Il pianeta dei sordi

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'inverno 2018/2019.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 25/03/2019, 0:00

1 - non mi piace affatto
1
4%
2 - mi piace pochino
7
28%
3 - si lascia leggere
7
28%
4 - è bello
6
24%
5 - mi piace tantissimo
4
16%
 
Voti totali: 25

Namio Intile
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Namio Intile » 19/03/2019, 12:35

Più uno sfogo, o una lettera di protesta, che un racconto vero e proprio.
Forse occorrerebbero meno parole e più linguaggio, più pensiero e meno filosofia, per non parlare del resto.
Forse sarebbe sufficiente non replicare a ogni costo e, se non si ha niente di intelligente da proporre, rimanere in silenzio.
Ma dici bene; questo è il pianeta dei sordi, non quello dei muti.
Un giorno gli alieni scenderanno su un pianeta deserto e finalmente il Creatore potrà affermare che... sì: ora c’è vita intelligente sulla Terra!
Forse nel finale del Pianeta dei sordi avresti potuto recuperare il senso autentico del titolo, che è un buon titolo, avresti potuto lavorarci un po' su e offrirci, oltre che quest'amara riflessione, anche un buon racconto.

Avatar utente
Fabrizio Bonati
Apprendista
Messaggi: 129
Iscritto il: 26/01/2017, 12:45
Località: Cavaglià (BI)

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fabrizio Bonati » 19/03/2019, 13:21

Fabrizio Bonati ha scritto:
16/03/2019, 4:30
In questo racconto ci leggo tanta amarezza verso i tempi che stiamo vivendo . Attraverso l’uso dell’italiano sgrammaticato appare la superficialità del popolo medio nel vivere in generale. Il popolo di Instagram sa usare i filtri, ma non sa filtrare il pensiero. Lo stile mi piace. Ottimo.
Non mi ero accorto dell'errore, e non risultava come commento... :wink:

Rispondi

Torna a “Gara d'inverno, 2018/2019”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 47

La Gara 47 - Virus

(luglio 2014, 39 pagine, 542,17 KB)

Autori partecipanti: Lodovico, Carlocelenza, Ser Stefano, Angelo Manarola, Nunzio Campanelli, Mastronxo, Anto Pigy, Annamaria Vernuccio, Matteo Bottaro, Maddalena Cafaro, Eliseo Palumbo,
a cura di Patrizia Chini (con la supervisione di Lodovico).
Scarica questo testo in formato PDF (542,17 KB) - scaricato 157 volte.
oppure in formato EPUB (704,54 KB) (vedi anteprima) - scaricato 238 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 54

La Gara 54 - Sotto il cielo d'agosto

(agosto/settembre 2015, 24 pagine, 1,66 MB)

Autori partecipanti: Laura Chi, Annamaria Vernuccio, Alberto Tivoli, Angelo Manarola, Ida Dainese, Skyla74, Patrizia Chini, Eliseo Palumbo,
a cura di Giorgio Leone.
Scarica questo testo in formato PDF (1,66 MB) - scaricato 108 volte.
oppure in formato EPUB (259,51 KB) (vedi anteprima) - scaricato 167 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 66

La Gara 66 - Onirica

(settembre/ottobre 2017, 30 pagine, 1,04 MB)

Autori partecipanti: Massimo Tivoli, Angela Catalini, Enrico Gallerati, Mastronxo, Roberta Michelini, Lodovico, Daniele Missiroli, Ilaria Rucco, Patrizia Chini, Nunzio Campanelli, Fabrizio Bonati, Ida Dainese, Michele,
a cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (1,04 MB) - scaricato 43 volte.
oppure in formato EPUB (1,52 MB) (vedi anteprima) - scaricato 34 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Déjà vu - il rivissuto mancato

Déjà vu - il rivissuto mancato

antologia poetica di AA.VV.

Talvolta, a causa di dinamiche non sempre esplicabili, uno strano meccanismo nella nostra mente ci illude di aver già assistito a una scena che, in realtà, la si sta vivendo solo ora. Il dèjà vu diventa così una fotocopia mentale di quell'attimo, un incontro del pensiero con se stesso.
Chi non ha mai pensato (o realmente vissuto) un'istantanea della propria vita, gli stessi gesti e le stesse parole senza rimanerne perplesso e affascinato? Chi non lo ha mai rievocato come un sogno o, perché no, come un incubo a occhi aperti?
Ventitrè autori si sono cimentati nel descrivere le loro idee di déjà vu in chiave poetica.
A cura di Francesco Zanni Bertelli.

Contiene opere di: Alberto Barina, Angela Catalini, Enrico Arlandini, Enrico Teodorani, Fausto Scatoli, Federico Caruso, Francesca Rosaria Riso, Francesca Gabriel, Francesca Paolucci, Gabriella Pison, Gianluigi Redaelli, Giovanni Teresi, Giuseppe Patti, Ida Dainese, Laura Usai, Massimo Baglione, Massimo Tivoli, Pasquale Aversano, Patrizia Benetti, Pietro Antonio Sanzeri, Silvia Ovis, Umberto Pasqui, Francesco Zanni Bertelli.
Vedi ANTEPRIMA (257,26 KB scaricato 42 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Blue Bull

Blue Bull

Poliziesco ambientato a Chicago e Nuovo Messico

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Un poliziesco vecchio stile, cazzuto, ambientato un po' a Chicago e un po' in New Mexico, dove un poliziotto scopre di avere un figlio già adulto e, una volta deciso di conoscerlo, si accorgerà che non sarà così semplice. Una storia dura e forse anche vera.
Frank Malick, attempato sergente della polizia di Chicago, posto finalmente di fronte alle conseguenze d'una sua mancanza commessa molti anni prima, intraprende un viaggio fino in Nuovo Messico alla ricerca di qualcosa a metà tra il perdono delle persone che aveva fatto soffrire e la speranza di un'improbabile redenzione.
Di Massimo Baglione e Cataldo Balducci.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (482,65 KB scaricato 188 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Mai Più

Mai Più

Antologia di opere grafiche e letterarie aventi per tema il concetto del MAI PIÙ in memoria del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, di AA.VV.

Nel 2018 cade il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, perciò abbiamo voluto celebrare quella follia del Genere umano con un'antologia di opere grafiche e letterarie di genere libero aventi per tema il concetto del "mai più".

Copertina di Pierluigi Sferrella.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Ida Dainese, Alessandro Carnier, Romano Lenzi, Francesca Paolucci, Pasquale Aversano, Luisa Catapano, Massimo Melis, Alessandro Zanacchi, Furio Bomben, Pierluigi Sferrella, Enrico Teodorani, Laura Traverso, F. T. Leo, Cristina Giuntini, Gabriele Laghi e Mara Bomben.
per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.