L’Angelo e lo scrittore.

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'inverno 2018/2019.

Sondaggio

Il sondaggio termina il 25/03/2019, 0:00

1 - non mi piace affatto
1
9%
2 - mi piace pochino
4
36%
3 - si lascia leggere
5
45%
4 - è bello
0
Nessun voto
5 - mi piace tantissimo
1
9%
 
Voti totali: 11

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 04/02/2019, 2:12

Di tempo ne è trascorso dal giorno in cui, con gran stupore, intesi non esser solo durante la scrittura.
Anghelos, così i Greci definivano i messaggeri di Dio.

Nel cuore d’ogni scrittore ne esiste uno.
Entità spirituali intelligentissime ed infallibili, prontissime ad intervenire rapidamente con enorme energia ed estrema tenacia ed efficienza.
Entità delle quali, purtroppo, non sempre riusciamo o vogliamo intercettare l’aiuto.
Questi messaggeri di Dio, accompagnano l’essere umano sulla via del bene, dalla notte dei tempi.
Essi agiscono sullo scrittore, almeno quello che con essi ricerca il contatto, in duplice modo.
Ci ispirano, affinché possiamo apprendere dai nostri stessi scritti, ma al contempo consentono ai lettori con cui li condividiamo una guida continua verso la via del bene.

La sensazione che si prova nel contatto spirituale col nostro Angelo ispiratore è speciale
Una sensazione bellissima, emozionante, simile ad un brivido freddo lungo la schiena che provoca sempre un senso di gioia intensa e profonda interiore. Nel nostro cuore, nella nostra Anima.

Scrivere riuscendo ad intercettare anche solo una parte infinitesima di quanto il messaggero divino dentro al nostro cuore suggerisce è sempre ragione di emozione intensa.
Condividere con gli altri questi suggerimenti, rendendoci, più o meno consapevolmente, strumenti di Dio è fantastico e quando accade è certamente un grandissimo onore.

Il messaggero di Dio la cui ispirazione riecheggia dentro me è un arcangelo combattente che esorta a mettere tutti noi il talento al servizio della vita, usandolo per operare nel mondo con coraggio e Amore, nell'interesse di tutti.

Scrivere è per me un modo di apprendere, e di rafforzare il contatto col messaggero di Dio incaricato di guidarmi.
Ho imparato negli anni che coltivare e rendere sempre più forte il legame tra noi ed il nostro Angelo è indispensabile per noi stessi e ancor di più lo è per l’intera umanità.

Poco importa dove il messaggero assegnato da Dio ci conduca.
Può portarci su questo sito, su altri, su social media, su carta stampata.
Può suggerirci d’esserlo con le parole ed i fatti nella vita d’ogni giorno, ma quel che importa è adoperare il nostro talento, di qualsiasi genere esso sia, per guidare noi stessi e gli altri verso un mondo migliore.

Facciamo tuttavia attenzione, il “nostro” Angelo possiamo provare ad ascoltarlo, possiamo evitare proprio d’ascoltarlo, ma sicuramente non è la sola entità con facoltà di suggerire al nostro cuore.

Ognuno di noi naturalmente è libero d’ascoltare quel che crede.
Nulla comunque accade per caso in questo mondo.
Il caos non è contemplato nel mio credo.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 103
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Draper » 04/02/2019, 13:18

Ciao Teseo,

al di là dei connotati religiosi di questi angeli, penso di trovarmi d'accordo con te. Ogni guida è diversa e soprattutto sta a noi, tramite libero arbitrio, decidere se farci guidare volontariamente o intraprendere da soli una strada differente. Per quanto non sia un racconto vero e proprio, tuttavia, del tuo scritto mi interessa in particolar modo la chiusa. Dici che nulla accade per caso, e mi piacerebbe saperne di più su questo tuo punto di vista - soprattutto perché è diametralmente opposto al mio :D
Immagine

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 04/02/2019, 16:10

Grazie per lo stimolo, Draper,
nelle tue stesse parole trovo uno spunto per la risposta.
Un enorme numero di differenze individuali è alla base del nostro mondo.
Questa è in definitiva la forza che regola l’universo, tante diverse visioni dello stesso soggetto da punti di vista differenti. O se preferiamo tante diverse soluzioni allo stesso problema.
Sono, a ben vedere, gli stessi valori che concretano i presupposti della vita dell'uomo a questo mondo.

Tutte queste differenze non devono però trarre in inganno.
Differenza non è certamente sinonimo di caos, così come uguaglianza non è sinonimo di ordine.

L’ordine vero, almeno nella nostra realtà d’esseri umani viventi, è governato da leggi universali basate sulla differenza, a far principio dall’origine delle nostre stesse cellule.
Tutto questo non è, a mio sentire, riconducibile al caos inteso come disordine.
Anzi viceversa si basa su precise dinamiche, o se vogliamo leggi, tali da rendere l’essere umano sempre più adatto a vivere nell’ epoca nella quale si trova e ad essa adattarsi.

Chaos inteso viceversa come gli antichi greci intendevano, rappresenta lo stato primordiale di vuoto cioè del buio che precede la generazione del cosmo, uno stato peraltro non esistente in principio, ma comparso successivamente.
Chaos così inteso è sinonimo di abisso, di tenebre e di oscurità.

Medesime tenebre ed abisso ove la vita per ogni essere vivente od Anima cosciente è negata.

In questi abissi bui è difficile, se non impossibile operare privi di una fiducia incondizionata del nostro “miglior alleato” soprannaturale. Spesso solamente lui è in grado di indicarci con estrema risolutezza e rapidità quale sia la via migliore da seguire, quali siano i reali pericoli che ci circondano, quale sia in definitiva la cosa più giusta fare.
Questo lo posso confermare, o volendo, descrivere per esperienza vissuta su me stesso.
Quando riusciamo e connetterci con la nostra Guida interiore, e soprattutto riusciamo a fidarci senza alcuna remora delle sue indicazioni, allora anche le più difficili missioni nei più remoti, profondi e bui abissi divengono possibili.
Come se un drone ci precedesse e sorvolasse indicandoci in tempo reale cosa abbiamo tutto attorno.
Tuttavia è meglio di un drone, in quanto contemporaneamente è in grado di indicarci pure le intenzioni dei nostri avversari.
Informazioni disponibili solamente se seguiamo la via del bene, non sempre il nostro, non sempre quello che a noi pare debba essere il bene, ma sempre la via del bene per l'umanità..

Scusa la forma, ma guarda piuttosto alla sostanza.
Non sono certamente uno scrittore e scrivo di getto senza peraltro mai rileggere, fidandomi di quel che la guida interiore, chiamiamolo Angelo, suggerisce al mio cuore.

Farebbe sicuramente molto piacere pure a me conoscere quel che viceversa anche tu vedi e senti dal tuo Punto di Osservazione ed Ascolto. :D
Ultima modifica di Teseo Tesei il 05/02/2019, 23:50, modificato 1 volta in totale.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 103
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Draper » 04/02/2019, 17:32

Ecco, tu intendevi il Chaos nel senso che assume entro i canoni della cosmogonia classica, e all'interno del tuo ragionamento è una definizione coerente, ma ciò che per caos intendevo io ascrive alla dimensione dell'imprevisto, dell'incontrollabile. Concordo con te sul fatto che la diversità del mondo non debba trarre in inganno e che le sue leggi, pur dovendo plasmare una moltitudine di fenomeni diversi, siano esse stesse supposte a garantire la coerenza di un mondo che è disorganico solo in apparenza - ma tornando al discorso sul caos, io l'ho sempre visto come quell'insieme di cause ed effetti che per qualche motivo si trovano in quel mondo di mezzo dove non esistono risposte né scientifiche né di fede, e il più delle volte è questo su cui la mia voce interiore mi chiede di indagare, soprattutto in questo periodo. Io mi ritengo una persona precisa e metodica, e anche se il mio emisfero sinistro non brilla per capacità matematiche, tendo a razionalizzare il mondo attraverso un'infinita rete di cause ed effetti. Ma non tutto si può spiegare così, e ne sono consapevole, per questo cerco di rapportarmi al disordine (soprattutto quando interessa le persone, che raramente si rivelano coerenti, perché siamo tutti imperfetti) in modo costruttivo. Per quanto cerchi di organizzare, prevedere e sfuggirgli, c'è sempre una variabile che scompagina il piano e questo credo sia uno dei motivi per cui ho cominciato a scrivere. Solo da autore posso soggiogare l'imprevisto e metterlo al servizio di una storia, credo.
Immagine

Laura Traverso
Pubblicista
Messaggi: 87
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 04/02/2019, 18:25

Non mi pare si possa definire un racconto il testo sopra narrato. E' piuttosto una riflessione a tema, soprattutto religioso. Si parla molto di Dio... evidentemente chi scrive è molto credente, e va bene, è sicuramente un aiuto per andare avanti nella vita. Circa l'Angelo, protagonista della storia, è bello poter immaginare che esista davvero e che ci guidi attraverso la scrittura e nella vita in generale. Infine, sono assolutamente d'accordo con l'autore circa il bel finale del suo scritto: che nulla succeda a caso... anche il buddismo lo afferma.

AACiola
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
È autore della settimana!
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da AACiola » 04/02/2019, 19:35

In sostanza si tratta di una riflessione quasi mistica, in cui un po' mi sono perso, essendo argomenti che non mi interessano, anche se capisco che per molti possano avere una enorme importanza. Tutto scritto bene e in modo appropriato ma il racconto è inesistente.
Ultima modifica di AACiola il 10/02/2019, 13:26, modificato 1 volta in totale.
Angelo Antonio Ciola
www.ciola.it
Immagine

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 04/02/2019, 20:09

Grazie Angelo,
tale voleva e doveva essere, un racconto realistico o per chi preferisce fantastico tale comunque da indurre una riflessione interiore condivisa. Concordo col tuo giudizio. La prossima volta passo al genere azione, aneddoti in effetti non ne mancano. :-D
Ultima modifica di Teseo Tesei il 05/02/2019, 7:03, modificato 2 volte in totale.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 04/02/2019, 20:11

Grazie Laura,
per me è realtà. Difficile da spiegare, ma comunque tangibile realtà.

La scrittura facilita l’empatia con la mia guida interiore, solo per questo la pratico.
Debbo ammettere che pur io ero scettico in principio.
Fu in seguito a digiuno forzato ed attività fisica molto intensa, perdurante parecchi giorni, che me ne accorsi.

Forse quel che viene definito sesto senso, che ai più si attiva in sole situazioni di estremo pericolo, ha un qualcosa a che fare con la nostra guida interiore.
Certo è che mi avverte con largo anticipo di pericoli, di presenze ostili anche parecchio distanti, mi permette un orientamento corretto in luoghi sconosciuti ed al buio completo e altro ancora.
Ammetto di aver sempre avuto profonda fede in Dio, ma da quando questo è accaduto la fede si è trasformata in certezza, tutto questo è a mio sentire un dono. :D
Ultima modifica di Teseo Tesei il 05/02/2019, 7:03, modificato 1 volta in totale.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 04/02/2019, 20:18

Grazie ancora, Draper.
Mi permetto un ultimo scambio facendo un esempio pratico:

In azione l’imprevisto è la regola.
Per quanto ci si eserciti a prevedere moltissime reazioni automatiche in risposta a determinati stimoli o sollecitazioni, il fattore imprevisto rimane elevato.
Tuttavia non possiamo permetterci di confondere l’imprevisto con uno stato di confusione e di scompiglio.
Neanche per un istante.

Anzi, spesso proprio dall’imprevisto, è possibile pure trarre vantaggio.
Non c’è spazio per pericolose interpretazioni in determinati frangenti.

Mi piace comunque immaginare noi tutti esseri umani, reclute arrivate in questo mondo per apprendere.
Vengono a noi proposti scenari sempre diversi e situazioni sempre più difficili, entro cui veniamo proiettati. Se non avessimo addestramento, equipaggiamento ed armi tali per poterci, da noi stessi, levare dal pericolo e così uscirne indenni, il Comando non ci avrebbe sbattuti in simili esercitazioni.
Angelo, è il sergente istruttore dotato di ali che ci indica la via per sfangarla.
Lo scopo è renderci migliori, più forti ed in grado d’essere poi proiettati in teatri operativi ove la nostra presenza servirà al bene dell’intera umanità.

Tutto ciò aiuta molto ad intravedere un ordine ed un piano, molto più grande di noi, per cui vale sempre la pena combattere od esercitarsi.
Tuttavia riuscire ad intuire un disegno vedendo solo il retro del telaio è quasi impossibile.
Ci si rende ben conto che tutto questo possa divenir frainteso talvolta quale semplice caos.
Sebbene una risposta di fede, a dir il vero, la si trova sempre.
Per quanto difficile, specie quando siamo toccati dal vivo.

Tuttavia è proprio in simili circostanze che fede o certezza diventano ciò che di meglio abbiamo, per poter sopravvivere nel pieno della battaglia.
In questo contesto, l’imprevisto non arriva mai casualmente.
Sicuramente fa comunque parte di quel disegno che non ci è permesso vedere frontalmente, ma solo immaginare dal retro della tela. :D
Ultima modifica di Teseo Tesei il 05/02/2019, 7:04, modificato 1 volta in totale.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 103
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Draper » 04/02/2019, 21:02

Teseo Tesei ha scritto:
04/02/2019, 20:18
Grazie ancora, Draper.
Mi permetto un ultimo scambio facendo un esempio pratico:

In azione l’imprevisto è la regola.
Per quanto ci si eserciti a prevedere moltissime reazioni automatiche in risposta a determinati stimoli o sollecitazioni, il fattore imprevisto rimane elevato.
Tuttavia non possiamo permetterci di confondere l’imprevisto con uno stato di confusione e di scompiglio.
Neanche per un istante.

Anzi, spesso proprio dall’imprevisto, è possibile pure trarre vantaggio.
Non c’è spazio per pericolose interpretazioni in determinati frangenti.

Mi piace comunque immaginare noi tutti esseri umani, reclute arrivate in questo mondo per apprendere.
Vengono a noi proposti scenari sempre diversi e situazioni sempre più difficili, entro cui veniamo proiettati. Se non avessimo addestramento, equipaggiamento ed armi tali per poterci, da noi stessi, levare dal pericolo e così uscirne indenni, il Comando non ci avrebbe sbattuti in simili esercitazioni.
Angelo, è il sergente istruttore dotato di ali che ci indica la via per sfangarla.
Lo scopo è renderci migliori, più forti ed in grado d’essere poi proiettati in teatri operativi ove la nostra presenza servirà al bene dell’intera umanità.

Tutto ciò aiuta molto ad intravedere un ordine ed un piano, molto più grande di noi, per cui vale sempre la pena combattere od esercitarsi.
Tuttavia riuscire ad intuire un disegno vedendo solo il retro del telaio è quasi impossibile.
Ci si rende ben conto che tutto questo possa divenir frainteso talvolta quale semplice caos.
Sebbene una risposta di fede, a dir il vero, la si trova sempre.
Per quanto difficile, specie quando siamo toccati dal vivo.

Tuttavia è proprio in simili circostanze che fede o certezza diventano ciò che di meglio abbiamo, per poter sopravvivere nel pieno della battaglia.
In questo contesto, l’imprevisto non arriva mai casualmente.
Sicuramente fa comunque parte di quel disegno che non ci è permesso vedere frontalmente, ma solo immaginare dal retro della tela. :D
Grazie Teseo per la risposta. Anche se partiamo da posizioni abbastanza distanti, le tue parole saranno certamente un ottimo spunto di riflessione per me. Alla prossima! :-D
Immagine

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8699
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2007 (recensori)
dal 2007 (recensiti)
dal 2007 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 05/02/2019, 2:24

Per favore, non quotate (riportate) l'intero messaggio solo per ringraziare.
Per la risposta rapida, c'è qui in basso la finestrella per la "risposta rapida", oppure usate il bottone "Rispondi" (vedere Regole del forum).
Grazie.
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 05/02/2019, 7:07

Ricevuto e corretto.
Chiedo venia.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8699
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2007 (recensori)
dal 2007 (recensiti)
dal 2007 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 05/02/2019, 7:54

Grazie! :smt079 :-D
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Stefano Giraldi Ceneda
Foglio bianco
Messaggi: 15
Iscritto il: 19/08/2017, 10:49

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2017 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2017
diventa anche tu un sostenitore!

commento

Messaggio da leggere da Stefano Giraldi Ceneda » 05/02/2019, 12:28

L'opera di Teseo in una gara come la nostra è penalizzata dal suo "non essere" un racconto. Il carattere filosofico-religioso-mistico che la comprende, sostenuto da una struttura naturalmente priva di dialoghi e con ripetuti inserti in prima persona, si traduce in un risultato che è a metà tra la trattazione dottrinale e lo spunto empirico. Il linguaggio è molto suggestivo, e credo che questo dipenda dalla tecnica estemporanea dell'autore.

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 05/02/2019, 16:25

Grazie, Stefano
che improvviso è sicuro, tecnica è forse una parola davvero troppo grossa nel mio caso.
Salvo ci si riferisca alla tecnica del suggeritore alato, sicuramente ne avrà una sua, immagino. :)
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 06/02/2019, 2:38

Sostanzialmente, se ho compreso correttamente, qualcosa di simile al link sottostante, magari più curato :-D , sarebbe stato più appropriato per la competizione. La prossima volta vedo di ricordarlo. Grazie a tutti per i consigli. :D

https://www.braviautori.com/redo/read_t ... wxMjg2Mg==
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Avatar utente
Fausto Scatoli
Necrologista
Messaggi: 233
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli » 09/02/2019, 18:47

se escludiamo il lato fortemente religioso, il messaggio riportato potrebbe essere condivisibile.
anche per me, niente accade per caso. anzi, ogni cosa accade perché deve accadere.
ma possiamo agire per farla accedere o meno, questo sì.
allo stesso modo, accetto che ci arrivino dei messaggi, o suggerimenti, se così li vogliamo chiamare, e anche qui sta a noi riuscire a recepirli, capirli e riportarli.
peccato non ci sia racconto, ma solo espressione di un pensiero.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Immagine

https://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Pubblicista
Messaggi: 69
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 11/02/2019, 17:45

Racconto autobiografico, essenzialmente delle riflessioni che invitano il lettore a riflettere a sua volta. Scritto bene, il concetto che esprimi è sufficientemente chiaro.

Vorrei poter credere che il caos non esista e che tutto abbia un senso, cerco di trovare modo di continuare a crederlo, però certe volte è davvero difficile...

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 11/02/2019, 19:36

Premetto che non sono credente. Nonostante questo ho grande rispetto verso chi lo è e mi riconosco in molti concetti religiosi, in quanto espressioni di buonsenso e di umanità, quindi concordo nell’ascoltare una guida per le nostre azioni, compreso lo scrivere; tu la chiami Angelo, io coscienza.
Il brano è più una riflessione che un racconto, non del tutto, però: l’incipit contiene un elemento (“Di tempo ne è trascorso dal giorno ecc.”) tipico della narrazione, un “casus” dal quale scaturisce il successivo mettere nero su bianco una sorta di manifesto di scrittura etica da parte di una persona profondamente religiosa, almeno io la vedo così.
Lo stile discorsivo e diretto rende chiaro il messaggio del tuo testo, in larga parte condivisibile. Rispetto alla chiusa (il caos), la mia posizione è molto simile a quella di Draper, che avete abbondantemente discusso nel botta e risposta dei messaggi.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Avatar utente
Isabella Galeotti
Apprendista
Messaggi: 123
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
È recensore della settimana!
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 13/02/2019, 15:33

Non sono credente, quindi gli angeli ecc, mi annoiano moltissimo. Non per questo non rispetto il credo delle altre persone. Morale, ho trovato questo " un non racconto" è, secondo il mio modestissimo parere, una pausa di riflessione tra uno scrittore, cioè te, ed il suo angelo.
Immagine

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 13/02/2019, 17:57

De gustibus non est disputandum.
C’è chi viene annoiato da Angeli, chi viene annoiato da demoni, chi si annoia o resta indifferente verso entrambi.
A mio sentire rimanere neutrali è impossibile, nella eterna e continua battaglia tra Bene e male.
Sempre a mio vedere essere credenti o non esserlo, in tutto questo poco importa.
Resta indubbiamente indiscussa prerogativa e facoltà di ogni singolo credere o meno in quel che lo circonda.

Chiaramente, apprezzo il tuo sentire, sebbene differente dal mio, ringraziando per averlo condiviso.
Non credo tuttavia possibile una pausa di riflessione tra scrittore ed Angelo, almeno nel mio caso.
La ragione è presto detta:
L’Angelo è per definizione buono.
Affinché il male possa vincere è indispensabile che i buoni rinuncino all’azione.
Per sua natura l’Angelo aiuta sempre chiunque ne richieda con convinzione la guida.
Dovremmo dunque essere noi stessi ad arrenderci volontariamente al male, rinunciando, appunto ad agire per contrastarlo.
Neppure una resa incondizionata, proprio nel mezzo di una battaglia rientra nel mio credo.

Una pausa di riflessione tra scrittore ed Angelo equivale, a mio giudizio, al gettare armi, materiali ed equipaggiamento in terra, mettere le mani dietro la nuca e sdraiarsi in posizione prona con le gambe allargate.
Arrendendosi così, incondizionatamente al nemico.

E’ un azione poco efficace, poco intelligente e nel contesto pure molto autolesionista, non credi?
Spero non averti tediato troppo.

Grazie per il commento e per lo spunto.
A rileggerci.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 13/02/2019, 18:15

Grazie, Roberto Bonfanti.
Concordo indubbiamente: Angelo e Coscienza coincidono.
Sono inoltre fermamente convinto nell'importanza strategica della connessione tra Coscienza ed ogni scritto.
Le nostre parole possono essere carezze verso gli altri, tuttavia se non le controlliamo possono trasformarsi in un gladio, ovvero in un arma bianca a doppio taglio, provocando enormi danni nelle Anime.
Senza Coscienza lo scrivere è pericoloso, sia per noi che per tutti gli altri.
Da qui la condivisione del mio scritto, cosciente che in molti lo avreste letto. :-D
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: L’Angelo e lo scrittore.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 13/02/2019, 18:29

Grazie, Gabriele Ludovici,
Hai colto nel segno. :D
Il caos a mio vedere esiste solamente in subordinazione a Qualcosa di talmente perfetto e sensato che gliene concede temporaneamente l'esistenza.

Ne deduco che tutto ciò sia necessario alla nostra evoluzione.
Se non fosse così difficile credo che il nostro addestramento terreno servirebbe a poco.

Se peraltro questa difficoltà non fosse agevolmente superabile, con la nostra ferma volontà unita all'efficace guida dell'Angelo che ci illumina, custodisce, regge e governa allora credo che veramente sarebbe difficile, per non dire impossibile avanzare. In tali circostanze, con la Guida anzidetta, diventa, viceversa, "solamente" impegnativo.
Ultima modifica di Teseo Tesei il 13/02/2019, 19:05, modificato 2 volte in totale.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Teseo Tesei
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: Commento

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 13/02/2019, 18:55

Grazie Fausto Scatoli.
Riconosco una profonda verità nella frase di Edmund Burke:
"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione".
Fausto Scatoli ha scritto:
09/02/2019, 18:47
anche per me, niente accade per caso. anzi, ogni cosa accade perché deve accadere.
ma possiamo agire per farla accedere o meno, questo sì.
A mio vedere non solo possiamo, bensì è un nostro preciso ed inderogabile dovere quello d'agire per evitare che il male trionfi.

Scegliere la via del Bene equivale sempre ad intraprendere un azione contro il male, in questo mondo.
Scegliere la via del bene equivale pure ad agire secondo la nostra natura.
L'essere umano è stato concepito dal Bene e naturalmente tende a muoversi secondo queste logiche.

Talvolta purtroppo, si allontana troppo dalla luce.
Ma è sempre possibile, fino all'istante del nostro ultimo respiro, ritrovarla.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Rispondi

Torna a “Gara d'inverno, 2018/2019”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Se io fossi... scriverei!

Se io fossi... scriverei!

Antologia di opere ispirate dai nostri autori preferiti

Ognuno di noi ha un proprio autore preferito.
Cosa scrivereste se voi foste loro?
O se loro entrassero in voi?
A cura di Massimo Baglione.
Copertina di Giuliana Ricci.

Contiene opere di: Concita Imperatrice, Angela Di Salvo, Cinzia Colantoni, Daniela Rossi, Amelia Baldaro, Umberto Pasqui, Michela Giudici, Adriano Carrieri, Alma Trucillo, Diego Cocco, Laura Chiabudini, Enrico Arlandini, Franca Cini, Mauro Sighicelli, Flora Lalli, Anna Rita Foschini, Fabrizio Roscini, Maria Rosaria Spirito, Sandra Ludovici, Mauro Cancian, Agata Alleruzzo, Giorgio Leone, Cristina Giuntini, Sashenka, Gloria Dafne Fedi, Rosanna Fontana, Marina Paolucci.
Vedi ANTEPRIMA (174,98 KB scaricato 148 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Questa antologia a tema libero è stata ispirata dalle importanti parole di Sam L. Basie:
Dedicato a tutti coloro che hanno scoperto di avere un cervello, che hanno capito che non serve solo a riempire il cranio e che patiscono quell'arrogante formicolio che, dalle loro budella, striscia implacabile fino a detonare dalle loro mani. A voi, astanti ed esteti dell'arte.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Iunio Marcello Clementi, Noemi Buiarelli, Marco Bertoli, Liliana Tuozzo, Alessandro Carnier, Martina Del Negro, Lodovico Ferrari, Francesca Gabriel, Pietro Rainero, Fausto Scatoli, Gianluigi Redaelli, Ilaria Motta, Laura Traverso, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Ida Dainese, Marino Maiorino.
Vedi ANTEPRIMA (921,21 KB scaricato 32 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Non spingete quel bottone

Non spingete quel bottone

antologia di racconti sull'ascensore

Hai mai pensato a cosa potrebbe accadere quando decidi di mettere piede in un ascensore? Hai immaginato per un attimo a un incontro fatale tra le fredde braccia della sua cabina? Hai temuto, per un solo istante, di rimanervi chiuso a causa di un imponderabile guasto? E se dietro a quel guasto ci fosse qualcosa o qualcuno?
Trentuno autori di questa antologia dedicata all\'ascensore, ideata e curata da Lorenzo Pompeo in collaborazione col sito BraviAutori.it, hanno provato a dare una risposta a queste domande.
A cura di Lorenzo Pompeo
Introduzione dell\'antropologo Vincenzo Bitti.
Illustrazioni interne di Furio Bomben e AA.VV.
Copertina di Roberta Guardascione.

Contiene opere di: Vincenzo Bitti, Luigi Dinardo, Beatrice Traversin, Paul Olden, Lodovico Ferrari, Maria Stella Rossi, Enrico Arlandini, Federico Pergolini, Emanuele Crocetti, Roberto Guarnieri, Andrea Leonelli, Tullio Aragona, Luigi Bonaro, Umberto Pasqui, Antonella Provenzano, Davide Manenti, Mara Bomben, Marco Montozzi, Stefano D'Angelo, Amos Manuel Laurent, Daniela Piccoli, Marco Vecchi, Claudio Lei, Luca Carmelo Carpita, Veronica Di Geronimo, Riccardo Sartori, Andrea Andolfatto, Armando d'Amaro, Concita Imperatrice, Severino Forini, Eliseo Palumbo, Diego Cocco, Roberta Eman.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,58 MB scaricato 419 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 21

La Gara 21 - Lasciate ogni speranza, oh voi ch'entrate.

(giugno 2011, 32 pagine, 424,38 KB)

Autori partecipanti: Exlex, Mastronxo, Feffone, Aleeee76, Ser Stefano, Arditoeufemismo, JohanRazev, Roberto Guarnieri, Angela Di Salvo,
A cura di Conrad.
Scarica questo testo in formato PDF (424,38 KB) - scaricato 266 volte.
oppure in formato EPUB (226,82 KB) (vedi anteprima) - scaricato 178 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 65

La Gara 65 - Viaggi, amici, bagagli

(luglio/agosto 2017, 30 pagine, 676,30 KB)

Autori partecipanti: Ser Stefano, Massimo Tivoli, Daniele Missiroli, Angela Catalini, Nunzio Campanelli, Enrico Gallerati, Angelo Manarola,
a cura di Ida Dainese.
Scarica questo testo in formato PDF (676,30 KB) - scaricato 36 volte.
oppure in formato EPUB (757,58 KB) (vedi anteprima) - scaricato 25 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 30

La Gara 30 - La verità è là fuori

(aprile-maggio 2012, 33 pagine, 1,57 MB)

Autori partecipanti: Nathan, Lodovico, StillederNacht, Licetti, Lorella15, Mastronxo, Selene B, Alhelì, Antonella P, Tuarag, Kutaki Arikumo,
A cura di Diego Capani e Luigi Bonaro.
Scarica questo testo in formato PDF (1,57 MB) - scaricato 430 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.