Operazione “Lampreda padana”.

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'estate 2019.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
0
Nessun voto
2 - mi piace pochino
7
54%
3 - si lascia leggere
3
23%
4 - è bello
1
8%
5 - mi piace tantissimo
2
15%
 
Voti totali: 13

Teseo Tesei
Pubblicista
Messaggi: 59
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw

Operazione “Lampreda padana”.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 23/06/2019, 20:24

“Appuntamento nel luogo dove tutto è cominciato al suon delle otto campane serali”.
Così recitava il breve messaggio di testo trasmesso ad ogni convenuto.

Immerso nel buio e nel silenzio profondo, quel luogo, ormai lasciato a sé stesso, cominciò a riprender vita.
Nessun rumore, nessuna luce, salvo quella che brillava negli occhi e nel animo dei convenuti.
Una luce che per ognun di loro era guida e pochi oltre a loro intravedevano.
L’un di fronte l’altro intorno ad un vecchio tavolo in legno che emanava, così come tutto il casolare, un intenso odor di muffa ed abbandono, questi uomini tuffati nel buio d’abisso ed in un silenzio di tomba si riconoscevano e salutavano con un linguaggio misterioso.

Eppure il loro convenire in quel casolare era impercettibile persino al più sofisticato fonometro ed il buio era profondo ed impenetrabile.
Come facessero a riconoscersi e comunicare questi uomini resterà un eterno mistero.
Telepatia, affinità di intenti e pensieri tali da rendere superfluo ogni uso dei sensi? Forse ...
Caso di studio per parapsicologi rampanti? Sicuramente!

Rapidamente, quella casa scolorita, ormai in rovina, quasi un rudere, con una parte del tetto crollata e nella quale nessun entra per pericolo di crolli, aveva preso colore e vita.
Sulla facciata, tra una crepa e la successiva, era ancora possibile individuare un paio di targhe commemorative ed una vecchia corona appassita.

Un vecchio Comandante per il quale le otto campane erano già suonate da qualche tempo. Pure lui con quella luce che brillava tra occhi ed animo, descriveva quel sito con queste parole: “In quel luogo si era creata, in modo vero, profondo e sincero, quella banda di fratelli che costituiva un ideale dei giovani allievi dell'Accademia Marinara. Ed essere uniti come consanguinei non era retorica, come non lo era il voler dare in ogni possibile modo tutto quello che si poteva ad un'Italia che amavamo sopra ogni cosa. Là si creò quello spirito che nessuno di noi ha mai potuto dimenticare”.
Parole sincere di uomo leale, schietto e stimato, già della partita, fin da quei tempi in cui tutto ebbe inizio.

Ad un tratto, secondo tradizione, vennero battuti otto decisi e solenni rintocchi di campana accompagnati da una voce altisonante <Sono le otto e tutto va bene!>.
Fin dai tempi della più antica tradizione marinara quella frase si udiva sul ponte di coperta quando avveniva il cambio del turno di guardia.

Dopo quelle parole una candela illuminò con la sua tenue luce le facce dei convenuti:
Una dozzina d’uomini in tuta da combattimento color verde speranza ritti attorno ad un vecchio e puzzolente tavolo, in una cascina diroccata, illuminati da una debole fiammella di candela, nel buio che li avvolgeva.
Occhi più sensibili avrebbero osservato un bagliore intenso uscire da una cascina in perfette condizioni dalla quale provenivano uomini della vecchia guardia con il cuore leggero per aver lasciato quel luogo in fide mani.
Così era!
Nei tabernacoli costituiti dai cuori di quegli uomini, montanti e smontanti, i valori eran rimasti intatti.

Prese la parola il Comandante Perseo:
<Signori, un grave pericolo oggi minaccia la nostra Bandiera. La Patria è in pericolo. Dal lago più grande d'Europa, situato nel nord ovest della Russia europea, è fin qui giunta una specie di lampreda nera che accoppiandosi con la nostra lampreda padana ha dato origine ad una nuova forma di vita.
Come tutti ben sappiamo la lampreda padana non era in principio un parassita e trascorreva tutta la sua vita in acque dolci, non migrando mai verso il mare.
Le novelle lamprede padane oltre a succhiare il sangue degli altri pesci, mutando in voraci parassiti oggi migrano anche verso il mare in cerca di nutrimento>.

<Noi che c’entriamo?> Chiesero due operatori.

<Chi meglio tra noi, forgiati al fuoco della folgore, temprati nel mare, conosce le abitudini di quei viscidi succhia sangue? Chi meglio conosce le forze da cui sono mossi. Chi potrà fermarli senza danneggiarli? Per questo hanno scelto noi>. Rispose Perseo.

<Dopo le lamprede ci occuperemo anche di derattizzazione?!> Concluse con tono scherzoso Eracle.

Fu così che nei giorni successivi quegli operatori si diedero da fare.
In fondo per loro era semplice: esistono Leggi scritte col fuoco nel cuore d’ogni uomo.
Leggi da rispettare agendo con lealtà ed Amore nel rispetto del Creatore.
La ricerca del potere terreno non deve mai mettere gli uomini contro il loro Creatore.
Quando questo accade il mondo intero è in pericolo e rischia di venir distrutto.
La chiave degli inferi è custodita nel cuore d’ogni essere umano, non dovrebbe mai uscir di là, rimanendo ben nascosta.

Quanto alle lamprede padane:
Le otto campane suoneranno indubbiamente anche per loro, ma non sarà il fato a deciderlo.
Il fato è un istruttore paziente, un cecchino nascosto con un occhio nel mirino e un dito sul grilletto, controlla il respiro ed osserva attendendo l’istante propizio.

Nostro dovere è evitare errori, avanzando sempre verso l’obbiettivo, defilati al tiro del fato.
Perché la nostra vita è preziosa ma l’obbiettivo lo è molto di più e se cadremo: mille altri ci seguiranno.
Buon addestramento a tutti.
Ultima modifica di Teseo Tesei il 07/07/2019, 17:39, modificato 7 volte in totale.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 168
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Draper » 24/06/2019, 21:08

La storia si lascia leggere, il tono del finale è leggermente didascalico, non mi è piaciuto, ma nell'economia del testo intero è coerente, perciò non penso sia motivo di penalizzazione. Un racconto va valutato nel modo più organico possibile, no? Detto questo, ci sono alcuni scivoloni e dei pezzetti un po' ridondanti. Per esempio, questo stralcio qui che ti riporto:

"Come facessero a riconoscersi e comunicare questi uomini resterà un eterno mistero.
Telepatia, affinità di intenti e pensieri tali da rendere superfluo ogni uso dei sensi: forse. Caso di studio per parapsicologi rampanti: sicuramente.

Forse sacrifici, privazioni, stenti e continue prove, durante il loro addestramento, l’intensa e difficile attività quotidiana avevano acuito facoltà già insite negli esseri umani? Forse!"

Ora, nel primo paragrafo dovresti sostituire i due punti con un paio di punti interrogativi. Per quanto invece riguarda il secondo paragrafo, io direi che puoi benissimo tagliarlo. Non toglierebbe nulla al testo.

Più avanti, in "In fondo per loro era semplice: Esistono Leggi scritte col fuoco nel cuore d’ogni uomo." dopo i due punti serve la minuscola.

E infine, qui ho invece riscontrato un problema di coesione, dopo "corona appasita", mi sembra ci sia un cambio di ritmo e prospettiva piuttosto brusco. Il periodo ha pause fortissime e davvero ho avuto l'impressione di trovarmi in un testo del tutto diverso, quasi fosse l'inizio di un altro racconto.

A rileggerti :D
Immagine
Immagine

Teseo Tesei
Pubblicista
Messaggi: 59
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 25/06/2019, 1:24

Grazie davvero Draper per i suggerimenti. Ho cercato di farli fruttare correggendo il testo e modificando il finale grazie all'economia così ottenuta.
Il cambio di ritmo e prospettiva indicato può avere due spiegazioni:
A) Le parole virgolettate non sono mie bensì riguardano una reale citazione.
B) Dopo il virgolettato il cambio di ritmo e prospettiva è voluto.

Spiego meglio il punto B).
Inizialmente ho voluto esaltare il silenzio e l'abbandono di un luogo speciale, oltre a determinate attitudini degli uomini convenuti. Per questo il ritmo era lento e mi sono lasciato trasportare dalla descrizione.

Poi quegli uomini, soliti muoversi in modo defilato e silenzioso, vuoi per non beccarsi qualche palla del fato o d'altri :D , sono entrati in azione.
Per questo i ritmi sono più sostenuti e la prospettiva diventa quella d'ognuno di loro.

Per capirci: Ipotizza quando dopo un paio d'ore di meritatissimo sonno con le gambe allungate nella cuccetta suona la tromba della sveglia ed in tempo lampo ci si deve trovare vestiti, equipaggiati ed armati di tutto punto sul ponte di coperta dove l'acqua marina nebulizzata bacia in fronte augurando un buongiorno e stimolando un sereno risveglio.

Be, non era proprio questo lo stato d'animo che volevo trasmettere, ma sicuramente era mia precisa intenzione conferire una sorta di stato d'animo più, come dire, marziale al lettore.

Grazie ancora dei preziosissimi consigli.
A rileggerci. ;-)
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Necrologista
Messaggi: 203
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 01/07/2019, 21:32

È innegabile la padronanza della simbologia, della metafora, anzi, credo che questa qualità sia l’essenza stessa del racconto: una divertita allegoria che sbeffeggia retorica e mitologia, alla quale deve piegarsi anche un riottoso Eracle, forse miope di fronte alla possibilità una nuova, epica, fatica.
A me è piaciuto.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Necrologista
Messaggi: 281
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
posizione nel Club recensori: cdr: **
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli » 05/07/2019, 12:48

mi spiace, ma non mi è piaciuto.
c'è una marea (alta, molto alta) di d eufoniche. magari è una cosa voluta, ma non credo.
qualche errore nei tempi verbali.
e poi... boh, poi la storia non è che l'abbia capita più di tanto. problema mio, di certo, però se tutto mi rimane oscuro non riesco a dare opinioni positive.
alla prossima.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Immagine

https://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Selene Barblan
Pubblicista
Messaggi: 54
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan » 05/07/2019, 18:59

Mi piace come dall’ombra si delinea piano piano la scena, come sul palco di un teatro. Apprezzo anche l’ironia e la volontà di far passare un messaggio grazie proprio a quel tono umoristico.
Trovo meno convincente il terzultimo paragrafo, che trovo slegato al resto del testo. A mio parere andrebbe anche riletto per fare qualche piccola correzione.

Teseo Tesei
Pubblicista
Messaggi: 59
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw

Re: Operazione “Lampreda padana”.

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 05/07/2019, 21:50

Grazie a tutti per il tempo dedicato a leggere il racconto ed a :D commentarlo.
Trovo questi commenti la parte più interessante e stimolante delle gare.
Appena riesco vedo di rileggerlo in caccia d'errori.
Fausto a me le "d" eufoniche piacciono, fanno parte del mio stile per quanto ammetto poco raffinato e anche un tanto rozzo, non le mollo manco se il Comandante in persona dell' Accademia della Semola dovesse implorare pietà per le sue povere orecchie. :-D
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine

Edmondo
Foglio bianco
Messaggi: 10
Iscritto il: 17/11/2015, 13:19

Commento

Messaggio da leggere da Edmondo » 06/07/2019, 13:45

Interessante il procedere per quadri, quasi a lampi che illuminano una scena dietro l'altra lasciando al lettore il compito di riunire le immagini in un discorso. Il finale forse troppo apocalittico finisce spesso per creare un po' di diffidenza in chi legge in un'epoca piena di predicatori evocatori di disgrazie.

Laura Traverso
Apprendista
Messaggi: 168
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 07/07/2019, 18:39

Ho trovato il racconto di non facile lettura e altrettanto di non facile comprensione. Ma probabilmente il problema è mio a non aver saputo capire la storia. Non so, non mi ha coinvolto, ho faticato ad arrivare alla fine.

Avatar utente
Isabella Galeotti
Necrologista
Messaggi: 208
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
10° dal 2011 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 16/07/2019, 9:56

L'ignoranza non ha confini. Dunque dopo essere andata a vedere cosa era la "Lampreda padana". Mi sono inoltrata nel racconto. Nel frattempo pensavo, "Chissa come andrà a fine questa storia?". Fino a metà, l'ansia e l'aspettativa è stata molto alta, poi mano a mano, il mio interesse è andato scemando. Non ho appreso bene tutto il brano. Gli ultimi paragrafi, sembrano appicicati in fretta per terminare il brano. Poi una piccola levigata la darei.
Immagine

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 110
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 17/07/2019, 14:05

Andrebbe un po' sistemato dal punto di vista della forma: al di là delle eufoniche, che però ho letto si tratta di una scelta stilistica, c'è un contrasto un po' troppo netto tra la prima parte e quella finale, che rischia di disorientare il lettore.
La metafora però l'ho apprezzata.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Namio Intile
Pubblicista
Messaggi: 55
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Namio Intile » 17/07/2019, 14:38

Ho trovato qualche errore. Nella parte iniziale, per esempio: "“Appuntamento nel luogo dove tutto è cominciato al suon delle otto campane serali”.
Così recitava il breve messaggio di testo trasmesso ad ogni convenuto.

Immerso nel buio e nel silenzio profondo, quel luogo, ormai lasciato a sé stesso, cominciò a riprender vita.
Nessun rumore, nessuna luce, salvo quella che brillava negli occhi e nel animo dei convenuti.
Una luce che per ognun di loro era guida e pochi oltre a loro intravedevano.
L’un di fronte l’altro intorno ad un vecchio tavolo in legno che emanava, così come tutto il casolare, un intenso odor di muffa ed abbandono, questi uomini tuffati nel buio d’abisso ed in un silenzio di tomba si riconoscevano e salutavano con un linguaggio misterioso.

Eppure il loro convenire in quel casolare era impercettibile persino al più sofisticato fonometro ed il buio era profondo ed impenetrabile.
Come facessero a riconoscersi e comunicare questi uomini resterà un eterno mistero.
Telepatia, affinità di intenti e pensieri tali da rendere superfluo ogni uso dei sensi? Forse ...
Caso di studio per parapsicologi rampanti? Sicuramente!"
Lasciato a se stesso, nell'animo dei convenuti, di fronte all'altro, Forse…
E poi, l'ultima frase, dove mi pare che la voce narrante scivoli e si faccia autore, come nel finale. Non è la voce narrante, ma l'autore a parlare. Generalmente questo non va fatto, o comunque va fatto solo in determinate circostanze.
Per non dire dei segni grafici<> usati come caporali. Quelli veri li trovi nella tabella numerica ad alt174 e 175.
A parte queste cosucce, per cui basterebbe una rilettura, il racconto non mi lascia molto.

Rispondi

Torna a “Gara d'estate, 2019”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 30

La Gara 30 - La verità è là fuori

(aprile-maggio 2012, 33 pagine, 1,57 MB)

Autori partecipanti: Nathan, Lodovico, StillederNacht, Licetti, Lorella15, Mastronxo, Selene B, Alhelì, Antonella P, Tuarag, Kutaki Arikumo,
A cura di Diego Capani e Luigi Bonaro.
Scarica questo testo in formato PDF (1,57 MB) - scaricato 434 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Giudizio Ardito

Giudizio Ardito - A.D. - Apocalypse Day

(maggio 2010, 88 pagine, 1017,02 KB)

Autori partecipanti: Lucia Manna, Mr. Nicotina, Vit, Ser Stefano, Mario, Magasulla, Augusto Manghisi, Massimo Baglione, Diego Bortolozzo, GiuseppeN, Seigi, Vecchia Zia Patty, Stefy71, CMT, Mastronxo, Manuela, Arditoeufemismo, Carlocelenza,
A cura di Arditoeufemismo.
Scarica questo testo in formato PDF (1017,02 KB) - scaricato 697 volte.
oppure in formato EPUB (702,41 KB) (vedi anteprima) - scaricato 167 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 40

La Gara 40 - La musica è letteratura

(agosto 2013, 50 pagine, 1,14 MB)

Autori partecipanti: 2013Federica, Angelo Manarola, Nunzio Campanelli, Lodovico, LeggEri, Anto Pigy, Mastronxo, Desiree Ferrarese, Rovignon, Polly Russell, Lorella15, Monica Porta may bee, Nozomi, Freecora, Kaipirissima, Filippo19,
A cura di Antonella Pighin.
Scarica questo testo in formato PDF (1,14 MB) - scaricato 157 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


BReVI AUTORI - volume 4

BReVI AUTORI - volume 4

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Ida Dainese, Angela Catalini, Mirta D, Umberto Pasqui, Verdiana Maggiorelli, Francesco Gallina, Francesca Santucci, Sandra Ludovici, Antonio Mattera, Francesca Paolucci, Enrico Teodorani, Laura Traverso, Romina Bramanti, Alberto Tivoli, Fausto Scatoli, Cinzia Iacono, Marilina Daniele, Francesca Rosaria Riso, Francesca Gabriel, Isabella Galeotti, Arcangelo Galante, Massimo Tivoli, Giuseppe Patti, SmilingRedSkeleton, Alessio Del Debbio, Marco Bertoli, Simone Volponi, Tiziano Legati, Francesco Foddis, Maurizio Donazzon, Giovanni Teresi, Sandro Pellerito, Ilaria Motta.
Vedi ANTEPRIMA (730,53 KB scaricato 54 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
77, le gambe delle donne

77, le gambe delle donne

ovvero: donne in gamba!

Antologia di 77 opere e 10 illustrazioni per esplorare, conoscere e rappresentare la complessità e la varietà dell'universo femminile. Ognuno dei testi presenti in questa antologia riesce a cogliere tanti aspetti, anche contrastanti, di questa creatura affascinante e sorprendente che assieme agli uomini per millenni ha contribuito, nell'ombra o sul palco della storia, all'evoluzione della civiltà così come la conosciamo oggi. è inutile aggiungere che 77 opere soltanto non hanno la presunzione di fornire una rappresentazione esaustiva, ma lasciamo che la parte di questo "iceberg" femminile ancora sommerso rimanga pronto per emergere in prossime indagini e, perchì no, per costituire ancora la materia prima di altre future opere di ingegno.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Tullio Aragona, Maria Basilicata, Mara Bomben, Alessandro Borghesi, Emanuela Bosisio, Nunzio Campanelli, Paolo Caponnetto, Alessandro Carnier, Gino Centofante, Polissena Cerolini, Antonio Ciervo, Luigi Andrea Cimini, Giacomo Colosio, Cristina Cornelio, Marika Davoli, Stella Demaris, Maria Rosaria De Simone, Cetta de Luca, Cristoforo De Vivo, Roberta Eman, Luca Fadda, Lorella Fanotti, Lodovico Ferrari, Raffaella Ferrari, Virginia Fiorucci, Anna Rita Foschini, Franco Frainetti, Manuela Furlan, Nicola Gaggelli, Isabella Galeotti, Rebecca Gamucci, Lucilla Gattini, Michela Giudici, Antonino R. Giuffrè, Alessandro Kabon, Concita Imperatrice, Carlotta Invrea, Greta Leder, Silvia Leuzzi, Yuleisy Cruz Lezcano, Libero, Marina Li Volsi, Rosalia Maria Lo Bue, Diego Luci, Sandra Ludovici, Verdiana Maggiorelli, Marino Maiorino, Angelo Manarola, Myriam Mantegazza, Germana Meli (geMadame), Roberta Michelini, Samuele Mocellin, Maurizio Nequio, Teresa Pace, Marina Paolucci, Roberto Paradiso, Umberto Pasqui, Viviana Picchiarelli, Daniela Piccoli, Anna Pisani, Luciano Poletto, Monica Porta, Pietro Rainero, Gianluigi Redaelli, Maria Rejtano, Stefania Resanfi, Franca Riso, Massimo Rosa, Francesca Santucci, Libera Schiano Lomoriello, Daniele Schito, Veronica Sequi, Salvatore Stefanelli, Stella Stollo, Paola Tomasello, Sonia Tortora, Liliana Tuozzo, Alessandro Zanacchi.
Vedi ANTEPRIMA (317,09 KB scaricato 331 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Antologia visual-letteraria (Volume due)

Antologia visual-letteraria (Volume due)

Antologia dedicata agli animali

Questo libro è una raccolta dei migliori testi che hanno partecipato alla selezione per la seconda antologia di BraviAutori.it. I ricavati saranno interamente devoluti al sostentamento di una comunità felina abbandonata sita nei pressi del Nucleo industriale di Longarone, Belluno, a poche centinaia di metri dalla diga del Vajont.
A cura di Massimo Baglione e Alessandro Napolitano.

Contiene opere di: Paolo Maccallini, Gianluca Gendusa, Pia Barletta, Angela Di Salvo, Miriam Mastrovito, Alessandro Napolitano, Valentina Margio, Gilbert Paraschiva, Enrico Arlandini, Elena Piccinini, Stefano di Stasio, Eugenio De Medio, Celeste Borrelli, Luisa Catapano, Anna Maria Folchini Stabile, Giovanni Minio, Gemma Cenedese, Antonio Giordano, Rodolfo Vettorello, Cosimo Vitiello, Damiano Giuseppe Pepe, Patrizia Birtolo, Pietro Rainero, Roberto Stradiotti, Anna Giraldo, Maria Rizzi, Vittorio Scatizza, Paolo Frattini, Matteo Mancini, Piergiorgio Annicchiarico, Fabrizio Siclari, Emanuela Cinà, Laura Maria Rocchetti.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,10 MB scaricato 607 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.