Addio al nubilato

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'autunno 2018.

Sondaggio

Il sondaggio termina il 23/12/2018, 23:00

1 - non mi piace affatto
0
Nessun voto
2 - mi piace pochino
1
13%
3 - si lascia leggere
1
13%
4 - è bello
6
75%
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 8

Liliana Tuozzo
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/03/2010, 17:09

Addio al nubilato

Messaggio da leggere da Liliana Tuozzo » 13/11/2018, 11:58

La zip incastrata finalmente si alzò. Si guardò nello specchio soddisfatta del risultato.
Niente cipria, un décolleté che lasciava intravedere la linea delicata dei seni, un rossetto sensuale, orecchini a grappolo che ravvivavano il viso rotondo e brillavano dorati tra i lunghi capelli.
Quanto era felice. Volteggiava.
“Hotel Mirabella” …le sue amiche avevano escogitato proprio una bella trovata.
Lo zircone incastonato splendeva luccicante sul suo anello di fidanzamento, stava per coronare il suo sogno d'amore. Per le nozze lo zio Carl aveva donato i biglietti per una romantica gita oltreoceano.
Hans, il suo bellissimo futuro marito, aveva organizzato una festa di matrimonio davvero glamour.
«Taxi!»
Dopo pochi minuti era arrivata.
Lo zerbino immacolato… passetti silenziosi, abito nero, corto. Dentro una Roma gelata.
Oh, quante erano…
«Fatti vedere, Helen!»
«Meravigliosa…»
«Bellissima, tesoro!»
La zia Ivana più sedici amiche la circondarono in un attimo, conducendola al tavolo in prima fila. Sulla tovaglia candida: calici di cristallo e un secchiello di ghiaccio con lo champagne.
Si sedette, alla sua destra zia Ivana e dal lato opposto Mara. Le altre presero posto ai tavoli del locale, nei loro abiti da sera fruscianti come uno sciame di farfalle colorate.
Lo spettacolo stava per iniziare…
L’attrazione della serata era il cantante Donald Ulrich: ridente, grazioso.
“Oooh! Quanta energia” vociavano con enfasi le donne, attratte, più che dalla voce, dal corpo statuario del giovane.
Poi diedero il via alle danze, mentre i bicchieri si vuotavano uno dopo l’altro.
«Ehi, miss… balla, tesoro!»
Nientemeno lui, Donald, le chiedeva di ballare.
Incitata dalle donne, che cominciarono a battere le mani, si lasciò condurre in un tango argentino appassionato col bel tenebroso.
La zaffata inattesa di un profumo maschile penetrante che sapeva di muschio e corteccia contribuì a rendere l’atmosfera notevolmente “caliente”.
«Divertiti!» Era la parola che sentiva arrivare da ogni direzione.
Un rock galvanizzante le regalò istanti d’oblio. Quale enfasi felina stava vivendo. Tutto sembrava girarle vorticosamente intorno.
Doveva fermarsi un attimo.
Si diresse alla toilette. Lo specchio le rimandò un’immagine sguaiata, che non riconobbe. Si sciacquò il viso. Stava per tornare in sala quando la porta si aprì improvvisamente e qualcuno le afferrò i polsi attirandola verso di sé: era Donald.
Divertirsi sì, ma Helen non aveva nessuna intenzione di tradire il suo Hans. Con un calcio ben assestato, alle parti basse, lo fece arretrare. Nella sala del locale le sue amiche ballavano e bevevano.
La zia Ivana su un divanetto sonnecchiava; gli occhiali le cadevano sulla punta del naso.
«Zia, andiamo a casa» le disse, scuotendola.
La donna aprì gli occhi.
«Ho un gran mal di testa, cara. Sì, portami via…»
«Ragazze, noi andiamo. Voi che fate?»
Le amiche la guardarono male, non avevano nessuna intenzione di abbandonare la festa.
“Hotel Mirabella, buonanotte” pensò Helen, mentre sottobraccio a sua zia lasciava il locale.
«Taxi!»
Ultima modifica di Liliana Tuozzo il 13/11/2018, 19:21, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Apprendista
Messaggi: 190
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli » 13/11/2018, 18:58

uah uah... che bel finale, lily.
un calcione nelle palle non guasta mai, in certi casi. l'importante è essere capaci di farlo, come la tuaa protagonista.
simpatico, gradevole racconto che mi ha fatto divertire.
ci sono alcuni refusi, soprattutto nella punteggiatura, ma niente di grave.
a rileggerti
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Immagine

https://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Tiziano Legati
Foglio bianco
Messaggi: 34
Iscritto il: 16/04/2015, 13:26
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2015 (profili visti)
dal 2015 (recensori)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2015
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Tiziano Legati » 14/11/2018, 10:40

Mi è piaciuto questo racconto, con quel suo sottilissimo filo di incertezza che la narrazione lascia trasparire. Il filo lentamente si attorciglia fino alla situazione finale dove la presenza di spirito della protagonista risolve al meglio la situazione. bello.
Immagine
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine

Liliana Tuozzo
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/03/2010, 17:09

Re: Commento

Messaggio da leggere da Liliana Tuozzo » 15/11/2018, 11:29

Fausto Scatoli ha scritto:
13/11/2018, 18:58
uah uah... che bel finale, lily.
un calcione nelle palle non guasta mai, in certi casi. l'importante è essere capaci di farlo, come la tuaa protagonista.
simpatico, gradevole racconto che mi ha fatto divertire.
ci sono alcuni refusi, soprattutto nella punteggiatura, ma niente di grave.
a rileggerti
Grazie Fausto, a volte bisogna avere il coraggio di agire nel modo giusto. Ho cercato di correggere, spero di non aver fatto altri pasticci. Ciao a risertirci.

Liliana Tuozzo
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/03/2010, 17:09

Re: Commento

Messaggio da leggere da Liliana Tuozzo » 15/11/2018, 11:33

Tiziano Legati ha scritto:
14/11/2018, 10:40
Mi è piaciuto questo racconto, con quel suo sottilissimo filo di incertezza che la narrazione lascia trasparire. Il filo lentamente si attorciglia fino alla situazione finale dove la presenza di spirito della protagonista risolve al meglio la situazione. bello.
grazie Tiziano, per aver gradito il mio racconto che parte spensierato e poi diventa altro, un genere che poche volte sperimento, ma che mi porta a sorridere con ironia dei casi della vita. A rileggerci.

Avatar utente
Carol Bi
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 01/11/2018, 10:43

Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2018 (recensori)
dal 2018 (recensiti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Carol Bi » 15/11/2018, 16:42

Molto carino! Ma sai che sembra scritto dalla mia mano? Trovo che il tuo stile sia molto simile al mio. Ti invito a leggere il mio racconto, sono sicura che mi darai ragione. In questo caso però la tua protagonista dimostra sicuramente di avere più carattere della mia, che subisce gli eventi con rassegnazione. Brava!

Liliana Tuozzo
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/03/2010, 17:09

Re: Commento

Messaggio da leggere da Liliana Tuozzo » 15/11/2018, 16:52

Carol Bi ha scritto:
15/11/2018, 16:42
Molto carino! Ma sai che sembra scritto dalla mia mano? Trovo che il tuo stile sia molto simile al mio. Ti invito a leggere il mio racconto, sono sicura che mi darai ragione. In questo caso però la tua protagonista dimostra sicuramente di avere più carattere della mia, che subisce gli eventi con rassegnazione. Brava!
Grazie Carol, mi fa piacere sapere che il mio stile è simile al tuo, ti leggerò con vero piacere. :D

Laura Traverso
Foglio bianco
Messaggi: 42
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Re: Addio al nubilato

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 16/11/2018, 15:19

E' davvero particolare, non banale il tuo racconto. Leggendolo pensavo, con un po' di amarezza, che la protagonista si lasciasse ammaliare dal bel Donal, dimenticandosi di Hans, il suo amore "normale". Invece non è stato così. Mi è piaciuto il finale: coraggioso! Lei lo ha respinto senza mezzi termini, alla faccia di chi crede che tutto gli sia dovuto. Il tuo racconto ha molto bene evidenziato che ci si può divertire sempre restando se stessi, senza mai tradirsi per andare dietro a fatui luccichii. Bello!
Ultima modifica di Laura Traverso il 17/11/2018, 15:07, modificato 2 volte in totale.

Laura Ruggeri
Foglio bianco
Messaggi: 18
Iscritto il: 25/07/2016, 17:14

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Laura Ruggeri » 16/11/2018, 16:26

Liliana, hai scritto un racconto gradevole e dal finale per niente scontato. La protagonista è una donna fiera e per nulla frivola, che non si lascia facilmente sedurre dal bellone di turno. Curiosa la scelta dei nomi che fa incontrare il mondo delle soap opera (Helen, il trumpesco e spavaldo machismo del cantante Donald, il facoltoso e generoso zio Carl) con quello di romantici adoni teutonichi (il promesso sposo e uomo dei sogni Hans e lo statuario intrattenitore Ulrich che oltre a essere un po' "Donald" in fondo è un gran fico) e la normalità della gente comune (la sonnacchiosa e probabilmente in là con gli anni zia Ivana e l'amica Mara). Lettura fluida e scorrevole grazie anche alla scelta di frasi cortissime e un uso intelligente di dialoghi che facilitano i cambi di scena e danno presenza ai personaggi di contorno. Grazie mi sono divertita.

Liliana Tuozzo
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/03/2010, 17:09

Re: Commento

Messaggio da leggere da Liliana Tuozzo » 16/11/2018, 19:38

Laura Ruggeri ha scritto:
16/11/2018, 16:26
Liliana, hai scritto un racconto gradevole e dal finale per niente scontato. La protagonista è una donna fiera e per nulla frivola, che non si lascia facilmente sedurre dal bellone di turno. Curiosa la scelta dei nomi che fa incontrare il mondo delle soap opera (Helen, il trumpesco e spavaldo machismo del cantante Donald, il facoltoso e generoso zio Carl) con quello di romantici adoni teutonichi (il promesso sposo e uomo dei sogni Hans e lo statuario intrattenitore Ulrich che oltre a essere un po' "Donald" in fondo è un gran fico) e la normalità della gente comune (la sonnacchiosa e probabilmente in là con gli anni zia Ivana e l'amica Mara). Lettura fluida e scorrevole grazie anche alla scelta di frasi cortissime e un uso intelligente di dialoghi che facilitano i cambi di scena e danno presenza ai personaggi di contorno. Grazie mi sono divertita.
Grazie a te Laura. Contenta che ti sia piaciuto, il bello dello scrivere è anche poter condividere con chi ha la stessa passione. :D

Ida Dainese
Sommelier letterario
Messaggi: 303
Iscritto il: 28/07/2015, 23:57
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
posizione nel Club recensori: cdr: *****
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Ida Dainese » 18/11/2018, 12:47

Anch'io lo trovo un bel racconto, uno scorcio di vita normale con un guizzo finale di straordinarietà.
Ben creata l'atmosfera d'attesa all'inizio, per la serata, per il grande bell'evento che l'aspetta, per la promessa di un futuro felice. Ben reso il cuore del racconto con poche note perfette che descrivono i personaggi, le amiche festose, la zia assonnata, il cantante tentatore. Bello il finale, col gesto della protagonista che ridà splendore e luce all'amore per il futuro marito.
Immagine

Immagine

Immagine

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Liliana Tuozzo
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/03/2010, 17:09

Re: Addio al nubilato

Messaggio da leggere da Liliana Tuozzo » 18/11/2018, 17:20

Laura Traverso ha scritto:
16/11/2018, 15:19
E' davvero particolare, non banale il tuo racconto. Leggendolo pensavo, con un po' di amarezza, che la protagonista si lasciasse ammaliare dal bel Donal, dimenticandosi di Hans, il suo amore "normale". Invece non è stato così. Mi è piaciuto il finale: coraggioso! Lei lo ha respinto senza mezzi termini, alla faccia di chi crede che tutto gli sia dovuto. Il tuo racconto ha molto bene evidenziato che ci si può divertire sempre restando se stessi, senza mai tradirsi per andare dietro a fatui luccichii. Bello!
grazie Laura per il tuo commento, essere sempre se stessi è davvero importante.

Liliana Tuozzo
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/03/2010, 17:09

Re: Commento

Messaggio da leggere da Liliana Tuozzo » 18/11/2018, 17:25

Ida Dainese ha scritto:
18/11/2018, 12:47
Anch'io lo trovo un bel racconto, uno scorcio di vita normale con un guizzo finale di straordinarietà.
Ben creata l'atmosfera d'attesa all'inizio, per la serata, per il grande bell'evento che l'aspetta, per la promessa di un futuro felice. Ben reso il cuore del racconto con poche note perfette che descrivono i personaggi, le amiche festose, la zia assonnata, il cantante tentatore. Bello il finale, col gesto della protagonista che ridà splendore e luce all'amore per il futuro marito.
Grazie Ida. Nato da un gioco questo racconto ha preso forma dando voce alla quotidianità e giungendo a valorizzare quelle che sono le cose importanti della vita...A rileggerci.

Avatar utente
Draper
Pubblicista
Messaggi: 55
Iscritto il: 23/03/2015, 0:05

Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Draper » 30/11/2018, 20:27

Ho trovato il racconto ben costruito, ha un arco narrativo semplice ma molto efficace. Le descrizioni, soprattutto, mi sono sembrate snelle e precise. L'unica nota negativa, dal mio punto di vista, l'ho trovata nel finale. Mi è sembrato un po' troppo veloce, come se avessi fretta di concludere, ed è un peccato perchè la differenza con i restanti 3/4 di testo precedenti è notevole, soprattutto sul piano della cura nel preparare la vicenda e nel delineare la protagonista.
Immagine

Avatar utente
Daniele Missiroli
Apprendista
Messaggi: 106
Iscritto il: 04/01/2016, 19:32
Località: Bologna
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Daniele Missiroli » 03/12/2018, 21:42

Una riga, da sola, mi ha gelato. Dopo essere partito con la spensieratezza della protagonista, mi sono ritrovato in un racconto serio. Quante volte si parte ridendo e scherzando, ma poi finisce in tragedia? Troppe!
Buona l'atmosfera iniziale che crea il dovuto stacco per il finale.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Pubblicista
Messaggi: 71
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2018
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 06/12/2018, 0:36

Mi piace il carattere di Helen, la protagonista del racconto: anche nel vortice inebriante di un classico addio al nubilato non tradisce, né i propri principi né il futuro marito. Anch’io ho trovato efficace la sobrietà nel tratteggiare con brevi pennellate narrative carattere e caratteristiche dei personaggi in gioco, hai saputo renderli credibili e vividi in poche righe. Unico appunto: avrei usato le caporali anche per “Oooh! Quanta energia”, tutto sommato è più dialogo che pensiero.

Rispondi

Torna a “Gara d'autunno, 2018”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Tiziano Legati e 9 ospiti