Fuga per la Vittoria

Spazio dedicato alla Gara stagionale di primavera 2019.

Fuga per la Vittoria

Sondaggio concluso il 21/06/2019, 1:00

1 - non mi piace affatto
1
8%
2 - mi piace pochino
2
15%
3 - si lascia leggere
5
38%
4 - è bello
3
23%
5 - mi piace tantissimo
2
15%
 
Voti totali: 13

Tiziana Emanuele
Foglio bianco
Messaggi: 9
Iscritto il: 01/05/2019, 18:36

Fuga per la Vittoria

Messaggio da leggere da Tiziana Emanuele » 04/05/2019, 13:23

Inverno 1981, BMW bordeaux, io ,mio fratello, Massimiliano e Augusto, rispettivamente di eta' 12, 6, 8 e 35 .
Io ero una bambina che si fidava dell'amico di papa', marito della migliore amica di mia madre che mi facevano chiamare ZIO Augusto.
Mio fratello era un bambino, che si fidava dell'amico di papa' e giocava con Massimiliano figlio dell'amico di papa' e della migliore amica di mia madre. Massimiliano era il figlio della migliore amica di mia madre e dell'amico di papa'.
Augusto non era mio zio e tanto meno amico di papa', di certo era il marito della migliore amica di mia madre e padre di Massimiliano(forse).
Inverno 1981, BMW bordeaux, l'adulto decide di portarci al cinema, non un cartone animato ma “FUGA PER LA VITTORIA”: un bellissimo film dove trionfa la giustizia, dove perdono i cattivi e ovviamente vincono i buoni.
Mio padre era in prigione, ignaro di quello che accadeva fuori, cosi' come io ero ignara di quello chestava per accadere dentro.
Finito il film, ci fermammo in un parcheggio davanti l'ospedale Forlanini, l'adulto aveva un appuntamento con qualcuno.
Mio fratello e Massimiliano giocavano nei sedili posteriori, io ero a fianco dell'adulto.
In un attimo velocissimo mi sono trovata la sua mano dentro la maglietta, mi stava accarezzando l'accenno di seno che potevo avere a 12 anni.
Mi sono sentita morire. Che succede? Perche'?
I giorni successivi sono stati terribili, ma l'inferno per me era appena iniziato: Racconto tutto alla migliore amica della moglie dell'adulto, mia madre.
Non mi crede, sminuisce, anzi dice che ho esagerato e che ho inventato tutto. Dira' che ho inventato tutto ,anche quando decido di raccontare a mio padre questo, e quello che mi aveva confidato mio fratello , ovvero l'averla vista con un altro adulto, bassoccio ed ignorante, piu' giovane di lei sul "lettone".
Dira' che ho inventato tutto anche quando, venti anni dopo quell'episodio tenta di riallacciare la storia con il bassoccio sempre piu' ignorante che nel frattempo si e' sposato ed ha figli bassocci ed ignoranti.
Oggi ho quasi 50 anni , non sono adulta sono grande, i miei figli non stanno diventando adulti stanno diventando grandi, il mio compagno ha 60 anni, e' grande, il mio cane oggi ha 15 anni e' un cane grande, i miei nonni erano grandi, i miei amici sono grandi, mio padre che mi ha lasciato da pochi giorni e'stato un grande padre,un grande nonno,un grande uomo.
Mia madre,la sua migliore amica, il finto zio, non sono diventati mai grandi, sono rimasti talmente piccoli
e senza gambe, non possono piu 'camminare, si trascinano come vermi. Anche la mia Vittoria e' stata la fuga.

Laura Traverso
Apprendista
Messaggi: 187
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 05/05/2019, 16:25

Il racconto vuole evidenziare i soprusi e le violenze ai danni di una minore per "mano" di un adulto. Ed evidenzia altrettanto bene quanto il loro grido di aiuto rimanga sovente inascoltato dagli adulti che preferiscono non vedere e non sapere... Sono fatti molto tristi che segnano la vita di chi li subisce in maniera indelebile, e che accadono molto più frequentemente di quel che si possa pensare. Ho sentito nel narrato molto dolore, spero per l'autrice che non sia una sorta di autobiografia. La punteggiatura ha sovente spazi che non dovrebbe avere. La forma è piuttosto inconsueta ma comunque ha il suo stile. Mi è piaciuto abbastanza questo racconto triste.

Angelo Ciola
Pubblicista
Messaggi: 86
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Angelo Ciola » 06/05/2019, 16:37

Racconto molto triste che già in partenza lascia immaginare il dramma successivo. Il tutto è scritto in uno stile crudo e essenziale. Spero anch'io che i fatti narrati non siano autobiografici ma si sente che da parte del narratore c'è molta partecipazione. Comunque alla fine ti lascia qualcosa dentro e pertanto è un buon racconto.

Avatar utente
Isabella Galeotti
Necrologista
Messaggi: 236
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
10° dal 2011 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 08/05/2019, 7:51

Storia asciutta, cruda. Lo stile narrativo è molto personale, ha una sua forma, di denuncia non ascoltata, di tristezza non consolata. Appunto lo stile mi è piaciuto, lo scandire le persone, il ripeterle per alcune righe, come un mantra. Questo per far pesare a chi legge l'insofferenza della poveretta, e l'indifferenza e il menefreghismo di "quelli" attorno. Mi auguro che non sia uno sfogo personale della scrittrice.
Immagine

Avatar utente
Fausto Scatoli
Necrologista
Messaggi: 278
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli » 10/05/2019, 12:18

onestamente devo dire che la storia c'è tutta, tremenda nei fatti narrati e nelle conseguenze, però il racconto è colmo di refusi, soprattutto relativi alla punteggiatura.
credo che una bella revisione sia necessaria, visto che il contenuto ha una bella forza e lascia il segno su chi legge.
mi auguro non si tratti di autobiografia, ovviamente.
a rileggerti
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Immagine

https://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Selene Barblan
Pubblicista
Messaggi: 80
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2016 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan » 15/05/2019, 11:49

Ciao, questo racconto è carico di sentimento, che rispetto così come rispetto anche la denuncia nei confronti di fatti che mai dovrebbero accadere. Detto ciò mi spiace ma non apprezzo lo stile di scrittura, lo svolgimento del tema, né la caratterizzazione.

Tiziana Emanuele
Foglio bianco
Messaggi: 9
Iscritto il: 01/05/2019, 18:36

Re: Commento

Messaggio da leggere da Tiziana Emanuele » 15/05/2019, 19:29

AACiola ha scritto:
06/05/2019, 16:37
Racconto molto triste che già in partenza lascia immaginare il dramma successivo. Il tutto è scritto in uno stile crudo e essenziale. Spero anch'io che i fatti narrati non siano autobiografici ma si sente che da parte del narratore c'è molta partecipazione. Comunque alla fine ti lascia qualcosa dentro e pertanto è un buon racconto.
Grazie, emozionata per aver trasmesso qualcosa

Tiziana Emanuele
Foglio bianco
Messaggi: 9
Iscritto il: 01/05/2019, 18:36

Re: Commento

Messaggio da leggere da Tiziana Emanuele » 15/05/2019, 19:30

Selene Barblan ha scritto:
15/05/2019, 11:49
Ciao, questo racconto è carico di sentimento, che rispetto così come rispetto anche la denuncia nei confronti di fatti che mai dovrebbero accadere. Detto ciò mi spiace ma non apprezzo lo stile di scrittura, lo svolgimento del tema, né la caratterizzazione.
Grazie per la recensione

Tiziana Emanuele
Foglio bianco
Messaggi: 9
Iscritto il: 01/05/2019, 18:36

Re: Commento

Messaggio da leggere da Tiziana Emanuele » 15/05/2019, 19:32

Fausto Scatoli ha scritto:
10/05/2019, 12:18
onestamente devo dire che la storia c'è tutta, tremenda nei fatti narrati e nelle conseguenze, però il racconto è colmo di refusi, soprattutto relativi alla punteggiatura.
credo che una bella revisione sia necessaria, visto che il contenuto ha una bella forza e lascia il segno su chi legge.
mi auguro non si tratti di autobiografia, ovviamente.
a rileggerti
Grazie per i consigli, contenta di aver lasciato un segno

Tiziana Emanuele
Foglio bianco
Messaggi: 9
Iscritto il: 01/05/2019, 18:36

Re: Commento

Messaggio da leggere da Tiziana Emanuele » 15/05/2019, 19:34

Isabella Galeotti ha scritto:
08/05/2019, 7:51
Storia asciutta, cruda. Lo stile narrativo è molto personale, ha una sua forma, di denuncia non ascoltata, di tristezza non consolata. Appunto lo stile mi è piaciuto, lo scandire le persone, il ripeterle per alcune righe, come un mantra. Questo per far pesare a chi legge l'insofferenza della poveretta, e l'indifferenza e il menefreghismo di "quelli" attorno. Mi auguro che non sia uno sfogo personale della scrittrice.
Grazie, recensione molto attenta.

Tiziana Emanuele
Foglio bianco
Messaggi: 9
Iscritto il: 01/05/2019, 18:36

Re: Commento

Messaggio da leggere da Tiziana Emanuele » 15/05/2019, 19:35

Laura Traverso ha scritto:
05/05/2019, 16:25
Il racconto vuole evidenziare i soprusi e le violenze ai danni di una minore per "mano" di un adulto. Ed evidenzia altrettanto bene quanto il loro grido di aiuto rimanga sovente inascoltato dagli adulti che preferiscono non vedere e non sapere... Sono fatti molto tristi che segnano la vita di chi li subisce in maniera indelebile, e che accadono molto più frequentemente di quel che si possa pensare. Ho sentito nel narrato molto dolore, spero per l'autrice che non sia una sorta di autobiografia. La punteggiatura ha sovente spazi che non dovrebbe avere. La forma è piuttosto inconsueta ma comunque ha il suo stile. Mi è piaciuto abbastanza questo racconto triste.
Grazie per la gentile recensione

Teseo Tesei
Pubblicista
Messaggi: 74
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 29/05/2019, 17:47

E' sempre bene ascoltare quel che i piccoli raccontano. E' ancor meglio riuscire a sentire quel che quei piccoli vogliono dirci. Loro si fidano di noi, diversamente non verrebbero a raccontarci nulla. Ebbene, quando noi siamo ancor più piccoli di quei piccoli non solo non cresceremo mai, ma li vedremo crescere rimanendo noi piccoli in eterno, diventando sempre più piccoli fino a scomparire. Buon racconto, induce riflessione.
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine
Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Necrologista
Messaggi: 229
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 02/06/2019, 14:30

Il finale riscatta una vicenda triste e squallida di soprusi e incomprensioni; come troppo spesso succede i piccoli non vengono ascoltati e tutelati come dovrebbero. Trovo che ci siano delle imprecisioni nella forma, qualche apostrofo al posto dell’accento e punteggiatura da sistemare, il racconto ha comunque un suo valore.

Stefano Giraldi Ceneda
Foglio bianco
Messaggi: 49
Iscritto il: 19/08/2017, 10:49

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2017 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

commento

Messaggio da leggere da Stefano Giraldi Ceneda » 16/06/2019, 22:13

Tema scottante e per tale ragione delicato da trattare, considerando anche il suo carattere purtroppo attuale. Traspare un’amarezza che accompagna il lettore durante la narrazione. Lo stile, scarno e talvolta brusco, è conforme al focus della storia. Racconto che lascia il segno, malgrado la forma sia da rivedere, specie sul piano della punteggiatura.
P.S. Esprimerò il voto dopo attenta rilettura.

Tiziana Emanuele
Foglio bianco
Messaggi: 9
Iscritto il: 01/05/2019, 18:36

Re: Fuga per la Vittoria

Messaggio da leggere da Tiziana Emanuele » 16/06/2019, 22:53

Attenderó un Suo giudizio dopo attenta rilettura. Emozionata per averLe lasciato qualcosa

Avatar utente
Marco Daniele
Pubblicista
Messaggi: 72
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 21/06/2019, 18:55

Tema molto impegnativo sicuramente, e per questo mi dispiace più del solito dire che non mi ha convinto in toto, soprattutto dal punto di vista dello stile. L'ho trovato, come dire, eccessivamente asciutto: è possibile trattare un tema del genere senza scadere nel descrittivismo più morbido ma mantenendo sicuramente una maggiore "sostanza" del racconto, che qui non c'è.
Immagine

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine


Immagine

Tiziana Emanuele
Foglio bianco
Messaggi: 9
Iscritto il: 01/05/2019, 18:36

Re: Commento

Messaggio da leggere da Tiziana Emanuele » 24/06/2019, 11:16

Marco Daniele ha scritto:
21/06/2019, 18:55
Tema molto impegnativo sicuramente, e per questo mi dispiace più del solito dire che non mi ha convinto in toto, soprattutto dal punto di vista dello stile. L'ho trovato, come dire, eccessivamente asciutto: è possibile trattare un tema del genere senza scadere nel descrittivismo più morbido ma mantenendo sicuramente una maggiore "sostanza" del racconto, che qui non c'è.
Grazie per la sua recensione

Rispondi

Torna a “Gara di primavera, 2019”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2019

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2019 - (a colori)

(edizione 2019, 4,37 MB)

Autori partecipanti: Giorgio Leone, Patrizia Chini, Paola Salzano, Sandra Ludovici, Lodovico, Angela Catalini, Laura Traverso, Massimo Melis, Marco Bertoli, Ida Dainese, Liliana Tuozzo, Roberto Bonfanti, Daniela Rossi,
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (4,37 MB) - scaricato 84 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Gara d'Autunno 2018

Gara d'Autunno 2018 - Lettera a Giovanni, e gli altri racconti

(autunno 2018, 35 pagine, 505,15 KB)

Autori partecipanti: Fausto Scatoli, Ida Dainese, Nunzio Campanelli, Carol Bi, Lodovico, Roberto Bonfanti, Liliana Tuozzo, Daniele Missiroli, Laura Traverso, Tiziano Legati, Draper,
a cura di Massimo Baglione e Laura Ruggeri.
Scarica questo testo in formato PDF (505,15 KB) - scaricato 34 volte.
oppure in formato EPUB (370,97 KB) (vedi anteprima) - scaricato 22 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 61

La Gara 61 - Ai confini della Realtà

(novembre/dicembre 2016, 15 pagine, 777,31 KB)

Autori partecipanti: Massimo Tivoli, Ida Dainese, Gabriele Ludovici, Angela Catalini,
a cura di Massimo Tivoli.
Scarica questo testo in formato PDF (777,31 KB) - scaricato 78 volte.
oppure in formato EPUB (579,86 KB) (vedi anteprima) - scaricato 79 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Human Takeaway

Human Takeaway

(english version)

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
What if we were cattles grazing for someone who needs a lot of of food? How would we feel if it had been us to be raised for the whole time waiting for the moment to be slaughtered? This is the spark that gives the authors a chance to talk about the human spirit, which can show at the same time great love and indiscriminate, ruthless selfishness. In this original parody of an alien invasion, we follow the short story of a couple bound by deep love, and of the tragic decision taken by the heads of state to face the invasion. Two apparently unconnected stories that will join in the end for the good of the human race. So, this is a story to be read in one gulp, with many ironic and paradoxical facets, a pinch of sadness and an ending that costed dearly to the two authors. (review by Cosimo Vitiello)
Authors: Massimo Baglione and Alessandro Napolitano.
Cover artist: Roberta Guardascione.
Translation from Italian: Carmelo Massimo Tidona.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (494,48 KB scaricato 145 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
A Quattro mani

A Quattro mani

antologia di opere scritte a più mani

Una collaborazione, di qualunque natura essa sia, diventa uno stimolo, la fusione di peculiarità ben definite, la concretizzazione di un'intesa, la meraviglia di scoprire quel qualcosa che individualmente non si sarebbe mai potuta fare. È una prova, una necessità di miglioramento, il superamento dei propri limiti stilistici o di quei blocchi creativi che sovente ci pongono di fronte a un disarmante "foglio bianco". Gli autori di questa antologia ci hanno voluto provare.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina di Antonio Abbruzzese.

Contiene opere di: Chiara Masiero, Mauro Cancian, Stefania Fiorin, Anna Rita Foschini, Ida Dainese, Alberto Tivoli, Marina Paolucci, Maria Rosaria Spirito, Marina Den Lille Havfrue, Cristina Giuntini, David Bergamaschi, Giuseppe Gallato, Maria Elena Lorefice.
Vedi ANTEPRIMA (164,77 KB scaricato 80 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Il Bene o il Male

Il Bene o il Male

Trenta modi di intendere il Bene, il Male e l'interazione tra essi.

Dodici donne e diciotto uomini hanno tentato di far prevalere la propria posizione, tuttavia la Vita ci insegna che il vincitore non è mai scontato. La Natura ci dimostra infatti che dopo un temporale spunta il sole, ma ci insegna altresì che non sempre un temporale è il Male, e che non sempre il sole è il Bene.
A cura di Massimo Baglione
Copertine di Giuliana Ricci.

Contiene opere di: Antonella Cavallo, Michele Scuotto, Nunzio Campanelli, Rosanna Fontana, Giorgio Leone, Ida Dainese, Angelo Manarola, Anna Rita Foschini, Angela Aniello, Maria Rosaria Del Ciello, Fausto Scatoli, Marcello Nucciarelli, Silvia Torre, Alessandro Borghesi, Umberto Pasqui, Lucia Amorosi, Eliseo Palumbo, Riccardo Carli Ballola, Maria Rosaria Spirito, Andrea Calcagnile, Greta Fantini, Pasquale Aversano, Fabiola Vicari, Antonio Mattera, Andrea Spoto, Gianluigi Redaelli, Luca Volpi, Pietro Rainero, Marcello Colombo, Cristina Giuntini.
Vedi ANTEPRIMA (455,65 KB scaricato 134 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.