davvero grato per il tuo bel commento. Hai ragione, le abitudini sono dure a morire!
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Namio Intile
Foglio bianco
Messaggi: 30
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Namio Intile » 27/03/2019, 11:06

Mi è piaciuto. Più che un racconto umoristico l'autore punta tutto sull'ironia con una certa maestria. Tema centrale del racconto è la lunga dissertazione contenuta nel volantino. La mia impressione è che sia tratta da un qualche testo di mental coaching. L'argomento è trattato con la dovuta ironia fino all'epilogo finale, davvero molto spassoso.

Per conto mio non sono un fautore del cambiamento per sé e non lo ritengo un valore in quanto tale. La reiterazione di azioni e comportamenti, la routine, offrono in realtà innumerevoli vantaggi e rappresentano il modo normale con cui apprendiamo, amiamo, viviamo tranquilli.
A presto

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 27/03/2019, 20:23

Grazie Namio, il testo del volantino è un collage di frasi fatte tipiche dei corsi motivazionali.
Per quanto riguarda il cambiamento ritengo che sia la conseguenza di necessità, autoimporselo non funziona.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Trevigiana
Foglio bianco
Messaggi: 2
Iscritto il: 12/01/2019, 10:39

Commento

Messaggio da leggere da Trevigiana » 29/03/2019, 23:30

Punti di forza del racconto: sviluppo dell'intreccio, vocabolario, inserimenti filosofici.
Punti deboli: uno soltanto, il tempo della narrazione, che, nella seconda metà, si dilata in descrizioni troppo particolareggiate. Refusi trascurabili.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 31/03/2019, 22:46

Ti ringrazio per il commento, Trevigiana, dal quale traggo un bilancio comunque positivo, considerando i pro e i contro. Probabilmente hai ragione riguardo alle minuziose descrizioni della seconda parte, fanno parte del mio tentativo di rendere evidente la psicologia del personaggio. Nella palestra di queste gare mi piace sperimentare forme narrative diverse dallo stile in cui mi trovo più a mio agio, di solito prediligo i dialoghi, qui praticamenti assenti, se si escude quello interiore del protagonista.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Avatar utente
Fausto Scatoli
Necrologista
Messaggi: 262
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
posizione nel Club recensori: cdr: **
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli » 03/04/2019, 19:41

simpatico e piacevole, tuttavia non mi ha trascinato.
scritto benissimo, praticamente senza refusi, descrive una situazione in cui molti, se non tutti, si possono rispecchiare.
pure io mi ci sono visto, a dire la verità, e ho anche provato il cambiamento, ma non è questo il luogo.
tornando alla storia, forse mi ha trasmesso troppa arrendevolezza, magari è questo il motivo per cui non mi ha preso del tutto.
in ogni caso il giudizio è positivo.
alla prossima
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Immagine

https://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 05/04/2019, 20:17

Ti ringrazio per il commento, Fausto.
Sull'arrendevolezza del protagonista hai ragione, diciamo che l'ho usata per metaforizzare quanto sia difficile cambiare abitudini e stile di vita.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

AACiola
Foglio bianco
Messaggi: 44
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da AACiola » 10/04/2019, 18:33

Bel racconto, scritto molto bene e dal soggetto interessante. Soprattutto nel lavoro siamo ormai tutti tempestati e coinvolti in corsi motivazionali per fronteggiare il cambiamento (magari ci fosse da parte della aziende lo stesso impegno nel garantire ai propri dipendenti una vita meno stressante e un budget meno collegato ai risultati...). Comunque in questo racconto il tema è stato affrontato in modo piacevole e originale.
Angelo Antonio Ciola
www.ciola.it
Immagine

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Pubblicista
Messaggi: 92
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 13/04/2019, 16:29

Molto bello, a partire dalla forma, come sempre impeccabile. Il racconto mi ha fatto ripensare a "Essi vivono", quel vecchio film di Carpenter; qui non ci sono alieni di mezzo ma il protagonista si interroga sul proprio libero arbitrio e cerca di capire cos'è che lo condiziona.
Viviamo in una società in cui la gratificazione è tutto e spesso si finisce per mascherare le proprie frustrazioni... il cambiamento "vero" sembra un'opzione non contemplabile.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 18/04/2019, 0:17

Grazie per il tuo bel commento Angelo. Mi fa piacere che il mio raccontino abbia fatto emergere tante sfaccettature sul significato del termine "cambiamento".
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 18/04/2019, 0:19

Ti ringrazio, Gabriele. Mi ricordo del film Di Carpenter, in qualche modo hai ragione: c'è affinità sull'interpretazione del libero arbitrio.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

FilippoDiLella
Foglio bianco
Messaggi: 7
Iscritto il: 27/11/2016, 11:24

Commento

Messaggio da leggere da FilippoDiLella » 23/04/2019, 20:37

Racconto che crea un certo tipo di tensione, quasi ansia. C'è atmosfera ed è molto ben scritto.
Personalmente ci vedo un certo tipo di retorica del cambiamento da spot elettorale anche se le domande che il testo pone in sé non sono affatto banali. Il ritmo è in crescendo e il fraseggio tiene il tempo, appropriato il finale e nemmeno troppo scontato.
A presto e un caro saluto.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Sei pronto per il cambiamento?

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 23/04/2019, 23:14

Ciao Filippo, contraccambio il saluto e ti ringrazio per l'apprezzamento e le tue considerazioni.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Selene Barblan
Foglio bianco
Messaggi: 26
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan » 30/04/2019, 21:59

Ciao, trovo che il racconto sia scorrevole, scritto bene e apprezzo l'ironia, soprattutto nel finale. Il personaggio è molto vivo e realistico, rispecchia una quotidianità che permette al lettore di immedesimarsi. La vicenda é secondo me abbastanza coinvolgente. Magari snellirei l'annuncio del volantino.

Rispondi

Torna a “Gara di primavera, 2019”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Il Bene o il Male

Il Bene o il Male

Trenta modi di intendere il Bene, il Male e l'interazione tra essi.

Dodici donne e diciotto uomini hanno tentato di far prevalere la propria posizione, tuttavia la Vita ci insegna che il vincitore non è mai scontato. La Natura ci dimostra infatti che dopo un temporale spunta il sole, ma ci insegna altresì che non sempre un temporale è il Male, e che non sempre il sole è il Bene.
A cura di Massimo Baglione
Copertine di Giuliana Ricci.

Contiene opere di: Antonella Cavallo, Michele Scuotto, Nunzio Campanelli, Rosanna Fontana, Giorgio Leone, Ida Dainese, Angelo Manarola, Anna Rita Foschini, Angela Aniello, Maria Rosaria Del Ciello, Fausto Scatoli, Marcello Nucciarelli, Silvia Torre, Alessandro Borghesi, Umberto Pasqui, Lucia Amorosi, Eliseo Palumbo, Riccardo Carli Ballola, Maria Rosaria Spirito, Andrea Calcagnile, Greta Fantini, Pasquale Aversano, Fabiola Vicari, Antonio Mattera, Andrea Spoto, Gianluigi Redaelli, Luca Volpi, Pietro Rainero, Marcello Colombo, Cristina Giuntini.
Vedi ANTEPRIMA (455,65 KB scaricato 130 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Carosello

Carosello

antologia di opere ispirate dal concetto di Carosello e per ricordare il 40° anniversario della sua chiusura

Nel 1977 andava in onda l'ultima puntata del popolare spettacolo televisivo serale seguito da adulti e bambini. Carosello era una sorta di contenitore pubblicitario, dove cartoni animati e pupazzetti vari facevano da allegro contorno ai prodotti da reclamizzare. Dato che questo programma andava in onda di sera, Carosello rappresentò per molti bambini il segnale di "stop alle attività quotidiane". Infatti si diffuse presto la formula "E dopo il Carosello, tutti a nanna".
Per il 40° anniversario della sua chiusura, agli autori abbiamo chiesto opere di genere libero che tenessero conto della semplicità che ha caratterizzato Carosello nei vent'anni durante i quali è andato felicemente in onda. I dodici autori qui pubblicati hanno partecipato alle selezioni del concorso e sono stati selezionati per questo progetto letterario. Le loro opere sono degni omaggi ai nostri ricordi (un po' sbiaditi e in bianco e nero) di un modo di stare in famiglia ormai dimenticato.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Giorgio Leone, Enrico Teodorani, Cristina Giuntini, Maria Rosaria Spirito, Francesco Zanni Bertelli, Serena Barsottelli, Alberto Tivoli, Laura Traverso, Enrico Arlandini, Francesca Rosaria Riso, Giovanni Teresi, Angela Catalini.
Vedi ANTEPRIMA (357,78 KB scaricato 39 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Un passo indietro

Un passo indietro

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Il titolo di questo libro vuole sintetizzare ciò che spesso la Natura è costretta a fare quando utilizza il suo strumento primario: la Selezione naturale. Non sempre, infatti, "evoluzione" è sinonimo di "passo avanti", talvolta occorre rendersi conto che fare un passettino indietro consentirà in futuro di ottenere migliori risultati. Un passo indietro, in sostanza, per compierne uno più grande in avanti.
Di Massimo Baglione.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (1,09 MB scaricato 392 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 16

La Gara 16 - Cinque personaggi in cerca di storie

(settembre 2010, 54 pagine, 842,16 KB)

Autori partecipanti: Cmt, ArditoEufemismo, Arianna, Hellies15, Ser Stefano, Vit, Giulia Floridi, Carlocelenza, Mastronxo, Gigliola, ABDeleo, VecchiaZiaPatty, Skyla74, Exlex, Lucia Manna,
A cura di Manuela.
Scarica questo testo in formato PDF (842,16 KB) - scaricato 402 volte.
oppure in formato EPUB (475,57 KB) (vedi anteprima) - scaricato 168 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 25

La Gara 25 - Dietro la maschera!

(novembre 2011, 84 pagine, 2,22 MB)

Autori partecipanti: Diego Capani, Mastronxo, Ser Stefano, Unanime Uno, Aleeee76, Angela Di Salvo, Tuarag, Stefano di Stasio, Tania Maffei, Cordelia, Licetti, Lodovico, Triptilpazol, Ritavaleria, Maria92, Davide Sax, Cazzaro, Ser Stefano, Nathan,
A cura di Morgana Bart e Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (2,22 MB) - scaricato 662 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Gara d'Estate 2018

Gara d'Estate 2018 - Incontri, e gli altri racconti

(estate 2018, 50 pagine, 545,82 KB)

Autori partecipanti: Ida Dainese, Carlo Celenza, Gabriele Ludovici, Draper, Nunzio Campanelli, Pierluigi, Roberto Bonfanti, Fausto Scatoli, Edoardo Prati, SmilingRedSkeleton, Daniele Missiroli, Lodovico,
a cura di Massimo Baglione e Laura Ruggeri.
Scarica questo testo in formato PDF (545,82 KB) - scaricato 21 volte.
oppure in formato EPUB (376,35 KB) (vedi anteprima) - scaricato 13 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.