Pensieri di un'introverso del 21esimo secolo

Una zona dedicata a quegli estemporanei momenti passeggeri che ci affliggono quotidianamente, dai quali si divincola, graffiando, la giornata. (per inserire poesie e racconti, usate il portale principale)
Fransaki
Foglio bianco
Messaggi: 1
Iscritto il: 07/01/2019, 21:35

Pensieri di un'introverso del 21esimo secolo

Messaggio da leggere da Fransaki » 07/01/2019, 21:43

Ferite che non si rimarginano, tempo sprecato, momenti perduti, drammi irrisolti.

Questa è la mia vita.

Per questo mi pongo delle domande.

Mi chiedo perché nessuno intorno a me si ponga delle domande.

Mi chiedo
Quanto tempo manca al giorno della mia morte?
Quanto devo ingrassare per poter esplodere?
Quanto devo stare male per smetterla di soffrire?
Quanto devo essere stupido per credere ancora negli altri?
Quanto devo sopportare per raggiungere?
Quanto mi illudono i miei pensieri?

Dove sto andando?

Queste sono le domande che mi pongo perché
Porto Il peso dell’insoddisfazione data dall’inazione.
La mancanza del fuoco per spegnere l’acqua.
Una presenza divina che mi illude di trovare il significato.
L’inadeguatezza causata dalla noia. La paura come unico timore.
La grandezza come unica aspirazione.
La solitudine come unico maestro.

Questo sono io. e ho imparato che non esistono codardi in questo mondo a parte quelli che accusano gli altri di esserlo.

Non esiste il coraggio a questo mondo, ma solo la volontà di scoprire o sorprendere.

Non esiste pace in questo mondo, fino a quando non smetti di dipendere dal mondo stesso.

Non c’è un senso in queste frasi. Perché qualunque parola verrà prima o poi dimenticata.

La paura di cadere può causare la fobia di vedere gli altri volare.

Non credere nelle parole, la verità si nasconde nel comportamento.

Il buio dentro di te lo vedono anche se provi a nasconderlo.

Non esiste morte per chi ha lottato per trovare le risposte.

Il tempo deciderà cos’è importante davvero.

Se ti fermi, stai male. Se vai avanti hai paura. Se lasci perdere muori.

In mezzo alla casualità può capitare una volta su un trilione di trovare un milione.

Mi sembra giusto sperare, ma mi sembra meglio credere.

La certezza la decidi tu.

Se voli troppo in alto non incontri più nessuno.

Se ti senti comodo ti consiglio di ricontrollare.

E alla fine L’esistenza si riduce a una serie di tentazioni e una serie di repulsioni. Dalle prime dovremmo trattenerci e le seconde dovremmo accoglierle.

Non ho nient’altro da dire.

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8650
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2007 (profili visti)
dal 2007 (recensori)
dal 2007 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw

Re: Pensieri di un'introverso del 21esimo secolo

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 08/01/2019, 7:22

Fransaki ha scritto:
07/01/2019, 21:43
...
Mi chiedo perché nessuno intorno a me si ponga delle domande.
...
In questo punto sei molto lontano dalla verità.
Forse non li vedi perché te ne fai troppe tu :-)
Benvenuto!
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Rispondi

Torna a “Pensieri sparsi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite