mapdove sei homeOpereItalianoDisegnoAltroper TuttiDomanda
phone
Opzioni grafiche:
 1 
 2 
 3 
 4 
 5 
 6 
Tue 11 December, ore 10:22:21
logo
Benvenuto!



avatar


Un autore a caso
attività: ymw ymw ymw
opere pubblicate: 1
recensioni date 0
recensioni di libri: 0
gare letterarie: 0
pub. in libri: 0
nw msg. forum 0.

Recensore della settimana
(dal 04/12/2018 - info)

con 3 recensioni:

avatar di Ida Dainese
nw Ida Dainese
$ sostenitore 2018 (+2)
attività: ymw ymw ymw
opere pubblicate: 11
recensioni date 2102
recensioni di libri: 18
gare letterarie: 9
pub. in libri: 9
nw msg. forum 303.

Recensore del mese
(dal 11/11/2018 - info)

con 19 recensioni:

avatar di Ida Dainese
nw Ida Dainese
$ sostenitore 2018 (+2)
attività: ymw ymw ymw
opere pubblicate: 11
recensioni date 2102
recensioni di libri: 18
gare letterarie: 9
pub. in libri: 9
nw msg. forum 303.

Recensore dell'anno
(dal 11/12/2017 - info)

con 271 recensioni:

avatar di Ida Dainese
nw Ida Dainese
$ sostenitore 2018 (+2)
attività: ymw ymw ymw
opere pubblicate: 11
recensioni date 2102
recensioni di libri: 18
gare letterarie: 9
pub. in libri: 9
nw msg. forum 303.

Profili autori più visti
di oggi:

avatar di F. T. Leo
nw F. T. Leo
$ sostenitore 2018

della settimana:
(dal 04/12/2018 - info)

avatar di Roberto Bonfanti
nw Roberto Bonfanti
$ sostenitore 2018

del mese:
(dal 11/11/2018 - info)

avatar di F. T. Leo
nw F. T. Leo
$ sostenitore 2018


Opere più visionate
di oggi:

jpg
(racconto narrativa, breve)
della settimana:
(dal 04/12/2018 - info)

txt
(racconto umorismo, breve)
del mese:
(dal 11/11/2018 - info)

jpg
(racconto narrativa, breve)




Condividi in siti e blog

qr code

Domanda

(disegno altro - per tutti)

1,183 visite dal 19/07/2011, l'ultima volta: 3 settimane fa.
Per scrivere un commento, vedi sotto. Se vuoi pubblicare una tua opera, clicca qui.

Autore di quest'opera:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
$ sostenitore 2009




Altre opere dell'autore

Titoli simili:

files:
Descrizione: Il mio disegno più significativo.
Incipit(link)
Domanda
domanda.jpg
size: 12,43 KB

Elenco Tag dell'opera:
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)


up
(torna su)
- recensioni - opere correlate -

Recensioni: 4 di visitatori, 9 totali.
Testo della recensione (min 30, max 2000 caratteri)
Mancano 250 caratteri affinché questa recensione possa partecipare al nw Club dei Recensori .

NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci nw un'opera a caso .

recensore:
Recensione # 1, data 31/07/2011
La domanda "Che senso ha? Senza il soggetto non ha nessun senso. A mio avviso non è detto che ci sia un senso o che si debba dare necessariamente un senso a tutto.
Spesso facciamo e diciamo delle cose prive di senso. Perchè lo facciamo non è dato sapere.

recensore:
avatar di Angela Di Salvo
nw Angela Di Salvo
$ sostenitore 2015 (+2)
Recensione # 2, data 31/07/2011
Davvero insolita da parte di Paolo questa domanda scritta su una pagina bianca senza che sia accostata ad alcun disegno.
Forse perchè un'immagine sarebbe stata riduttiva rispetto al tutto che ci circonda e su cui possiamo porci la stessa inevitabile domanda "Che senso ha"? Gli uomini hanno necessariamente bisogno di dare un significato alle cose, agli uomini e agli eventi. Forse non hanno un senso in sè, siamo noi che diamo loro il senso che vogliamo per giustificarne l'esistenza e l'impatto, più o meno emotivo, che ne riceviamo. Ecco perchè questa domanda sta scritta lì, in questa pagina vuota. Il tutto e il niente si equivalgono e nessuna risposta possibile potrebbe mai essere univoca.

recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
$ sostenitore 2009
risposta dell'autore, data 15/12/2011
Quando per la prima volta ci si fece questa domanda, allora l'umanità  perse l'innocenza. Ma forse colei o colui il quale formulò questo interrogativo non era neanche umano; potrebbe essere stato un neanderthal di 100.000 anni fa, o forse un habilis di più di un milione di anni fa.

E chi ci dice che anche un anziano scimpanzè, seduto magari davanti alla teoria delle sbarre di uno zoo, o riflettendosi sullo specchio d'acqua che circoscrive il suo angusto orizzonte, non si stia ora intorrogando sul senso della sua vita?

Forse si dovrebbe estendere la definizione di umanità , comprendendo in essa tutte quelle creature in grado di smarrirsi in questo quesito.

Sicuramente il mio disegno più significativo; e se togliessi la scritta e lasciassi solo il punto interrogativo sarebbe anche meglio: il più potente ideogramma della storia.

E se cancellassi anche quel punto interrogativo forse centrerei ancora meglio l'obiettivo. Il resto è superfluo.

recensore:
avatar di Massimo Baglione
nw Massimo Baglione
(amministratore)
Recensione # 3, data 16/12/2011
Se l'Arte o l'Umanità  fossero riassumibili con l'assenza di immagini o scritte o pensieri in generale, tutta la fatica che abbiamo fatto per imparare a farlo ci disumanizzerebbe brutalmente, al punto che ciarlatani, barbari, bravi umani e sommi poeti sarebbero ridotti a uno stesso, freddo e miserabile livello primordiale, dal quale non riusciremmo a distinguerci o riconoscerci. Sarebbe un affronto all'Umanità  e all'Evoluzione che l'ha creata.
No, Paolo, "Che senso avrebbe" ?


recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
$ sostenitore 2009
risposta dell'autore, data 16/12/2011
Per quanto riguarda l'Arte si potrebbe pensare che sia un territotio vergine, eppure è leggittimo chiedersi se tutto non sia stato già  detto. A proposito delle pitture rupestri di Altamira (Spagna, 13.000 anni fa) pare che Picasso abbia asserito che "dopo Altamira tutto è decadenza", riferendosi proprio al fatto che in quei disegni c'è già  l'arte universale, espressa in senso compiuto. E lo stesso potrebbe dirsi dell'Odissea, per quanto riguarda la letteratura. Per cui cosa possiamo aggiungere noi?

A parte questo discorso sull'arte, la domanda ha una portata generale: che senso ha tutta la sofferenza umana?

Ti spiego. Giorni fa mi trovavo davanti al Mosè di Michelangelo, qui a Roma; e osservavo anche una coppia di turisti indiani venuti sin qui per fotografarsi davanti al GIGANTE: uno sguardo veloce, una foto, e via. Un biglietto aereo, e di nuovo in India. E intanto in Africa orientale scompare un'intera generazione di bambini. Se io dovessi scegliere tra salvare un essere umano e salvare il Mosè, cosa dovrei scegliere, ammesso che mi venisse proprosta questa assurda alternativa?

Sono un po' sconclusionato, lo so. Pazienza. Forse mi sono spiegato lo stesso.


recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
$ sostenitore 2009
risposta dell'autore, data 17/12/2011
Ma porsi questa domanda vuol dire negarsi a priori qualunque possibilità  di intervento sulla realtà ; e forse questa domanda andrebbe allora formulata alla fine di una vita, l'ultimo giorno. Altrimenti è realmente troppo pericolosa.

Senza contare che vivere per vivere è già  difficile, anche senza doversi preoccupare di dirimere nodi escatologici.

Ma un artista deve anche fare questo; anzi deve soprattutto fare questo. In fondo scriviamo e disegnamo di ciò, intorno a questo problema. E se non lo facciamo, dovremmo farlo. Probabilmente tale interrogativo costituisce proprio il centro del lavoro dell'artista. In quest'ottica la sua presenza nel presente portale è più che giustificata, perchè l'artista non è un ingegnere, o un imprenditore. Non risolve problemi, ma pone domande. Le domande gli interessano più delle risposte.

Tra l'altro si deve dire che la domanda in oggetto è inossidabile, davvero eterna. Ci sopravviverà  tutti. E' sopravvissuta a tutte le correnti filosofiche che vi hanno speculato sopra, che hanno cercato di scioglierla; ed è sopravvissuta a tutte le migliaia di religioni inventate a partire dall'ultima glaciazione, e sopravviverà  anche alle religioni mediorientali, che tanto hanno condizionato il recente passato e il presente.

Allora viviamo delle piccole cose, ma portiamocela dentro.

recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
$ sostenitore 2009
risposta dell'autore, data 16/12/2011
Il punto interrogativo.

E' l'accenno di una spiarale, quell'oggetto inquietante che ritroviamo nei quadri di Van Gogh: il ripiegamento su se stessi, la curva che non va da nessuna parte, e pure indica l'infinito, perchè il ripiegamento non ha fine: in teoria una spirale la si può ingrandire sempre, senza trovare la fine della linea, che nel centro insegue un punto, senza raggiungerlo.

Ma il punto interrogativo è una spirale spezzata, un uomo curvo che però si tiene ancora in piedi, si mantiene sul baricentro; conserva l'equilibrio su quel piedino stilizzato in un punto.
Perchè in effetti, se facessimo un punto interrogativo di legno, ad esempio, potremmo, con un po' di pazienza, anche riuscire a metterlo in equilibrio sulla base. E' una curva compensata; un ripiegamento che si tiene in piedi; come quegli alberi cresciti su alture sconvolte dal vento; ma cresciuti comunque, con un equilibrio, comunque.

Il punto interrogativo è anche la semplificazione estrema del Pensatore di Rodin. Ma il Pensatore è meglio del punto interrogativo. O no?

recensore:
avatar di Massimo Baglione
nw Massimo Baglione
(amministratore)
Recensione # 4, data 16/12/2011
"Per cui cosa possiamo aggiungere noi?"

L mia risposta non cambia: saremmo equivalenti a zero se almeno non ci provassimo.
E chi può almeno provarci, varrebbe ancor meno di zero se si lasciasse tentare da questo tipo di sconforto e si arrendesse.
E poi, nessuno ci impone di creare ogni giorno qualcosa di nuovo, ci possiamo anche accontentare di reinterpretare e migliorare ciò che già  c'è.
Come diceva Asimov: "non mi importa se gli scrittori si ispirino alle mie storie, a patto che le portino un passo avanti".




recensore:
avatar di Paolo Maccallini
nw Paolo Maccallini
$ sostenitore 2009
risposta dell'autore, data 18/12/2011
Tutti i fiumi scorrono verso il mare
e il mare non si empie mai;
sempre i fiumi tornano a fluire
verso il luogo dove vanno scorrendo.
Ogni discorso resta a mezzo,
chè l'uomo non riesce a concluderlo.

Bibbia, Libro di Qoelet, da qualche parte.



(Licenza di default del sito)
Licenza Creative Commons
Domanda di Paolo Maccallini è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.

(nw Clicca qui per info sulla protezione delle opere.)

up
(torna su)
- recensioni - opere correlate -
Nessuna opera correlata

Utenti iscritti che hanno visitato questa opera


nw Nina Moon , nw GTrocc , nw Alessandro Napolitano , nw Daniela Piccoli , nw Mariadele , nw Celeste Borrelli , nw Massimo Baglione , nw Angela Di Salvo , nw Stefano di Stasio , nw Libero , nw Paolo Maccallini , nw Daniela kiss , e altri 1171 visitatori non iscritti.

1,183 visite in totale tra iscritti e visitatori.

up
(torna su)
- recensioni - opere correlate -

H  Vuoi aiutarci?

Sostieni l'Associazione culturale BraviAutori con una donazione, oppure acquistando una delle nostre pubblicazioni.

PayPal

Scopri di più!

Hai un racconto breve che vuoi mettere alla prova?

nw Leggi le istruzioni e partecipa anche tu!

nw Gara d'autunno, 2018
Racconti in Gara: 12
1° - Lettera a Giovanni, di Fausto Scatoli (3,67)
2° - Steam, di Lodovico (3,5)
2° - Ottagono, di Nunzio Campanelli (3,5)
3° - Al Bar, di Carol Bi (3,17)
3° - Il Futuro, di Roberto Bonfanti (3,17)
4° - Addio al nubilato, di Liliana Tuozzo (2,42)
4° - Cronaca triste di Angeli dimenticati, di Laura Traverso (2,42)
5° - Storie di carte, di Ida Dainese (2,33)
5° - Paolo e la buca, di Tiziano Legati (2,33)
6° - L’importanza del bambù, di Daniele Missiroli (1,83)
7° - Postilli S.a.s., di Draper (1,5)

Racconti al momento fuori Gara per non aver ancora commentato:
- Inesistente, di Roberto Frini

Al momento ci sono 2 staffette letterarie aperte alle prenotazioni. Se vuoi, puoi aprirne nw una tua e coinvolgere gli autori del sito a scrivere un testo a più mani con te.

Un'opera a caso
nw A Trieste l'amore è triste
A Trieste l'amore è triste
di Lorenzo Pompeo


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function request_var() in /web/htdocs/www.braviautori.com/home/include/single_functions_scripts/ForumSpot.php:87 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.braviautori.com/home/ShowMainTableStep2.php(67): include() #1 /web/htdocs/www.braviautori.com/home/footer.php(29): include('/web/htdocs/www...') #2 /web/htdocs/www.braviautori.com/home/scheda_opera.php(1163): include('/web/htdocs/www...') #3 {main} thrown in /web/htdocs/www.braviautori.com/home/include/single_functions_scripts/ForumSpot.php on line 87