Gli Osservatori

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'inverno 2018/2019.

Sondaggio

Il sondaggio termina il 25/03/2019, 0:00

1 - non mi piace affatto
3
15%
2 - mi piace pochino
1
5%
3 - si lascia leggere
8
40%
4 - è bello
5
25%
5 - mi piace tantissimo
3
15%
 
Voti totali: 20

Avatar utente
Marco Daniele
Foglio bianco
Messaggi: 22
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 03/03/2019, 22:05

Gli Osservatori erano la razza più progredita mai esistita, o almeno amavano pensarla così.
Frutto di un’evoluzione biologica protrattasi per sei miliardi e mezzo di cicli, erano arrivati al punto da ritirarsi a vivere in una singolarità spaziotemporale subdimensionale posta nell’interstizio tra due brane cosmiche, dove non si invecchiava e non si moriva e dove, pur avendo mantenuto la propria fisicità, non avevano bisogno di nutrirsi o di bere. Solo di tanto in tanto dovevano chiudere gli occhi per riposare, perché i loro corpi fisici non avevano energia infinita. Da lì potevano volgere il proprio sguardo onnisciente verso qualsiasi punto dell’universo d’origine, anche se la loro visione era limitata al presente e non poteva né scavare nel passato né avventurarsi nel futuro, e così avevano scoperto l’unico passatempo capace di combattere la noia di un’esistenza immortale e perfetta: osservare la nascita e lo sviluppo di innumerevoli creature inferiori, dallo stadio unicellulare fino alla civiltà interstellare.
Uno di questi Osservatori, X’rq’un’Tul’Mah’ah, aveva scoperto per caso un pianeta particolarmente promettente in un braccio della galassia n. 80005611203, il terzo orbitante intorno una piccola ma stabile stella gialla etichettata con la sigla S-2152400001. All’epoca della scoperta quel mondo aveva appena visto la comparsa dei primi amminoacidi carboniosi, ma nell’arco di miliardi di cicli (che per l’immortale Osservatore non erano nulla) i suoi oceani di acqua liquida furono popolati da esseri viventi sempre più grandi e complessi: alcuni capaci di nuotare liberamente, altri fissi sul fondale, altri ancora trasportati dolcemente dalle onde e dalle correnti.
A un certo punto, alcuni di quegli animali scoprirono la via per colonizzare la terraferma, sviluppando sistemi per respirare l’ossigeno direttamente dall’atmosfera e per mantenere l’umidità corporea lontano dagli specchi d’acqua, nonché organi locomotori per muoversi nel nuovo ambiente. I preferiti di X’rq erano i bestioni squamati e a volte anche piumati che per un certo periodo di tempo dominarono quasi ogni ambiente terrestre; ma proprio sul più bello un maledetto asteroide impattò col pianeta e innescò una serie di cataclismi fisici che portarono alla loro scomparsa. X’rq era sul punto di abbandonare la visione, quando si rese conto che anche i loro successori, creature altrettanto strane e adattive coperte di pelo, erano un degno spettacolo. E poi il suo sesto senso di Osservatore gli diceva che il meglio doveva ancora venire.
Qualche altro milione di cicli bastò perché sul pianeta comparisse finalmente una specie intelligente. L’Osservatore rimase stupito dal miracolo evolutivo che si consumava sotto i suoi occhi: creaturine piccole e imbelli, prive di artigli, di becchi, di zanne o di ali, coperte solo parzialmente di pelo e nemmeno troppo veloci o forti fisicamente, scoprirono come manipolare pietre e legno, come accendere fuochi, come coprirsi usando le pelli degli altri animali, come controllare la nascita e la crescita degli organismi vegetali. E bastò ancora meno tempo perché quei bipedi glabri erigessero costruzioni, sviluppassero un linguaggio complesso, mandassero oggetti in orbita intorno al loro pianeta e persino sui corpi celesti più vicini. Nell’arco di qualche altro millennio avrebbero potuto colonizzare anche altri sistemi stellari!
X’rq finì così per appassionarsi alla storia di G-80005611203-S-2152400001-P-3 al punto da trascurare persino il riposo. Le palpebre cominciavano a farsi pesanti, ma ogni volta che rischiavano di chiudersi si ripeteva: – Guarderò ancora un po’ e poi basta… solo un altro paio di secoli e poi mi fermo… – e si sforzava di rimanere sveglio e vigile, per non perdersi nessun dettaglio. Era così preso da quell’epopea biologica che non si era accorto del germe autodistruttivo che i suoi beniamini portavano con sé fin da quando avevano mosso i loro primi passi nelle savane dell’Africa. Non lo avevano insospettito l’aumento dell’inquinamento, la scoperta di nuove e più letali armi atomiche, l’ascesa dei fondamentalismi, l’aumento della disparità tra ricchi e poveri, la scomparsa graduale delle altre specie del pianeta. – Sicuramente progredendo troveranno una soluzione a tutti questi problemi. – si era detto.
A un certo punto, il peso del sonno fu troppo e X’rq chiuse gli occhi. Dopo una manciata di secondi li riaprì, solo per constatare con delusione che il globo un tempo rigoglioso e pieno di vita si era trasformato in una landa desolata, con alti livelli radioattivi e un effetto serra ormai incontrollabile. Erano sopravvissuti a malapena i batteri e i virus, ma le condizioni in cui versava ora il pianeta difficilmente avrebbero reso possibile un altro miracolo evolutivo come quello appena mandato all’aria.
Deluso, X’rq’un’Tul’Mah’ah volse il suo sguardo altrove. Forse il prossimo pianeta gli avrebbe dato maggiori soddisfazioni. Del resto, non era difficile fare meglio della specie che si era appena estinta.
Ultima modifica di Marco Daniele il 07/03/2019, 23:43, modificato 1 volta in totale.
Immagine

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 108
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Draper » 04/03/2019, 1:02

E' un racconto che si lascia leggere molto facilmente, me lo sono quasi bevuto :D mi ha incuriosito l'espediente di un osservatore terzo che assiste all'arco evolutivo di un'intera specie, oltre che di un intero pianeta, e soprattutto ho trovato particolarmente riuscita la sintesi e la coerenza del testo. E' curioso guardare, come il protagonista della storia sempiterno, come il tempo di lettura e "i tempi" all'interno del racconto si restringano e dilatino senza rispettare lo scorrere naturale. Basta distrarsi un attimo ed ecco che interi secoli passano, lasciando una scia che spinge a guardare altrove, nella speranza esistano specie più "intelligenti" che non puntino ad annientare se stesse. A rileggerti :D
Immagine

Avatar utente
Fausto Scatoli
Necrologista
Messaggi: 237
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
posizione nel Club recensori: cdr: **
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli » 04/03/2019, 13:43

direi che esprimi il sentire di tante persone, in questo breve racconto.
potremmo considerarlo di denuncia, visto l'argomento, ma il problema è che chi potrebbe fare qualcosa se ne frega altamente, mentre chi si impegna viene spesso osteggiato. e a volte anche peggio.
scorrevole a sufficienza, si lascia leggere senza grandi problemi. qualche refuso, ma nulla di particolare.
come nota negativa metto invece che, trattandosi di una storia totalmente narrata, ciè priva di dialoghi, alla fine diventa un po' pesante.
a rileggerti
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Immagine

https://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Marco Daniele
Foglio bianco
Messaggi: 22
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 04/03/2019, 14:53

Grazie a entrambi per i commenti :wink:
Sulla questione dei dialoghi: effettivamente avrei voluto inserirne uno per rendere la narrazione più "vivace", magari uno scambio di opinioni tra l'Osservatore "protagonista" e un suo simile, ma avrei sforato i 5000 caratteri e mi sono incaponito nel volerli rispettare :lol:
Immagine

Laura Traverso
Apprendista
Messaggi: 104
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 04/03/2019, 18:14

Eh, che dire! Fantasiosamente l'autore ha parlato della nostra specie, o almeno così mi è parso di capire. Potrei definirlo un racconto "maschile", con numeri, sigle e fantascienza quanto basta: non ricordo che nessuna autrice abbia mai trattato l'argomento in questi termini. Il testo è abbastanza scorrevole e scritto correttamente, direi. Ma non è il mio genere, anche se si lascia leggere.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Apprendista
Messaggi: 125
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
10° dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 04/03/2019, 20:08

La figura dell’Osservatore mi ha ricordato molto quella analoga che trovavo nei fumetti Marvel che leggevo da ragazzo, azzarderei che ti ha fornito ispirazione nella stesura. Ho anche provato a immaginare la dizione del nome del tuo Osservatore, con risultati comico-surreali.
A parte gli scherzi, ritengo che si tratti di un buon racconto, lo stile è adeguato al tema trattato e la morale, nel solco della tradizione fantascientifico-ecologista, è ben chiara e fin troppo attuale.
Sono un tipo curioso e quindi sono andato a documentarmi sulla “brane cosmology”, argomento interessante.
Benvenuto nelle gare di Bravi Autori, anch’io sono poco più che un novizio; vedrai che ti divertirai.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su Bravi Autori https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5384
Immagine

Avatar utente
Marco Daniele
Foglio bianco
Messaggi: 22
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 05/03/2019, 0:21

E azzardi bene, non sono un lettore dei fumetti Marvel ma conoscevo il tipo di personaggio. Però devo ammettere di aver anche tenuto presenti gli Osservatori di Fringe, quella sì serie che ho seguito.
Immagine

Avatar utente
Isabella Galeotti
Apprendista
Messaggi: 144
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 05/03/2019, 8:34

Molto scorrevole. Mi hai tenuta incollata a l testo fino alla fine. Volevo leggere dell'Osservatore se riusciva as assistere al degrado, e disastro che stava avvenendo su quel povero pianeta. Dove quei bipeti non sono stati capaci di tenersi il tesoro che dava loro la Terra. Buon racconto, quasi di sfogo, di denuncia verso il nostro popolo, che fa poco per migliorarsi, è lento. Mi è piaciuto l'Osservatore, che scruta e vede noi piccolo popolo ignorante, ma non riesce a vedere la nostra fine, perchè haimè si appisola.
Immagine

Avatar utente
Daniele Missiroli
Apprendista
Messaggi: 165
Iscritto il: 04/01/2016, 19:32
Località: Bologna
Contatta:

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2016 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Daniele Missiroli » 05/03/2019, 22:46

Idea: originale, data l 'ampiezza del periodo trattato.
Trama: una sintesi in pochi caratteri dell'intera esistenza del nostro pianeta, vista dagli occhi di una divinità Marvelliana.
Personaggi: l'osservatore è credibile nel suo disinteresse divino. Credo che, se fossi un Dio, farei la stessa cosa.
Argomento: ascesa e declino della razza attuale.
Lettura: coinvolgente e scorrevole.
Grammatica e Sintassi: poche segnalazioni minori.
dell’universo
dell’Universo
All’epoca della scoperta quel mondo aveva appena visto
All’epoca della scoperta, quel mondo aveva appena visto
All’epoca della scoperta quel mondo aveva appena visto la comparsa dei primi amminoacidi carboniosi, ma nell’arco di miliardi di cicli i suoi oceani di acqua liquida furono popolati da esseri viventi sempre più grandi e complessi:
usi "aveva visto" trapassato prossimo e poi "furono popolati" trapassato remoto
X’rq sul punto di abbandonare la visione, quando si rese conto
X’rq era sul punto di abbandonare la visione, quando si rese conto
tutti questi problemi. – si era detto.
tutti questi problemi – si era detto.
Giudizio: bel racconto, al limite della fantascienza, ma forse non tanto. :lol:

AACiola
Foglio bianco
Messaggi: 26
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da AACiola » 07/03/2019, 21:53

Buon racconto, ho visto che già è stato notato da altri, ma anche per me, alla prima descrizione dell'Osservatore, mi è riapparso in mente il personaggio dell'Universo Marvel. Tanto che mi aspettavo che, proseguendo il racconto, arrivasse il distruttore di mondi Galactus con il suo araldo Silver Surfer e magari anche i rappresentatti delle razze Kree o Skrull (forse non si è capito ma sono un appassionato di quei fumetti di cui avevo la collezione completa ai lontani tempi dell'Editoriale Corno).
Angelo Antonio Ciola
www.ciola.it
Immagine

Namio Intile
Foglio bianco
Messaggi: 13
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Re: Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Namio Intile » 12/03/2019, 11:07

Più che osservatori spettatori. Spettatore è colui che assiste da lontano senza intervenire. Sembra all'inizio quasi una sinossi poi, per fortuna, trova una buona conclusione, forse un po' scontata.
Nel complesso un discreto racconto, forse un po' appesantito nell'incipit da troppe spiegazioni tecniche, a mio parere non necessarie.

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Pubblicista
Messaggi: 79
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 12/03/2019, 16:59

Racconto ben scritto, ripercorre fedelmente, ahinoi, l'amara china che hanno preso gli abitanti di questo pianeta. Emblematica la figura dell'Osservatore che non può intervenire pur assistendo allo svolgersi degli eventi e si limita a constatare l'idiozia della specie incapace di preservare il proprio habitat...

Avatar utente
Marco Daniele
Foglio bianco
Messaggi: 22
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 13/03/2019, 12:23

Namio Intile ha scritto:
12/03/2019, 11:07
Più che osservatori spettatori. Spettatore è colui che assiste da lontano senza intervenire. Sembra all'inizio quasi una sinossi poi, per fortuna, trova una buona conclusione, forse un po' scontata.
Nel complesso un discreto racconto, forse un po' appesantito nell'incipit da troppe spiegazioni tecniche, a mio parere non necessarie.
Beh, anche chi osserva assiste senza intervenire, alla fine sono sinonimi o quasi. "Spettatore" avrebbe sicuramente marcato di più l'idea che questi esseri guardano gli altri pianeti per puro diletto, così come noi guardiamo un film o una serie tv per divertirci e basta, ma ammetto che ho scelto il termine "osservatore" spinto soprattutto dal fatto che è già abbastanza noto nella cultura "pop" (e infatti AACiola e Roberto Bonfanti hanno colto l'allusione al personaggio Marvel :-D).
Quanto alle spiegazioni tecniche, forse ho effettivamente esagerato, purtroppo la dimensione ridotta del racconto e la necessità di delineare la specie in modo da metterne in luce la superiorità rispetto all'uomo e insieme la natura completamente "biologica" e non divina/sovrannaturale mi hanno fatto cadere nella botola dell'infodump :(
In un pezzo più lungo avrei cercato sicuramente di diluire le informazioni o farle emergere attraverso dialoghi che, per forza di cose, qui non potevo inserire (o meglio potevo, sarei rimasto nel limite delle 25000 battute, ma per una "sfida personale" volevo rimanere nel limite delle 5000 e vedere se ne sarebbe nata comunque una storia godibile).
Immagine

Avatar utente
Fabrizio Bonati
Apprendista
Messaggi: 121
Iscritto il: 26/01/2017, 12:45
Località: Cavaglià (BI)

Commento

Messaggio da leggere da Fabrizio Bonati » 14/03/2019, 11:17

La fine che ci attende, e che ci meritiamo, raccontata dal punto di vista di un osservatore esterno.. La secie che si reputa superiore, che nasce, si evolve e si autodistrugge come nella durata di un film
Devo dire che mi ha incuriosito e l'ho letto letteralmente in un battito di ciglia. Bello, bello.

Avatar utente
Marco Daniele
Foglio bianco
Messaggi: 22
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 14/03/2019, 22:37

Mi fa piacere che si sia "colto" questo parallelismo col film, perché scrivendo la storia immaginavo proprio questo Osservatore come un qualsiasi spettatore di un film che a un certo punto si assopisce, chiude gli occhi un attimo e si perde la scena clou. Solo che in questo caso la scena clou è la nostra (io spero evitabile, ma non si sa mai) autodistruzione.
Immagine

Avatar utente
Fabrizio Bonati
Apprendista
Messaggi: 121
Iscritto il: 26/01/2017, 12:45
Località: Cavaglià (BI)

Re: Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Fabrizio Bonati » 14/03/2019, 23:38

Non ho molti dubbi che non sarà evitabile, solo spero molto molto In la nel tempo ...
Ancora complimenti.

Avatar utente
Marco Daniele
Foglio bianco
Messaggi: 22
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Re: Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 15/03/2019, 0:29

Io cerco di guardare il bicchiere mezzo pieno e penso che, avendo iniziato ad aprire gli occhi, abbiamo qualche speranza di fermarci prima che sia troppo tardi. Magari la sprecheremo malamente, ma non si sa mai. E poi, se ci estinguessimo, saremmo un bello spreco evolutivo :lol:
Immagine

Avatar utente
Fabrizio Bonati
Apprendista
Messaggi: 121
Iscritto il: 26/01/2017, 12:45
Località: Cavaglià (BI)

Re: Gli Osservatori

Messaggio da leggere da Fabrizio Bonati » 15/03/2019, 13:44

Mah speriamo...

Ida Dainese
Sommelier letterario
Messaggi: 347
Iscritto il: 28/07/2015, 23:57
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+3)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Ida Dainese » 16/03/2019, 14:00

Anch'io conosco gli Osservatori di Fringe, e capirai che mi è rimasto nel cuore il povero Settembre. Qui non interviene nessuno ma il lettore ha coscienza di quello sguardo incuriosito che percorre il racconto e della sua tranquillità nel volgersi ad altro quando non c'è più niente da vedere. Siamo solo un giocattolo, rotto dalle nostre mani.
Immagine

Immagine

Immagine

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Rispondi

Torna a “Gara d'inverno, 2018/2019”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Questa antologia a tema libero è stata ispirata dalle importanti parole di Sam L. Basie:
Dedicato a tutti coloro che hanno scoperto di avere un cervello, che hanno capito che non serve solo a riempire il cranio e che patiscono quell'arrogante formicolio che, dalle loro budella, striscia implacabile fino a detonare dalle loro mani. A voi, astanti ed esteti dell'arte.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Iunio Marcello Clementi, Noemi Buiarelli, Marco Bertoli, Liliana Tuozzo, Alessandro Carnier, Martina Del Negro, Lodovico Ferrari, Francesca Gabriel, Pietro Rainero, Fausto Scatoli, Gianluigi Redaelli, Ilaria Motta, Laura Traverso, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Ida Dainese, Marino Maiorino.
Vedi ANTEPRIMA (921,21 KB scaricato 35 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
Non spingete quel bottone

Non spingete quel bottone

antologia di racconti sull'ascensore

Hai mai pensato a cosa potrebbe accadere quando decidi di mettere piede in un ascensore? Hai immaginato per un attimo a un incontro fatale tra le fredde braccia della sua cabina? Hai temuto, per un solo istante, di rimanervi chiuso a causa di un imponderabile guasto? E se dietro a quel guasto ci fosse qualcosa o qualcuno?
Trentuno autori di questa antologia dedicata all\'ascensore, ideata e curata da Lorenzo Pompeo in collaborazione col sito BraviAutori.it, hanno provato a dare una risposta a queste domande.
A cura di Lorenzo Pompeo
Introduzione dell\'antropologo Vincenzo Bitti.
Illustrazioni interne di Furio Bomben e AA.VV.
Copertina di Roberta Guardascione.

Contiene opere di: Vincenzo Bitti, Luigi Dinardo, Beatrice Traversin, Paul Olden, Lodovico Ferrari, Maria Stella Rossi, Enrico Arlandini, Federico Pergolini, Emanuele Crocetti, Roberto Guarnieri, Andrea Leonelli, Tullio Aragona, Luigi Bonaro, Umberto Pasqui, Antonella Provenzano, Davide Manenti, Mara Bomben, Marco Montozzi, Stefano D'Angelo, Amos Manuel Laurent, Daniela Piccoli, Marco Vecchi, Claudio Lei, Luca Carmelo Carpita, Veronica Di Geronimo, Riccardo Sartori, Andrea Andolfatto, Armando d'Amaro, Concita Imperatrice, Severino Forini, Eliseo Palumbo, Diego Cocco, Roberta Eman.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,58 MB scaricato 424 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Human Take Away

Human Take Away

Umani da asporto

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
"Human Take Away" è un racconto corale dove gli autori Alessandro Napolitano e Massimo Baglione hanno immaginato una prospettiva insolita per un contatto alieno. In questo testo non è stata ideata chissà quale novità letteraria, né gli autori si sono ispirati a un particolare film, libro o videogioco già visti o letti. La loro è una storia che gli è piaciuto scrivere assieme, per divertirsi e, soprattutto, per vincere l'Adunanza letteraria del 2011, organizzata da BraviAutori.it. Se con la narrazione si sono involontariamente avvicinati troppo a storie già famose, affermano, non era voluto. Desiderano solo che vi gustiate l'avventura senza scervellarvi troppo sul come gli sia venuta in mente.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (497,36 KB scaricato 441 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 64

La Gara 64 - L'amore e le sue sfumature

(maggio/giugno 2017, 45 pagine, 924,70 KB)

Autori partecipanti: Ida Dainese, Lodovico, Ser Stefano, Alberto Tivoli, Mirtalastrega, Fabrizio Bonati, Mastronxo, Daniele Missiroli, Angela Catalini, Skyla74, Angelo Manarola, Patrizia Chini, David Cintolesi, Manuel Crispo,
a cura di Massimo Tivoli.
Scarica questo testo in formato PDF (924,70 KB) - scaricato 56 volte.
oppure in formato EPUB (826,28 KB) (vedi anteprima) - scaricato 36 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 5

La Gara 5 - A modo mio

(giugno 2009, 40 pagine, 758,80 KB)

Autori partecipanti: Cmt, Pia, Bonnie, Miriam, DaFank, Rona, Manuela, Massimo, Clali, Alessandro Napolitano, Gio, Snuff, Aigor, Yle,
A cura di Pia.
Scarica questo testo in formato PDF (758,80 KB) - scaricato 306 volte.
oppure in formato EPUB (555,57 KB) (vedi anteprima) - scaricato 169 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 67

La Gara 67 - Cavalieri di ieri, di oggi e di domani

(novembre 2017, 30 pagine, 736,36 KB)

Autori partecipanti: Nunzio Campanelli, Alberto Tivoli, Daniele Missiroli, Lodovico, Massimo Tivoli, Conrad, Carlocelenza, Patrizia Chini,
a cura di Ida Dainese.
Scarica questo testo in formato PDF (736,36 KB) - scaricato 34 volte.
oppure in formato EPUB (907,03 KB) (vedi anteprima) - scaricato 27 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.