La luna inutile

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'inverno 2018/2019.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 25/03/2019, 0:00

1 - non mi piace affatto
3
14%
2 - mi piace pochino
3
14%
3 - si lascia leggere
2
9%
4 - è bello
10
45%
5 - mi piace tantissimo
4
18%
 
Voti totali: 22

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 16/01/2019, 9:44

Immagine

– Brindisino?
– Lalà lalà lalààà!
Si respirava un’atmosfera piuttosto euforica nella sede dell’associazione culturale “StraLunati” di Coldelmonte. Alterigio Qualunquelli, presidente del direttorio generale dei comitati periferici dell’associazione, aveva da poco annunciato una notizia di quelle “bomba”. Ebbene sì, il loro spettacolo teatromusidanzante — ancora senza nome, senza trama e senza programma — aveva ottenuto il patrocinio della Provincia. In altre parole, degli ingenti fondi a disposizione da spendere a piacimento e senza dover rendere conto a nessuno, eccezion fatta per il poco esigente pubblico coldelmontano.
– In alto i calici!
L’impatto tra la ventina di bicchieri causò una leggera pioggia di prosecco misto ai residui dello Chardonnay e delle Ceres bevute nelle due ore precedenti. In sede erano attrezzati con un ben rifornito baretto, nelle occasioni importanti ingaggiavano persino un barman ma per quell’incontro improvvisato si era deciso di optare per qualcosa di più facilmente mescibile.
Dopo la breve riunione conclusasi con un salomonico vabbè poi al limite ci si aggiorna dopo le feste, il variegato gruppo di artistintellettuali si era addentrato già da qualche minuto nelle lande delle chiacchiere senza costrutto. Qualunquelli, ridendo sotto i baffi, si soffermò ad ammirare la propria creatura: un manipolo di inetti disposti a poco per mettere in scena il nulla. Personaggi ibridi, sfuggenti ma ancorati a delle necessità di cui non avevano mai fatto virtù: il dover sostenere le ormai defunte aspettative di genitori e insegnanti. Dell’arte lì non importava niente a nessuno, l’avevano messa da parte prima di impararla; era il mezzo per raggiungere un fine francamente ignoto a tutti.
Rotte ufficialmente le righe con l’ultimo brindisi, i presenti si divisero in capannelli. Alcuni improvvisarono una tragedia greca sull’imminente sessione d’esami universitari, curiosamente senza contemplare l’ipotesi di mettersi a studiare per superarli ma prodigandosi, in un secondo momento, nella presa in giro di professori e matricole. A dirla tutta i primi iniziavano a essergli coetanei e i secondi potenzialmente figli, ma oramai dieci-quindici anni fuori corso equivalevano, accademicamente parlando, a un quarto d’ora di ritardo. Boccheggiavano come pesci sazi, ingurgitando patatine e birre come se gli avessero installato un meccanismo all’altezza delle mascelle.
Poco più in là stavano i veterani, appesi ai loro drummini spenti e rispenti. Dalle loro micronuvole di tabacco si propagavano blandi temporali di esternazioni unidirezionali, piccoli comunicati stampa per un pubblico inesistente. Il leitmotiv era “dimostro la mia apertura mentale fingendomi intollerante”. Il menu presentava etero che parlavano male gay, gay che insultavano neri, neri che inneggiavano ai partiti xenofobi, donne che contestualizzavano stupri in presenza di abbigliamenti femminili troppo succinti e uomini che lamentavano la scarsa copertura mediatica degli episodi di violenza contro i loro pari sesso, evidenziato dalla mancanza di un termine come “uominicidio”.
Verso le ventitré molti membri degli StraLunati si resero conto di trovarsi nel limbo di metà settimana e che l’indomani si sarebbero dovuti alzare a un orario decente, come promesso a loro stessi. Con una certa flemma, iniziò il valzer della ricerca di cappotti, sciarpe, borse e tascapane.
Nello stesso momento il signor Donato imboccò il vicolo in cui si trovava la sede dell’associazione culturale. L’anziano uomo era uno dei pochi invisibili di quella cittadina piuttosto benestante. Sulla settantina, costantemente avvinazzato, indossava un logoro cappotto blu scuro stretto stretto, a evidenziare una pancia colma più di vizi che di pane. La sua testa era nuda, calva e tonda, imperlata di sudore a dispetto del clima rigido; sul volto si scorgevano appena dei lineamenti arrossati dal freddo e contratti in una smorfia rassegnata. A Coldelmonte nessuno ricordava più perché si fosse ridotto in quel modo: la disoccupazione, un incidente, un divorzio, psicofarmaci o tutto questo insieme.
Non era silenzioso il signor Donato, aveva molto da dirsi in quelle lunghe notti da trascorrere passando da un androne all’altro, alla ricerca di portoni semichiusi e condòmini compiacenti. Quella sera però si era trincerato in un silenzio causato dall’incessante battere dei propri denti. La temperatura si stava rapidamente abbassando, una robusta tramontana aveva già fatto pulizia di nubi nel cielo.
Nella penombra di quel vicolo male illuminato, l’anziano scorse il gruppetto di persone che sostava davanti all’associazione. Si avvicinò seguendo l’istinto di cercare punti riparati in prossimità di luoghi frequentati. Nessuno si curò di lui, gli artistintellettuali erano impegnati in una discussione sulla figura della settimana bianca nella cinematografia di Vanzina.
Il signor Donato era molto miope e per altri motivi ci vedeva persino doppio, ma sull’insegna listata in oro scorse nitidamente “…Luna…” e “culturale”, quindi si sentì come in dovere di dare il proprio contributo. Gli piaceva comporre dei semplici versi, riusciva così a memorizzarli facilmente. Non si considerava di certo un poeta ma, in fondo, non si considerava proprio nulla e ormai aveva perso da tempo l’abitudine di interrogarsi sulla propria esistenza. Certo, le poche volte in cui si era arrischiato a recitare versi in pubblico era divenuto oggetto di scherno e battute sul suo stato, come dire?, lievemente alterato. Tuttavia, rassicurato dalla lettura delle parole luna e culturale, si fece coraggio e prese a declamare:
– Freddo è l’oblio in cui sono immerso, triste e beffardo è il destino perverso…
Erano lì, erano in venti. Dalle vacanze vanziniane passarono, del tutto indifferenti alle parole dell’anziano, a caldeggiare l’eventualità di una vegan week di gruppo per riprendersi dai cenoni e presentarsi all’appuntamento di Capodanno in forma smagliante. Avrebbero documentato la loro impresa attraverso delle stories da pubblicare sul profilo Instagram dell’associazione; l’hashtag sarebbe stato #felicevegannonuovo.
Donato, confuso da quei discorsi pieni di parole a lui ignote, proseguì:
– Dimenticato da questo universo, prendo soltanto… il che m’è concesso…
Bocciata la vegan week per paura di perdere eventuali follower vegani suscettibili, i membri dell’associazione affrontarono la spinosa questione di come organizzare la cena-raccolta fondi per la carestia in Niger evitando che la loro sede si riempisse di immigrati. Venne proposta una selezione di massimo cinque esponenti del centro di accoglienza locale, purché venissero già mangiati.
– Luna che ascolti ogni mio turbamento, pronta tu accogli il mio vuoto lamento…
L’anziano uomo pronunciò questo passaggio con un tono di voce elevato, esalando un umile effluvio di Tavernello enfatizzato dall’assenza forzata di igiene orale. Di tacito ma comune accordo, gli artistintellettuali si salutarono in una girandola di goliardiche bestemmie, gridolini, notifiche e altri suonini indistinguibili che si ovattavano con l’accelerare dei loro passi.
– Questi che vedo saranno un po’ umani?…
La domanda dell’anziano svanì nei vapori del suo fiato. Le sagome di quei tizi erano già lontane, claudicavano verso le invitanti luci del centro.
– Possiate morì tutti quanti domani – concluse il signor Donato.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 16/01/2019, 10:51

Grazie per l'apprezzamento, Giacomo!

Posso dirti che questa storia prende spunto da un episodio a cui ho assistito, e si sposa con quel comportamento ricorrente - un po' snob - che hanno alcune persone. C'è chi pensa di essere artista solo basandosi sulle proprie velleità, guardando addirittura con sospetto e commiserazione coloro che si impegnano per ottenere risultati.

Sulla punteggiatura c'è sempre da imparare, di punti e virgola ne ho messi pochi ma di solito abbondo... :) Lavoro come editor e posso confermarti che lo si usa di rado, mentre è utilissimo perché scandisce i tempi dei periodi alla perfezione.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Laura Traverso
Apprendista
Messaggi: 176
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 16/01/2019, 14:19

Mi è piaciuto molto questo racconto: ironico, divertente, non banale, "asciutto", nel senso che è scritto in maniera svelta ma chiara. Insomma, è scritto bene e non annoia. Tenera è la figura di Donato, il poeta inascoltato, che ha molto da dirsi (davvero ok il fatto che abitualmente parli da solo...). Ne emerge un personaggio un po' sfigato ma che ispira simpatia, al contrario degli altri che risultano antipatici, boriosi e da nulla. Con leggerezza hai saputo tratteggiare assai bene l'umanità, perchè non è poi cosi insolito trovare nel reale personaggi così, vuoti e superficiali come i tipi dell'associazione culturale da te descritti. Voto 5, che qui è il massimo.
Ultima modifica di Laura Traverso il 16/01/2019, 14:33, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 16/01/2019, 14:31

@Laura

Grazie per il 5 :) Mi fa piacere che tu abbia colto l'essenza di questo racconto.

@Giacomo
Colosio Giacomo ha scritto:
16/01/2019, 13:34
Allora ritiro la critica...a questo punto credo bene che tu conosca il punto e virgola, e mi f piacere. ciaociao
Figurati... le critiche sono importantissime invece, non basta una vita per imparare tutto ciò che serve per padroneggiare bene la lingua italiana :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Laura Traverso
Apprendista
Messaggi: 176
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 16/01/2019, 14:38

Gabriele Ludovici ha scritto:
16/01/2019, 14:31
@Laura

Grazie per il 5 :) Mi fa piacere che tu abbia colto l'essenza di questo racconto.
@Gabriele:
Dimenticavo... carinissimo anche il disegno di " Donato e gli altri"

@Giacomo
Figurati... le critiche sono importantissime invece, non basta una vita per imparare tutto ciò che serve per padroneggiare bene la lingua italiana :)

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 16/01/2019, 14:55

@Laura

Grazie! L'espressione di Donato dice tutto :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Necrologista
Messaggi: 207
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 17/01/2019, 17:54

Racconto divertente, sarcastico e leggero, ma non banale. Un’efficace presa in giro di certi circoli culturali, snob, inconcludenti e autoreferenziali, come ne ho visti tanti, eh se ne ho visti! L’invettiva finale di Donato è da applausi.
Niente da segnalare se non questa frase: “Il menu presentava etero che parlavano male gay…”. Mi suonerebbe meglio così: “Il menu presentava etero che parlavano male dei gay…”

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 17/01/2019, 18:01

Grazie Roberto!

La frase "incriminata" ha un refuso, grazie per la segnalazione. Prima di pubblicarlo qui l'ho leggermente modificato e non mi sono accorto dell'errore :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Ida Dainese
Sommelier letterario
Messaggi: 366
Iscritto il: 28/07/2015, 23:57
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
dal 2015 (profili visti)
È recensore del mese!
È recensore dell'anno!
posizione nel Club recensori: cdr: *****
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+3)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Ida Dainese » 19/01/2019, 14:12

Un racconto che fa sorridere amaro, puntando la luce su chi pensa di sapere tutto e su chi viaggia inascoltato. La narrazione fila via sciolta, si legge con facilità, "vedendo" le scene e "sentendo" voci e schiamazzi, i personaggi sono tratteggiati ottimamente. Sono colpita (ma neanche tanto conoscendoti :)) da come hai sviluppato il racconto: l'originalità di inventare una tale situazione, l'armonia con cui fai convivere la dissonanza tra i soci del circolo e l'uomo solitario, tra le vocine strombettanti e il triste declamare dei versi. Si sorride con un pò di disprezzo alle proposte del circolo, si sorride con empatia all'ultimo verso del poeta, si sorride amaramente alzando gli occhi verso il titolo perfetto che hai scelto.
Immagine

Immagine

Immagine

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Daniele Missiroli
Apprendista
Messaggi: 181
Iscritto il: 04/01/2016, 19:32
Località: Bologna
Contatta:

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2016 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Daniele Missiroli » 19/01/2019, 18:45

Idea: Originale per la ricerca della serietà in un racconto palesemente ironico.
Trama: Una serata fra persone stra-lunate che finisce con i versi di un poeta-accattone.
Personaggi: Sono tanti e tutti simili tra loro. Perfetto il signor Donato.
Argomento: Simpatico.
Lettura: Divertente e scorrevole.
Grammatica e Sintassi: Praticamente nulla da segnalare. Strano solo un ? seguito da una virgola.
Giudizio: Carino, sembra quasi la descrizione di un evento vissuto, solo un po' romanzato per esigenze di copione.

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Commento

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 21/01/2019, 10:14

@Ida

Grazie :) Mi fa piacere che tu lo apprezzi.

@Daniele

Daniele Missiroli ha scritto:
19/01/2019, 18:45
Strano solo un ? seguito da una virgola.
Giudizio: Carino, sembra quasi la descrizione di un evento vissuto, solo un po' romanzato per esigenze di copione.
Sì, è un po' insolito il ? seguito da una virgola, a volte lo preferisco a una interruzione netta della frase o agli incisi :)

Si tratta in effetti di un episodio a cui ho assistito, un po' romanzato per marcare la differenza... tra le due parti in causa!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Stefano Giraldi Ceneda
Foglio bianco
Messaggi: 48
Iscritto il: 19/08/2017, 10:49

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2017 (recensori)
posizione nel Club recensori: cdr: **
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

commento

Messaggio da leggere da Stefano Giraldi Ceneda » 21/01/2019, 11:07

Linguaggio corposo e vivo; taglio spigliato; buona caratterizzazione; sapido descrittivismo sociale; evocativo e invitante il titolo.
Per le potenzialità che ho notato tra le righe, lo stile dell'autore si adatterebbe molto bene anche a un racconto più lungo, perché il linguaggio incalza gli eventi e ne veicola con levità il succedersi. L'originalità dell'idea è indiscussa e indiscutibile.

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 21/01/2019, 15:18

Grazie Stefano :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 172
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

A Giacomo

Messaggio da leggere da Draper » 22/01/2019, 22:18

Colosio Giacomo ha scritto:
16/01/2019, 10:26
Una sorta di storia nonsense
Giacomo, ti assicuro che nel racconto di Gabriele di nonsense non ce n'è, purtroppo. Per quanto l'ironia possa far apparire esagerato il contesto o le reazioni dei presenti, in moltissimi luoghi della "cultura" odierna c'è puzza di riciclo, pigrizia mentale e inettitudine. Si è avverato quello che Foucault e Debord avevano previsto già un cinquantennio fa, e molti dei sedicenti intellettuali di oggi - soprattutto certi universitari, non tutti - più che sfoggio di cultura fanno sfoggio di erudizione, erudizione e nozionismo fini a se stessi, che vanno bene solo per vincere un quiz televisivo. Imparano senza apprendere e sentono senza ascoltare, ripetendo a pappagallo il sapere stampato e parlando per aforismi come dei Baci Perugina. Questa storia è un ritratto fin troppo fedele dei risultati prodotti dall'estinzione del senso critico.
Immagine
Immagine

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 172
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Draper » 22/01/2019, 22:21

Ciao Gabriele. Per quel che concerne il tuo racconto, oltre a quanto ho voluto condividere con Giacomo, nel commento precedente, penso che non cambierei una virgola. Penso sia un testo lucido e soprattutto coraggioso, che non scade nell'invettiva e che riesce a far riflettere intrattenendo. Ho riempito gli spazi di quelle facce vuote, fra l'altro, con parecchi velleitari che ho incontrato in questi anni. E lì stanno bene. Grazie per avercelo presentato.
Immagine
Immagine

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 23/01/2019, 14:49

Grazie a te, Draper, per averlo letto, apprezzato e impreziosito con le tue osservazioni :) Purtroppo di troppi velleitari, termine quanto mai azzeccato, si stanno riempiendo certi ambienti dove dovrebbe regnare semmai la passione...
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
Draper
Apprendista
Messaggi: 172
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Draper » 23/01/2019, 15:00

Condivido tutto.
Immagine
Immagine

Angelo Ciola
Pubblicista
Messaggi: 77
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Angelo Ciola » 07/02/2019, 23:06

Racconto scritto e con molta ironia, spesso i circoli culturali, soprattutto nei paesini, sono come vengono descritti in queste righe. Anche le descrizioni e i commenti sono spesso ironici, quasi umoristici e il racconto si legge volentieri.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Necrologista
Messaggi: 278
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli » 09/02/2019, 18:27

eh, comprendo benissimo l'ultima frase del signor Donato e non dico che la faccio mia, però...
faccio parte di una associazione culturale no profit, quindi afferro bene quanto vuol dire il racconto che, purtroppo, è l'immagine sin troppo reale di molte situazioni.
non è semplice far rimanere culturale una associazione, ma se ci si tiene si eliminano determinati personaggi già in partenza, mettendo dei bei paletti.
a parte questo, storia ben scritta e piuttosto scorrevole. apprezzata
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Immagine

https://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Commento

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 11/02/2019, 17:26

AACiola ha scritto:
07/02/2019, 23:06
Racconto scritto e con molta ironia, spesso i circoli culturali, soprattutto nei paesini, sono come vengono descritti in queste righe. Anche le descrizioni e i commenti sono spesso ironici, quasi umoristici e il racconto si legge volentieri.
Grazie!
Fausto Scatoli ha scritto:
09/02/2019, 18:27
eh, comprendo benissimo l'ultima frase del signor Donato e non dico che la faccio mia, però...
faccio parte di una associazione culturale no profit, quindi afferro bene quanto vuol dire il racconto che, purtroppo, è l'immagine sin troppo reale di molte situazioni.
non è semplice far rimanere culturale una associazione, ma se ci si tiene si eliminano determinati personaggi già in partenza, mettendo dei bei paletti.
a parte questo, storia ben scritta e piuttosto scorrevole. apprezzata
Grazie, chiaramente il racconto non è una frecciata alle associazioni culturali in generale perché so bene che la maggior parte di esse nascono e vivono grazie alla sincera passione di chi se ne occupa :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
Isabella Galeotti
Necrologista
Messaggi: 227
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
10° dal 2011 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: ***
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 22/02/2019, 12:12

Mi era scappato questo racconto.
Profondo e veritiero. Ho frequentato haime...centri culturali, ma ben pochi erano concreti. Purtroppo la maggior parte erano come tu li hai descritti in questa ironica storia. Il passo del brano è incalzante. Il personaggio del clohard è perfetto, tra un tavernello ed uno stornello, ha fatto più bella figura lui che non tutti quei perditempo.
Immagine

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 22/02/2019, 13:44

Grazie Isabella!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
Fabrizio Bonati
Apprendista
Messaggi: 129
Iscritto il: 26/01/2017, 12:45
Località: Cavaglià (BI)

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fabrizio Bonati » 18/03/2019, 13:13

Penso che questo racconto possa essere più vero di quanto una seppur sfrenata immaginazione potrebbe mai pensare. Quello dei centri pseudo-culturali, pseudo-artistici e pseudo - tutto , sia una delle realtà più vuote e ahimè più frequenti, specie in Italia. Ben scritto, ben congegnato. Ben fatto.

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: La luna inutile

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 19/03/2019, 10:51

Grazie, Fabrizio!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Rispondi

Torna a “Gara d'inverno, 2018/2019”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Human Takeaway

Human Takeaway

(english version)

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
What if we were cattles grazing for someone who needs a lot of of food? How would we feel if it had been us to be raised for the whole time waiting for the moment to be slaughtered? This is the spark that gives the authors a chance to talk about the human spirit, which can show at the same time great love and indiscriminate, ruthless selfishness. In this original parody of an alien invasion, we follow the short story of a couple bound by deep love, and of the tragic decision taken by the heads of state to face the invasion. Two apparently unconnected stories that will join in the end for the good of the human race. So, this is a story to be read in one gulp, with many ironic and paradoxical facets, a pinch of sadness and an ending that costed dearly to the two authors. (review by Cosimo Vitiello)
Authors: Massimo Baglione and Alessandro Napolitano.
Cover artist: Roberta Guardascione.
Translation from Italian: Carmelo Massimo Tidona.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (494,48 KB scaricato 143 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
L'Animo spaziale

L'Animo spaziale

Tributo alla Space Opera

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
L'Animo Spaziale è un tributo alla space opera. Contiene una raccolta di racconti dell'autore Massimo Baglione, ambientati nella fantascienza spaziale. Un libro dove il concetto di fantascienza è quello classico, ispirato al Maestro Isaac Asimov. La trilogia de "L'Animo Spaziale" (Intrepida, Indomita e Impavida) è una storia ben raccontata con i giusti colpi di scena. Notevole la parentesi psicologica, in Indomita, che svela la complessa natura di Susan, elemento chiave dell'intera vicenda. "Intrepida", inoltre, ha vinto il primo premio nel concorso di letteratura fantascientifica "ApuliaCon 2006" (oggi "Giulio Verne"). I racconti brevi "Mr. Sgrultz", "La bottiglia di Sua Maestà" e "Noi, sorelle!" sono stati definiti dalla critica "piccoli capolavori di fantascienza da annoverare negli annali.
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (155,92 KB scaricato 236 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
(credito insufficiente per lo scaricamento diretto dal nostro sito. Clicca qui per info.)
BiciAutori - racconti in bicicletta

BiciAutori - racconti in bicicletta

Trentun paia di gambe hanno pedalato con la loro fantasia per guidarci nel puro piacere di sedersi su una bicicletta ed essere spensierati, felici e amanti della Natura.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina e logo di Diego Capani.

Contiene opere di: Alessandro Domenici, Angelo Manarola, Bruno Elpis, Cataldo Balducci, Concita Imperatrice, Cristina Cornelio, Cristoforo De Vivo, Eliseo Palumbo, Enrico Teodorani, Ettore Capitani, Francesco Paolo Catanzaro, Germana Meli (gemadame), Giovanni Bettini, Giuseppe Virnicchi, Graziano Zambarda, Iunio Marcello Clementi, Lodovico Ferrari, Lorenzo Dalle Ave, Lorenzo Pompeo, Patrizia Benetti, Raffaella Ferrari, Rebecca Gamucci, Rosario Di Donato, Salvatore Stefanelli, Sara Gambazza, Sandra Ludovici, Sonia Piras, Stefano Corazzini, Umberto Pasqui, Valerio Franchina, Vivì.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (4,67 MB scaricato 257 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 46

La Gara 46 - Non più in vita

(maggio 2014, 17 pagine, 337,04 KB)

Autori partecipanti: Lodovico, Annamaria Vernuccio, Nunzio Campanelli, Patrizia Chini, Awomanofnoimportance,
a cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (337,04 KB) - scaricato 115 volte.
oppure in formato EPUB (359,27 KB) (vedi anteprima) - scaricato 200 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 22

La Gara 22 - Un'estate al mare.

(luglio 2011, 40 pagine, 693,14 KB)

Autori partecipanti: Ser Stefano, Aleeee76, Mastronxo, Arditoeufemismo, Tania Maffei, Stefano di Stasio, Morgana Bart, Polissena, Skyla74, Licetti,
A cura di Licetti.
Scarica questo testo in formato PDF (693,14 KB) - scaricato 282 volte.
oppure in formato EPUB (561,30 KB) (vedi anteprima) - scaricato 196 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2019

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2019 - (a colori)

(edizione 2019, 4,37 MB)

Autori partecipanti: Giorgio Leone, Patrizia Chini, Paola Salzano, Sandra Ludovici, Lodovico, Angela Catalini, Laura Traverso, Massimo Melis, Marco Bertoli, Ida Dainese, Liliana Tuozzo, Roberto Bonfanti, Daniela Rossi,
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (4,37 MB) - scaricato 82 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.