Pubblicare all'estero

Pubblicazioni speciali, ebook, riviste, iniziative, news e quant'altro dal mondo dell'editoria in genere.
Correzionebozze
Foglio bianco
Messaggi: 7
Iscritto il: 05/09/2011, 9:32
Contatta:

Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Correzionebozze » 08/09/2011, 17:07

Qualcuno di voi ci ha provato o ci è riuscito? Come si è mosso, quali difficoltà ha incontrato? Mi piacerebbe confrontarmi con le vostre esperienze.
https://www.correzionebozze.it" onclick="window.open(this.href);return false; - Servizi per l'editoria e il web
https://www.trailerlibro.it" onclick="window.open(this.href);return false; - Il portale dei booktrailer

Avatar utente
Cmt
Terza pagina
Messaggi: 604
Iscritto il: 28/01/2009, 19:27

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2011
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Cmt » 08/09/2011, 18:30

Mai provato ma mi piacerebbe farlo se solo sapessi come

Avatar utente
Ser Stefano
Terza pagina
Messaggi: 868
Iscritto il: 03/03/2010, 8:58

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2017 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Ser Stefano » 08/09/2011, 18:34

So a malapena scrivere in italiano... figuriamoci in inglese.

PS ho sentito dire che Amazon (in America) è il più apprezzato per gli E-book e ho sentito pure di quel tale che ha messo il suo libro in vendita a 1 dollaro e ha venduto qualcosa come un milione di ebook.
Fate un po' i conti voi, non è così difficile :shock:

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8446
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2007 (profili visti)
dal 2007 (recensori)
dal 2007 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 09/09/2011, 8:47

Magari pubblicare all'estero!
Purtroppo non posso neppure sognarlo dato che, pure io, non so scrivere in inglese fluente e leterario.
Mi ci vorrebbe una fidanzata madrelingua, da obbligare a tradurmi gli scritti... uhm...
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Avatar utente
Cmt
Terza pagina
Messaggi: 604
Iscritto il: 28/01/2009, 19:27

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
Sostenitore 2011
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Cmt » 09/09/2011, 12:05

Massimo Baglione ha scritto:Magari pubblicare all'estero!
Purtroppo non posso neppure sognarlo dato che, pure io, non so scrivere in inglese fluente e leterario.
Mi ci vorrebbe una fidanzata madrelingua, da obbligare a tradurmi gli scritti... uhm...
Pubblicare all'estero non implica che tu debba tradurti gli scritti da solo, né è vero il contrario (io entrambi i miei libri li ho già tradotti in inglese ma non è che questo mi sia servito a pubblicarli negli USA ^_^)

Correzionebozze
Foglio bianco
Messaggi: 7
Iscritto il: 05/09/2011, 9:32
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Correzionebozze » 09/09/2011, 12:11

Beh penso che se si trova un agente italiano che lavora con l'estero possa occuparsi lui della traduzione, ho cercato di capirci qualcosa di più ma io non sono esperta di diritti e non ho cavato un ragno dal buco...
https://www.correzionebozze.it" onclick="window.open(this.href);return false; - Servizi per l'editoria e il web
https://www.trailerlibro.it" onclick="window.open(this.href);return false; - Il portale dei booktrailer

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8446
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2007 (profili visti)
dal 2007 (recensori)
dal 2007 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 09/09/2011, 12:24

Certo CMT, ma avere un buon traduttore da schiavizzare privatamente sarebbe già un bel passo avanti :-D
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Correzionebozze
Foglio bianco
Messaggi: 7
Iscritto il: 05/09/2011, 9:32
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Correzionebozze » 12/10/2011, 16:12

Ho visto che l'agenzia letteraria Contrappunto ha attivato una divisione tutta per l'estero, io non li conosco direttamente quindi non so come siano, ma magari può interessare a qualcuno!
https://www.correzionebozze.it" onclick="window.open(this.href);return false; - Servizi per l'editoria e il web
https://www.trailerlibro.it" onclick="window.open(this.href);return false; - Il portale dei booktrailer

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8446
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2007 (profili visti)
dal 2007 (recensori)
dal 2007 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 12/10/2011, 16:50

Grazie per la segnalazione.
In effetti vedo che stanno spammando alla grande su Facebook :-)
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Avatar utente
Alexmai
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 18/10/2010, 22:41
Località: Roma
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Alexmai » 12/10/2011, 17:17

Perdonatemi... all'estero non pubblicano neanche autori italiani da 300.000 copie, cosa vi fa pensare di essere appetibili???
Alessandro
https://www.alexmai.it" onclick="window.open(this.href);return false;
https://www.alexmai.it/indexmv.htm" onclick="window.open(this.href);return false; La pagina delle Mine Vaganti

Avatar utente
Judith_Star
Apprendista
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/07/2010, 23:12
Località: Napoli
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Judith_Star » 12/10/2011, 18:17

Alexmai ha scritto:Perdonatemi... all'estero non pubblicano neanche autori italiani da 300.000 copie, cosa vi fa pensare di essere appetibili???
Le eccezioni esistono ovunque! Mai dire mai nella vita! :smt006
Bitch please. I'm fabulous.


Fermi tutti: mi è caduto il cervello! (Capitan Jack Sparrow)



Immagine
Immagine
Dentro la birra
Immagine
Concorso per brevi racconti sulla birra

Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!

Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.

Immagine

Avatar utente
Alexmai
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 18/10/2010, 22:41
Località: Roma
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Alexmai » 13/10/2011, 11:24

Certo, gli alieni possono sbarcare domani... sarebbe un'eccezione.
Io cercherò di fare altro che stare lì ad aspettarli ;)
Alessandro
https://www.alexmai.it" onclick="window.open(this.href);return false;
https://www.alexmai.it/indexmv.htm" onclick="window.open(this.href);return false; La pagina delle Mine Vaganti

Avatar utente
Judith_Star
Apprendista
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/07/2010, 23:12
Località: Napoli
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Judith_Star » 13/10/2011, 11:35

Punti di vista, immagino, ma non per questo bisogna smettere di lottare! ;)
Bitch please. I'm fabulous.


Fermi tutti: mi è caduto il cervello! (Capitan Jack Sparrow)



Immagine
Immagine
Dentro la birra
Immagine
Concorso per brevi racconti sulla birra

Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!

Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.

Immagine

Avatar utente
Jane90
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 23/05/2010, 21:17
Località: Torino
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Jane90 » 13/10/2011, 11:41

scusa Alexmai, ma che discorso triste... Dopotutto, se quelli che oggi sono famosi in qualsiasi campo avessero fatto il discorso che stai facendo, non avremmo grandi attori, cantanti mondiali, sportivi famosi... se le possibilità di pubblicare un libero all'estero esiste, perché provarci dovrebbe essere come aspettare gli alieni? Magari, anzi molto probabilmente, finisce in un niente. se non si prova, anche l'infinitesimale possibilità di farcela svanisce.
"Cosa fa?" "Scrive!" "E non si può porre rimedio?"

JTheAngel su Twitter <3 Serena Rosata su facebook.
Immagine
Immagine
Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!
Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.
Immagine

Avatar utente
EraniaPinnera
Pubblicista
Messaggi: 58
Iscritto il: 22/03/2010, 18:15
Località: UK
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da EraniaPinnera » 13/10/2011, 12:41

Io mi sono interessata per i miei saggi, che di fatto sono produzioni accademiche.
Ebbene, anche avendo - per ipotesi - un agente italiano, per quanto riguarda almeno l'ambiente anglofono bisogna riuscirci con un agente anglofono, appunto.

Una volta che ti prende un agente, le cose dovrebbero essere più semplici, ma il condizionale è d'obbligo.
Per la cronaca, prima di cercare un agente per i saggi credo che attenderò di atterrare in terra anglofona, perché difficilmente per telefono o e-mail ti danno retta.
Le traduzioni non sono un problema: se l'agente vende il tuo prodotto a una casa editrice, loro si occupano della traduzione. É ovvio poi che se scrivi in inglese puoi anche provare la strada del fai-da-te, ma un non madre lingua non scriverà mai come un nativo, e in un mercati spietato come quello dell'editoria è un dettaglio che fa la differenza, eccome.
0096 2251 2110 8105
Erania Pinnera™
Daily Pinner

Avatar utente
Alexmai
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 18/10/2010, 22:41
Località: Roma
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Alexmai » 13/10/2011, 14:05

Jane90 ha scritto:scusa Alexmai, ma che discorso triste... Dopotutto, se quelli che oggi sono famosi in qualsiasi campo avessero fatto il discorso che stai facendo, non avremmo grandi attori, cantanti mondiali, sportivi famosi...
Ne sono sicuro. Ma un grande attore italiano ha successo in Italia e poi va all'estero, di solito... se nessuno se lo fila in Italia, forse si porrà delle domande... idem per gli sportivi... se sono un calciatore faccio il provino per il Milan: il Real Madrid, se mi presento, si chiederà perchè neanche la Sambenedettese in Italia mi faceva giocare :twisted:
Alessandro
https://www.alexmai.it" onclick="window.open(this.href);return false;
https://www.alexmai.it/indexmv.htm" onclick="window.open(this.href);return false; La pagina delle Mine Vaganti

Avatar utente
Jane90
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 23/05/2010, 21:17
Località: Torino
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Jane90 » 13/10/2011, 14:38

Certo, il tuo discorso fila perfettamente. Ma Roberto Bolle è primo ballerino dell'American Ballet. Laura Pausini è famosissima in egitto e Tiziano Ferro in Spagna.
Non sto dicendo che tutti noi pubblicheremo grandi romanzi all'estero, probabilmente nessuno di noi ce la farà. Ma non è meglio avere la delusione di un rifiuto che rimanere con il dubbio "Magari se ci avessi provato ce l'avrei fatta"? Personalmente, ho grandi dubbi di venir pubblicata persino in Italia. Quindi cosa dovrei fare, dire "vabbé, potrei fallire, non tentiamo nemmeno"? No, dico "Ci provo. Non funziona? Continuo a scrivere e migliorarmi e ci riprovo ancora". Ovviamente, nel frattempo è giusto fare altro, studiare e lavorare per mantenersi. Ma perché non provarci nemmeno, solo perché le probabilità di fallire sono alte?
"Cosa fa?" "Scrive!" "E non si può porre rimedio?"

JTheAngel su Twitter <3 Serena Rosata su facebook.
Immagine
Immagine
Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!
Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.
Immagine

Avatar utente
Judith_Star
Apprendista
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/07/2010, 23:12
Località: Napoli
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Judith_Star » 13/10/2011, 14:40

Jane90 ha scritto:Certo, il tuo discorso fila perfettamente. Ma Roberto Bolle è primo ballerino dell'American Ballet. Laura Pausini è famosissima in egitto e Tiziano Ferro in Spagna.
Non sto dicendo che tutti noi pubblicheremo grandi romanzi all'estero, probabilmente nessuno di noi ce la farà. Ma non è meglio avere la delusione di un rifiuto che rimanere con il dubbio "Magari se ci avessi provato ce l'avrei fatta"? Personalmente, ho grandi dubbi di venir pubblicata persino in Italia. Quindi cosa dovrei fare, dire "vabbé, potrei fallire, non tentiamo nemmeno"? No, dico "Ci provo. Non funziona? Continuo a scrivere e migliorarmi e ci riprovo ancora". Ovviamente, nel frattempo è giusto fare altro, studiare e lavorare per mantenersi. Ma perché non provarci nemmeno, solo perché le probabilità di fallire sono alte?
Che dire, quoto in pieno questa donna! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :smt007
Bitch please. I'm fabulous.


Fermi tutti: mi è caduto il cervello! (Capitan Jack Sparrow)



Immagine
Immagine
Dentro la birra
Immagine
Concorso per brevi racconti sulla birra

Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!

Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.

Immagine

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8446
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

*
è tra i primi 10!
dal 2007 (profili visti)
dal 2007 (recensori)
dal 2007 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 13/10/2011, 15:13

Se esiste una piccola possibilità di provarci e magari riuscirci, è obbligatorio tentare. Sempre, e per qualsiasi aspetto della vita.
Sta a noi valutarne la fattibilità.
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Avatar utente
Alexmai
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 18/10/2010, 22:41
Località: Roma
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Alexmai » 13/10/2011, 16:22

Jane90 ha scritto:Certo, il tuo discorso fila perfettamente. Ma Roberto Bolle è primo ballerino dell'American Ballet. Laura Pausini è famosissima in egitto e Tiziano Ferro in Spagna.
Tutta gente che ha esordito all'estero... perchè non ci ho pensato? Anzi, esordisco in Cina perchè ci sono più lettori potenziali :smt005 :smt005 :smt005

A parte gli scherzi... certo, la possibilità esiste. Ma è almeno un decimo di quella di riuscire in Italia, oltre a costare almeno 5.000 euro per una traduzione all'altezza. Ma chi ve lo fa fare???

Io sono il primo a non arrendermi mai, ma qui stiamo veramente sognando sul nulla, perdonatemi... gli editori americani buttano tonnellate di carta americana, manoscritti scritti in perfetto inglese su storie che a loro interessano, e dovrebbero comprare... cosa? Un romanzo ambientato in Italia che nessuno ha voluto pubblicare? O ambientato in USA da uno che ha visto New York in televisione? :shock:
Alessandro
https://www.alexmai.it" onclick="window.open(this.href);return false;
https://www.alexmai.it/indexmv.htm" onclick="window.open(this.href);return false; La pagina delle Mine Vaganti

Avatar utente
Jane90
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 23/05/2010, 21:17
Località: Torino
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Jane90 » 13/10/2011, 16:28

Li usavo come esempi di persone che ci hanno provato, che hanno creduto nei loro sogni e in quello che volevano e alla fine ce l'hanno fatta. Non tutti seguono la stessa strada per arrivare al risultato, no? Quindi chi ti dice che uno di noi, uno solo, non sia quell'italiano che inizia a pubblicare all'estero prima che in italia? Quello che voglio dire è, il semplice fatto che di solito non accada lo rende automaticamente impossibile?
Pensare "questo non è mai successo a nessuno, perchè dovrebbe riuscire proprio a me?", secondo la mia modesta opinione, non porta proprio da nessuna parte.

_____Dopo aver letto il tuo ultimo post (pardon, credo di aver postato mentre tu lo modificavi)
Ovviamente non andrei a spendere 5000 euro di traduttore. Tuttavia, se domani tu vedessi una casa editrice americana che legge gratuitamente i lavori scritti in italiano e li passa alla traduzione solo se sono pubblicabili, non tenteresti? Non manderesti il tuo manoscritto?
Io lo farei, e sono una che non crede molto nelle proprie possibilità. Credo che sia difficile che pubblichino un mio libro anche qui in Italia, ma questo non vuol dire che non ci provo se ne ho l'occasione. Anche se è difficile, anche se magari avrò un no come risposta.
Riguardo a quello che hai scritto sul tema del libro: tu non leggi cose ambientate in Francia solo perché vivi in Italia? E quando leggi un fantasy pretendi che l'autore sia davvero stato nella terra di mezzo, a hogwarts e così via? Credo di no. Quindi, se una storia è ben scritta, davvero è importante se è ambientata a Napoli, a New York o a Heartsea?
Ultima modifica di Jane90 il 13/10/2011, 16:49, modificato 1 volta in totale.
"Cosa fa?" "Scrive!" "E non si può porre rimedio?"

JTheAngel su Twitter <3 Serena Rosata su facebook.
Immagine
Immagine
Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!
Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.
Immagine

Avatar utente
Judith_Star
Apprendista
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/07/2010, 23:12
Località: Napoli
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Judith_Star » 13/10/2011, 16:46

Alexmai ha scritto:Io sono il primo a non arrendermi mai, ma qui stiamo veramente sognando sul nulla, perdonatemi... gli editori americani buttano tonnellate di carta americana, manoscritti scritti in perfetto inglese su storie che a loro interessano, e dovrebbero comprare... cosa? Un romanzo ambientato in Italia che nessuno ha voluto pubblicare? O ambientato in USA da uno che ha visto New York in televisione? :shock:
E' ovvio, a meno che uno non sia americano, credo sia difficile esordire prima negli Stati Uniti che nel proprio Paese d'origine! Comunque, passando al discorso che ho citato, il detto "mai dire mai nella vita" un fondo di verità ce l'ha e grazie a Dio queste sono solo opinioni, ma se tutti pensassero di non avere possibilità per approdare su mercati stranieri, allora i sogni non esisterebbero e di conseguenza nessuno avrebbe le palle necessarie (sì, perchè secondo me è questione anche di avere le palle[e anche un po' di culo]) per fare un salto del genere! Tentare non costa nulla e se alla prima botta il pesce non abbocca, allora magari abboccherà alla seconda o alla terza! Però, scusami tanto se te lo dico, ma con un discorso simile la frase "io sono il primo a non arrendermi" ha poco senso, anzi, credo che tu ti sia contraddetto da solo! (o forse ho capito male io ed era riferita a tutt'altra cosa) Forse sono un'illusa, ma se riuscirò ad eserodire in Italia, io tenterò il tutto e per tutto per esordire anche all'estero e se la prima volta mi chiuderanno le porte in faccia, magari alla seconda mi si aprirà un portone! Almeno un giorno non avrò dei rimpianti e potrò essere fiera di me stessa, perchè non mi sono arresa e ho cercato di abbattere quel muro che mi separava da un mercato così importante come quello statunitense. :-) :smt006
Bitch please. I'm fabulous.


Fermi tutti: mi è caduto il cervello! (Capitan Jack Sparrow)



Immagine
Immagine
Dentro la birra
Immagine
Concorso per brevi racconti sulla birra

Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!

Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.

Immagine

Avatar utente
Alexmai
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 18/10/2010, 22:41
Località: Roma
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Alexmai » 13/10/2011, 17:14

Jane90 ha scritto: 1) Quindi chi ti dice che uno di noi, uno solo, non sia quell'italiano che inizia a pubblicare all'estero prima che in italia?

2) Tuttavia, se domani tu vedessi una casa editrice americana che legge gratuitamente i lavori scritti in italiano e li passa alla traduzione solo se sono pubblicabili, non tenteresti? Non manderesti il tuo manoscritto?

3) Riguardo a quello che hai scritto sul tema del libro: tu non leggi cose ambientate in Francia solo perché vivi in Italia? E quando leggi un fantasy pretendi che l'autore sia davvero stato nella terra di mezzo, a hogwarts e così via? Credo di no. Quindi, se una storia è ben scritta, davvero è importante se è ambientata a Napoli, a New York o a Heartsea?
1) Non "uno di noi", qualsiasi autore italiano. In USA pubblicano forse dieci autori italiani (di narrativa, ovvio che p.es. gli scienziati non contano!) e hanno venduto tutti vagoni di copie qui, e sono stati tradotti QUI, non lì.

2) Faccio prima ad aspettare gli alieni. Gli americani non traducono NULLA. Sono gli stranieri a tradurre per entrare in quel mercato.

3) Io leggo cose ambientate in Francia, ma quei francesi hanno prima sfondato in Francia, a meno che non siano figli di italiani... che però pubblicherebbero in italiano!

Mi spieghi perchè non vuoi pubblicare in Italia??? :)
Alessandro
https://www.alexmai.it" onclick="window.open(this.href);return false;
https://www.alexmai.it/indexmv.htm" onclick="window.open(this.href);return false; La pagina delle Mine Vaganti

Avatar utente
Alexmai
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 18/10/2010, 22:41
Località: Roma
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Alexmai » 13/10/2011, 17:20

Judith_Star ha scritto: E' ovvio, a meno che uno non sia americano, credo sia difficile esordire prima negli Stati Uniti che nel proprio Paese d'origine! Comunque, passando al discorso che ho citato, il detto "mai dire mai nella vita" un fondo di verità ce l'ha
Se mettiamo un miliardo di scimmie davanti a un miliardo di computer, forse una di loro scriverà casualmente la Divina Commedia. Ma non vuol dire che le scimmie sappiano scrivere, vuol dire che per la legge delle probabilità quasi nulla è impossibile...

Volete pubblicare in USA? Provateci. Ma prima, per favore, spiegatemi perchè non volete pubblicare in Italia. Fino a che non me lo dite, per me è chiusa qui, perchè non ha senso discuterne.

Finisco con un aneddoto. Il mio primo romanzo era ambientato ad Annapolis, nel Maryland. Ci sono stato, ho scritto dei marciapiedi su cui ho camminato, senza inventare una virgola o quasi. Un'agente editoriale americana e la editor thriller di una CE britannica di primissimo piano mi hanno detto di pubblicare con un falso nome inglese, perchè altrimenti la gente avrebbe riso di un italiano che vuole scrivere di cose americane... anche se lo fa in modo credibile :)
Alessandro
https://www.alexmai.it" onclick="window.open(this.href);return false;
https://www.alexmai.it/indexmv.htm" onclick="window.open(this.href);return false; La pagina delle Mine Vaganti

Avatar utente
Jane90
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 23/05/2010, 21:17
Località: Torino
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Jane90 » 13/10/2011, 17:27

Mi spieghi perchè non vuoi pubblicare in Italia???
darei una vena per pubblicare in Italia :lol: e sono la prima a dire che sia altamente improbabile pubblicare all'estero. In realtà per quanto riguarda i miei lavori, valuto altamente improbabile anche pubblicare in italia :smt005 quello che intendevo con il mio discorso è: se vedo la possibilità di provare a pubblicare in Italia, la colgo. Se vedo la possibilità di provare a pubblicare all'estero, colgo anche quella. Proprio perché vedo questa strada così complicata, la mia intenzione è di provare tutte, tutte, tutte le strade, senza buttare via nulla. Se c'è anche una piccola, minuscola, infinitesimale possibilità di pubblicare il mio libro, che sia in Italia, negli USA o in Nuova Zelanda, io ci provo, senza fare distinzioni, perché sono convinta che l'unico modo di farcela sia provare qualsiasi cosa, anche la più improbabile.
"Cosa fa?" "Scrive!" "E non si può porre rimedio?"

JTheAngel su Twitter <3 Serena Rosata su facebook.
Immagine
Immagine
Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!
Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.
Immagine

Avatar utente
Alexmai
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 18/10/2010, 22:41
Località: Roma
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Alexmai » 13/10/2011, 17:33

Jane90 ha scritto: se vedo la possibilità di provare a pubblicare in Italia, la colgo. Se vedo la possibilità di provare a pubblicare all'estero, colgo anche quella. Proprio perché vedo questa strada così complicata, la mia intenzione è di provare tutte, tutte, tutte le strade, senza buttare via nulla. Se c'è anche una piccola, minuscola, infinitesimale possibilità di pubblicare il mio libro, che sia in Italia, negli USA o in Nuova Zelanda, io ci provo, senza fare distinzioni, perché sono convinta che l'unico modo di farcela sia provare qualsiasi cosa, anche la più improbabile.
E allora perchè non provare a diventare sindaco di New York? O poliziotto a Sidney? Credo sia più facile che pubblicare un romanzo in USA... a meno di pagare. Se mi dai 5.000 euro te lo traduco io, comunque :mrgreen:
Alessandro
https://www.alexmai.it" onclick="window.open(this.href);return false;
https://www.alexmai.it/indexmv.htm" onclick="window.open(this.href);return false; La pagina delle Mine Vaganti

Avatar utente
Jane90
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 23/05/2010, 21:17
Località: Torino
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Jane90 » 13/10/2011, 17:41

E allora perchè non provare a diventare sindaco di New York? O poliziotto a Sidney? Credo sia più facile che pubblicare un romanzo in USA... a meno di pagare.
Risposta facile: perché non è quello che voglio. Forse sono una pazza sognatrice, possibile. Ma se volessi fare la poliziotta a Sidney, farei tutto il possibile per arrivare, prima o poi, a fare la poliziotta a Sidney :lol: Quello che voglio ora, è pubblicare uno dei miei libri. Ho vent'anni, di tempo ne ho davanti. Quindi ci provo.
Tu hai pubblicato un libro: perché ci hai provato? Non era più facile provare a diventare commesso al supermercato sotto casa?
"Cosa fa?" "Scrive!" "E non si può porre rimedio?"

JTheAngel su Twitter <3 Serena Rosata su facebook.
Immagine
Immagine
Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!
Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.
Immagine

Avatar utente
Judith_Star
Apprendista
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/07/2010, 23:12
Località: Napoli
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Judith_Star » 13/10/2011, 19:56

Ecco, quoto e stra quoto Jane! Volere è potere alla fine! Comunque io voglio pubblicare in Italia, eh, dico solo che se mi si apre la porta di una pubblicazione in USA o in Cina o su Marte la colgo al volo, sarebbe anche un bel salto di carriera! Tutto qui, nulla di più e nulla di meno XD
Bitch please. I'm fabulous.


Fermi tutti: mi è caduto il cervello! (Capitan Jack Sparrow)



Immagine
Immagine
Dentro la birra
Immagine
Concorso per brevi racconti sulla birra

Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!

Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.

Immagine

Avatar utente
Alexmai
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 18/10/2010, 22:41
Località: Roma
Contatta:

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Alexmai » 13/10/2011, 21:43

Jane90 ha scritto: Tu hai pubblicato un libro: perché ci hai provato? Non era più facile provare a diventare commesso al supermercato sotto casa?
Avevo già 2 figli e 39 anni e lavoravo da 21, figurati... però non ho mai pensato a pubblicare all'estero :wink:
Alessandro
https://www.alexmai.it" onclick="window.open(this.href);return false;
https://www.alexmai.it/indexmv.htm" onclick="window.open(this.href);return false; La pagina delle Mine Vaganti

Avatar utente
Jane90
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 23/05/2010, 21:17
Località: Torino
info in lavorazione

Re: Pubblicare all'estero

Messaggio da leggere da Jane90 » 13/10/2011, 22:44

Beh io ovviamente non è che rimango a girarmi i pollici mentre aspetto di pubblicare :lol: sono a un anno dalla laurea, non dico certo che bisogna abbandonare tutto e aspettare che il miracolo cada dall'alto! Però, non ti sei arreso. Lavoravi, avevi già una famiglia, eppure hai continuato a sperare, no?
"Cosa fa?" "Scrive!" "E non si può porre rimedio?"

JTheAngel su Twitter <3 Serena Rosata su facebook.
Immagine
Immagine
Olimpiadi Artistiche. Io partecipo!
Immagine
Mettete alla prova le vostre capacità artistiche in questa amichevole sfida.
Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti